Giro Ciclistico Pesca e Nettarina di Romagna Igp

Giro Ciclistico Pesca e Nettarina di Romagna Igp
SportCycling (road) pictogram.svg Ciclismo su strada
TipoGara individuale
CategoriaUomini Under-23
FederazioneUnione Ciclistica Internazionale
PaeseItalia Italia
OrganizzatoreNuova Ciclistica Placci 2013
DirettoreMarco Selleri
CadenzaAnnuale
Aperturamaggio
PartecipantiVariabile
FormulaCorsa a tappe
Sito InternetEdizione 2015
Storia
Fondazione1996
Soppressione2016
Numero edizioni20 (al 2015)
DetentoreItalia Lorenzo Rota
Record vittorieItalia Davide Formolo (2)

Il Giro Ciclistico Pesca e Nettarina di Romagna Igp è stato una corsa a tappe nazionale di ciclismo su strada maschile riservata alla categoria Under 23 che si correva ogni anno in Romagna nell'ultima settimana di maggio. Dal 1996 al 2015 sono state disputate 20 edizioni della manifestazione.

StoriaModifica

Il Giro Ciclistico Pesche Nettarine di Romagna nacque nel 1996 a Mordano dall'impegno di un gruppo di amici che già da una decina di anni organizzava corse per ciclisti dilettanti. A questo scopo fu fondata un'apposita associazione, l'«Associazione Sportiva Ciclistica di Romagna», con sede a Mordano. Primo presidente fu Giuseppe Gaddoni al quale, nel 2008, succedette Marco Selleri.

La gara ha lanciato atleti del calibro di Ivan Basso, Fabian Cancellara, Riccardo Riccò, Aleksandr Kolobnev, Emanuele Sella, Salvatore Commesso, Evgenij Petrov, Paolo Tiralongo, Enrico Gasparotto, Ben Swift, Damiano Caruso, Adriano Malori e Davide Formolo.

L'intitolazione della manifestazione alla Pesca nettarina di Romagna vuole valorizzare un prodotto d'eccellenza della frutticultura romagnola, coltivato soprattutto nell'area tra Ravenna, Imola, Forlì e Cesena (la parte di Romagna in cui si svolge la competizione, che si disputa in cinque giornate).

Al vincitore viene consegnato l'«aratro d'oro», simbolo della fatica degli sforzi del lavoratore, e che contiene anche un messaggio ai giovani: solo con grandi sacrifici si possono ottenere rilevanti risultati.

Nel 2013 la durata della corsa è stata ridotta da cinque a tre giornate per esigenze organizzative. L'edizione è stata vinta dal veneto Davide Formolo, che ha bissato il successo dell'anno precedente, primo corridore a riuscire nell'impresa.

Dopo il successo del trentino Iuri Filosi nel 2014, l'edizione 2015 è stata conquistata dal bergamasco Lorenzo Rota che nell'ultima tappa ha strappato la leadership al bresciano Andrea Garosio.

Il 31 maggio 2016 gli organizzatori hanno annunciato la soppressione della manifestazione[1].

Albo d'oroModifica

Massimo Mazzanti, vincitore dell'edizione 2004, è l'unico romagnolo ad aver vinto la corsa.

Anno Vincitore Secondo Terzo
1996   Vitali Kokorine   Matteo Casarotto   Gian Luca Nicolé
1997   Salvatore Commesso   Leonardo Scarselli   Paolo Tiralongo
1998   Ivan Basso   Federico Morini   Maurizio Caravaggio
1999   Antonio Rizzi   Volodymyr Hustov   Fabio Bulgarelli
2000   Evgenij Petrov   Manuel Bartolotto   Fabian Cancellara
2001   Aleksandr Kolobnev   Emanuele Sella   Giuseppe Ricca
2002   Vladimir Lobzov   Miculà Dematteis   Vladimir Gusev
2003   Riccardo Riccò   Francesco De Bonis   Aleksandr Efimkin
2004   Massimo Mazzanti   Federico Vitali   Aranda Magallanes
2005   Miguel Ángel Rubiano   Volodymyr Djudja   Maksim Bel'kov
2006   Elio Fausto Saavedra   Andriy Buchko   Salvatore Mancuso
2007   Luca Dodi   Gianandrea Marioli   Enrico Cecchin
2008   Enrico Zen   Federico Rocchetti   Alessandro Colò
2009   Damiano Caruso   Adriano Malori   Alfredo Balloni
2010   Matteo Fedi   Francesco Manuel Bongiorno   Rafał Majka
2011   Mattia Cattaneo   Nicola Boem   Stanislau Bazhkou
2012   Davide Formolo   Pierre Paolo Penasa   Jorge Luis Abreu
2013   Davide Formolo   Davide Villella   Antonio Nibali
2014   Iuri Filosi   Simone Sterbini   Gianni Moscon
2015   Lorenzo Rota   Andrea Garosio   Daniel Pearson
2016 non disputato

NoteModifica

  1. ^ Giro Pesca e Nettarina di Romagna Igp, un “arrivederci” che chiude un ciclo, su placci2013.it. URL consultato l'8 ottobre 2015.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica