Giuseppe di Borbone-Parma

Giuseppe
Joseph, Duke of Parma titular.png
Giuseppe di Borbone-Parma in una fotografia d'epoca
Duca di Parma (pretendente)
Capo del casato di Borbone-Parma
Stemma
In carica 16 novembre 1939 - 7 gennaio 1950
Predecessore duca Enrico
Successore duca Elia
Nascita Biarritz, 30 giugno 1875
Morte Villa Borbone delle Pianore, Lucca, 7 gennaio 1950
Casa reale Borbone di Parma
Padre Roberto I, duca di Parma
Madre principessa Maria Pia di Borbone-Due Sicilie
Religione Cattolicesimo

Giuseppe di Borbone-Parma (Biarritz, 30 giugno 1875Lucca, 7 gennaio 1950) fu pretendente al trono ducale di Parma dal 1939 al 1950.

BiografiaModifica

Il Principe Giuseppe nacque come terzogenito di Roberto I di Parma e della sua prima moglie, Maria Pia di Borbone-Due Sicilie.

Come suo fratello maggiore e suo predecessore, Enrico, fu mentalmente disabile; fu legittimo pretendente ducale di Parma dal 1939 al 1950. Suo fratello minore, Elia, prese il ruolo di capo della famiglia nel 1907, anche se Giuseppe continuò ad essere considerato dai monarchici come l'erede legittimo.

Giuseppe morì celibe e senza figli e gli successe come pretendente ducale di Parma suo fratello Elia fino alla morte dello stesso, avvenuta nel 1959.

AscendenzaModifica

Albero genealogico di tre generazioni di Giuseppe di Borbone-Parma
Giuseppe di Borbone-Parma Padre:
Roberto I di Parma
Nonno paterno:
Carlo III di Parma
Bisnonno paterno:
Carlo Ludovico di Borbone
Bisnonna paterna:
Maria Teresa di Savoia (1803-1879)
Nonna paterna:
Luisa Maria di Borbone-Francia
Bisnonno paterno:
Carlo di Borbone-Francia (1778-1820)
Bisnonna paterna:
Carolina di Borbone-Due Sicilie
Madre:
Maria Pia di Borbone-Due Sicilie
Nonno materno:
Ferdinando II di Borbone
Bisnonno materno:
Francesco I delle Due Sicilie
Bisnonna materna:
Maria Isabella di Borbone-Spagna
Nonna materna:
Maria Teresa d'Asburgo-Teschen
Bisnonno materno:
Carlo d'Asburgo-Teschen
Bisnonna materna:
Enrichetta di Nassau-Weilburg

OnorificenzeModifica

  Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica