Apri il menu principale

Il ponticello sul fiume dei guai

film del 1958 diretto da Frank Tashlin
Il ponticello sul fiume dei guai
Titolo originaleThe Geisha Boy
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1958
Durata99 min.
Dati tecniciTechnicolor
Generecommedia
RegiaFrank Tashlin
SoggettoFrank Tashlin, Rudy Makoul
SceneggiaturaFrank Tashlin
ProduttoreJerry Lewis
FotografiaHaskell B. Boggs
MontaggioAlma Macrone
MusicheWalter Sharf
ScenografiaTambi Laesen, Hal Pereira
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il ponticello sul fiume dei guai (The Geisha Boy) è un film comico del 1958 diretto da Frank Tashlin e interpretato da Jerry Lewis. Le riprese ebbero luogo tra il 6 giugno e il 7 agosto 1958, uscì nei cinema statunitensi il 23 dicembre dello stesso anno, distribuito dalla Paramount Pictures. Il titolo italiano del film è un'evidente parodia del celebre Il ponte sul fiume Kwai, anche se la trama del film di Lewis ha poco a che fare con quest'ultimo.

Indice

TramaModifica

Il "Grande Wooley" è un mago prestigiatore che intrattiene i militari americani stanziati in Giappone. Al suo arrivo, è causa di una serie di sfortunati imprevisti per la stella principale dello spettacolo, l'attrice Lola Livingston, arriva fino a strapparle il vestito, gettarla giù da una rampa di scale, e arrotolarla nel tappeto rosso. Un orfano, Mitsuo Watanabe assiste allo spettacolo e ride per la prima volta da quando i suoi genitori sono morti. Quando sua zia Kimi Sikita porta il piccolo da Wooley per ringraziarlo, lui e il ragazzino diventano amici, cosa che irrita il fidanzato della zia, un giocatore di baseball giapponese, e anche la hostess che è innamorata di Wooley.

Wooley prosegue le sue esibizioni davanti a vaste platee in Giappone, e non volendo deludere il ragazzo facendogli scoprire che negli Stati Uniti è invece un artista fallito, prova a svignarsela quando per lui è tempo di rientrare in patria. Il bambino lo segue, e quando Wooley è costretto a dirgli che non potrà più avere cura di lui, il bimbo si mette a piangere. Comunque, continua a seguirlo e si nasconde sull'aeroplano per volare con lui in America. Una volta arrivati, il bambino si riunisce a Wooley e lui diventa un prestigiatore di successo anche negli USA.

Paramount PicturesModifica

Ad un certo punto del film, il ragazzino e Wooley osservano una il Monte Fuji in lontananza. L'arco di stelle che appare intorno alla montagna è uguale al logo della Paramount Pictures (casa produttrice del film). Wooley si gira di scatto due volte, sorpreso. Una tecnica comica chiamata "double take" usata da tutti i più famosi comedian da Stan Laurel a Jerry Lewis, ma anche da attori insospettabili come Cary Grant e Roger Moore.

Citazioni da Il ponte sul fiume KwaiModifica

Sessue Hayakawa, che interpreta il nonno del bambino orfano, rifà una scena che aveva girato nel film Il ponte sul fiume Kwai (1957). I suoi operai stanno costruendo un piccolo ponte che ricorda molto quello del film citato e mentre lavorano fischiettano il celebre motivetto del film. Quando Lewis osserva stupito Hayakawa e la costruzione del ponte sullo sfondo, Hayakawa comprende che l'altro lo ha scambiato per "l'attore" e poi dice: "Costruivo ponti da molto tempo prima che lui nascesse". Tutto ciò è seguito da un breve spezzone di Alec Guinness, ripreso dal film.

I Los Angeles DodgersModifica

I giocatori principali della squadra di baseball dei Los Angeles Dodgers del 1958, compaiono nel film mentre giocano una partita contro una squadra professionista giapponese. Lewis nomina e incita i giocatori durante la partita e viene sorpreso dal fatto che il pubblico locale non faccia il tifo per la sua squadra del cuore.

Collegamenti esterniModifica


  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema