Apri il menu principale

Giuseppe Marcozzi

vescovo cattolico italiano
Giuseppe Marcozzi
vescovo della Chiesa cattolica
Template-Bishop.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Calvi e Teano
 
Nato24 marzo 1873 a Ascoli Piceno
Ordinato presbitero25 marzo 1900 dal vescovo Ortolani Bartolomeo
Nominato vescovo14 agosto 1926 da papa Pio XI
Consacrato vescovo8 dicembre 1926 dal cardinale Raffaele Carlo Rossi
Deceduto21 aprile 1940 (67 anni) a Teano
 

Giuseppe Marcozzi (Ascoli Piceno, 24 marzo 1873Teano, 21 aprile 1940) è stato un vescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Monsignor Giuseppe Marcozzi nasce il 24 marzo 1873 ad Ascoli Piceno. I suoi genitori si trasferirono per motivi di lavoro nell'omonima provincia delle Marche dal 1870 dopo aver vissuto cinque anni presso Arsita, a quei tempi chiamato ancora Bacucco, piccolo comune italiano presente in Abruzzo in provincia di Teramo.

Entrato in seminario per la Diocesi di Ascoli Piceno, riceve l'ordinazione presbiterale il 25 marzo 1900, nonché giorno successivo del suo ventisettesimo compleanno, nella Cattedrale di Sant'Emidio dal vescovo Ortolani Bartolomeo.

Dopo aver retto rispettivamente le comunità parrocchiali di Cagnano, Centrale e Torre Santa Lucia, entrambe frazioni di Acquasanta Terme, svolge il ruolo di vicario generale della diocesi per un certo periodo.

Il 14 agosto 1926 viene nominato vescovo di Calvi e Teano da Papa Pio XI, ma la nomina pubblica per la sua rispettiva diocesi verrà annunciata ufficialmente il 6 dicembre dello stesso anno nella Cattedrale di Ascoli Piceno dal vescovo Apollonio Maggio.

Riceve la consacrazione episcopale nella stessa cattedrale due giorni dopo dal cardinale toscano Raffaele Carlo Rossi, arcivescovo titolare di Tessalonica, coconsacranti Emidio Trenta, vescovo di Viterbo e Tuscania, e Luigi Ferri, vescovo di Ripatransone.

Monsignor Apollonio Maggio annuncia ufficialmente la nomina di Monsignor Marcozzi mediante una lettera da lui stesso scritta, in cui riporta anche le sue informazioni riguardante le sue rispettive condizioni di salute, migliorate dal ritorno del territorio veneto, luogo presso il quale le riacquista.

Nel 1928, Monsignor Marcozzi realizza con le proprie spese la prima campana della Cattedrale di Calvi Risorta, contenente l'immagine di San Casto e della Madonna Assunta, campana fondamentale dal punto di vista storico, che consentì la nascita delle successive fino al raggiungimento della sesta.

La presenza del vescovo Marcozzi all'interno della diocesi casertana di cui Papa Ratti lo ha affidato, fu pienamente importante per diverse prospettive e per le decisioni che lui stesso prese. Lo stesso vescovo Marcozzi, pertanto, consentì la realizzazione di un importantissimo sinodo diocesano e di due congressi eucaristici, di cui il primo realizzato a Pignataro Maggiore nel 1929 e il secondo portato a termine tre anni dopo a Teano.

Per la diocesi, oltre a realizzare il sinodo diocesano e i congressi eucaristici, consentì la ricostruzione del seminario che fu inaugurato nell'anno 1927 per aiutare i seminaristi, in particolar modo coloro che erano privi di mezzi. Inoltre, istituì l'Opera delle Vocazioni e comprò il palazzo Collesano coerente al seminario per il raggiungimento della casa del clero.

La sua guida come vescovo di Calvi e Teano si pone nella scia del predecessore Calogero Licata, vescovo che guidò la diocesi di Calvi e Teano dal 1916 al 1924.

Monsignor Giuseppe Marcozzi muore a Teano il 21 aprile 1940, all'età di sessantasette anni.

Genealogia episcopaleModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN89733599 · BAV ADV12031343 · WorldCat Identities (EN89733599