Giovanni Giorgio del Monferrato

Giovanni Giorgio
Casale monferrato, gian giorgio paleologo marchese, argento, 1530-1533, 01.JPG
Gian Giorgio del Monferrato su di una moneta d'argento
Marchese del Monferrato
Stemma
In carica 1530 -
1533
Predecessore Bonifacio IV
Successore Federico II Gonzaga
Nascita Trino, 20 gennaio 1488
Morte Casale Monferrato, 30 aprile 1533
Casa reale Paleologi
Padre Bonifacio III del Monferrato
Madre Maria Branković
Consorte Giulia d'Aragona
Figli Flaminio (nat.)
Religione Cattolicesimo
Marchesato del Monferrato
Paleologi
Stemma del marchesato del Monferrato.svg

Teodoro I
Giovanni II
Ottone III
Giovanni III
Teodoro II
Giovanni Giacomo
Giovanni IV
Figli
Guglielmo VIII
Figli
Bonifacio III
Guglielmo IX
Bonifacio IV
Giovanni Giorgio
Modifica

Giovanni Giorgio Paleologo, noto anche come Giangiorgio (Trino, 20 gennaio 1488Casale Monferrato, 30 aprile 1533), fu l'ultimo marchese del Monferrato appartenente all'antica famiglia bizantina dei Paleologi. Era figlio del marchese Bonifacio III del Monferrato (14241494) e di Maria Branković (14661495), pertanto zio del precedente marchese Bonifacio IV.

BiografiaModifica

Dopo aver intrapreso la carriera religiosa, Giangiorgio decide di abbandonare gli ordini per dedicarsi alla tutela del piccolo Bonifacio e della marchesa-madre Anna.

Quando Bonifacio IV muore precocemente in seguito ad una caduta da cavallo, Giangiorgio eredita il marchesato già presagendo la propria imminente fine: i medici gli predicono pochi anni di vita a causa di una malattia dell'apparato digerente. Pertanto il neo-incoronato marchese deve sottoscrivere quasi immediatamente il nome del suo successore: la prescelta è la nipote Maria, il cui matrimonio in età precoce (8 anni) con il marchese di Mantova Federico Gonzaga, è stato, su richiesta di quest'ultimo, annullato in quanto rato e non consumato.

Avuta notizia della prematura scomparsa di Bonifacio IV, Federico Gonzaga si sente sempre più coinvolto nelle faccende del marchesato piemontese: corre pertanto ai ripari ottenendo la revoca del precedente annullamento di matrimonio con Maria Paleologa e riprendendola come consorte, ma troppo tardi: pochi giorni dopo Maria muore.

Anche i Savoia e i del Vasto di Saluzzo aspirano alla successione, ma Federico II precede tutti sul tempo facendo riconoscere da Carlo V i suoi diritti.

In un disperato tentativo di far perdurare la linea maschile dei Paleologo, Giovanni Giorgio accetta la proposta imperiale di sposare Giulia d'Aragona (1492-1542), figlia di Federico I di Napoli e di Isabella del Balzo, donna però ormai non più giovane. Il matrimonio viene celebrato nonostante Giangiorgio sia in fin di vita: è il 21 aprile 1533. Il 30 aprile l'ultimo dei Paleologo si spegne senza lasciare eredi. Federico II Gonzaga sposa (3 ottobre 1531) la sorella della defunta Maria, Margherita, ed ottiene così il controllo del marchesato.

DiscendenzaModifica

Giovanni Giorgio ebbe un figlio naturale, Flaminio, nato nel 1518, che congiurò contro il duca Guglielmo Gonzaga. Fu incarcerato e morì nella rocca di Goito nel 1571, forse avvelenato.[1]

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Teodoro II del Monferrato Giovanni II del Monferrato  
 
Elisabetta di Maiorca  
Giovanni Giacomo del Monferrato  
Giovanna di Bar Roberto I di Bar  
 
Maria di Valois  
Bonifacio III del Monferrato  
Amedeo VII di Savoia Amedeo VI di Savoia  
 
Bona di Borbone  
Giovanna di Savoia  
Bona di Berry Giovanni di Valois  
 
Giovanna d'Armagnac  
Giovanni Giorgio del Monferrato  
Đurađ Branković Vuk Branković  
 
Mara Hrelebjanović  
Stefan III Branković  
Eirene Kantakouzene Demetrio Kantakuzeno  
 
 
Maria Branković  
Giorgio Arianiti  
 
 
Angelina Arianit Komneni  
Maria Muzaka  
 
 
 

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica