Apri il menu principale

Jean Laffitte

vescovo cattolico francese
Jean Laffitte, Comm. l'Emm.
vescovo della Chiesa cattolica
Coat of arms of Jean Laffitte.svg
Servus Domini cordis
 
TitoloEntrevaux
Incarichi attuali
Incarichi ricoperti
 
Nato5 maggio 1952 (67 anni) a Oloron-Sainte-Marie
Ordinato presbitero2 luglio 1989 dal vescovo Raymond Gaston Joseph Séguy
Nominato vescovo22 ottobre 2009 da papa Benedetto XVI
Consacrato vescovo19 dicembre 2009 dal cardinale Tarcisio Bertone, S.D.B.
 

Jean Clément Marie Gérard Joseph Françoise Georges Laffitte (Oloron-Sainte-Marie, 5 maggio 1952) è un vescovo cattolico francese, dal 4 luglio 2015 prelato del Sovrano militare ordine di Malta.

BiografiaModifica

Nasce ad Oloron-Sainte-Marie, nella diocesi di Bayonne, il 5 maggio 1952.

Sua sorella Martine è la cofondatrice della Comunità dell'Emmanuele, associazione di diritto pontificio nata a Parigi nel 1972.

Formazione e ministero sacerdotaleModifica

Dopo aver compiuto gli studi primari, frequenta l'Università di Tolosa e nel 1973 ottiene una laurea di specializzazione in scienze politiche. Inoltre, nel 1979 segue alcuni corsi presso l'Università di Cambridge e nel 1980 presso l'Università di Salamanca. Dopo aver deciso di seguire la sua vocazione sacerdotale, nel 1984 si trasferisce a Roma, dove frequenta il Pontificio Seminario Francese. Studia teologia cattolica e filosofia presso la Pontificia Università Gregoriana. Nel 1988 riceve il baccalaureato in teologia cattolica e filosofia.

Il 2 luglio 1989 è ordinato presbitero dal vescovo Raymond Gaston Joseph Séguy; viene incardinato nella diocesi di Autun, in quanto membro della Comunità dell'Emmanuele.

Continua i suoi studi presso il Pontificio istituto Giovanni Paolo II, istituto per gli studi sul matrimonio e sulla famiglia, dove consegue il dottorato in teologia morale.

Nel 1994 diventa docente di etica coniugale, antropologia e spiritualità presso l'istituto medesimo, mentre dal 1999 al 2001 è anche vicerettore di questo istituto.

Il 14 gennaio 2000 papa Giovanni Paolo II lo insignisce del titolo onorifico di cappellano di Sua Santità.

Nel 2003 è nominato consultore della Congregazione per la dottrina della fede, allora diretta dal cardinale Joseph Ratzinger (poi papa Benedetto XVI).

Il 28 gennaio 2005 papa Giovanni Paolo II lo nomina sottosegretario del Pontificio consiglio per la famiglia[1].

Il 24 gennaio 2006 papa Benedetto XVI lo nomina vicepresidente della Pontificia accademia per la vita[2].

Ministero episcopaleModifica

Il 22 ottobre 2009 papa Benedetto XVI lo nomina segretario del Pontificio consiglio per la famiglia e vescovo titolare di Entrevaux[3]; riceve l'ordinazione episcopale il 12 dicembre seguente, nella basilica di San Pietro in Vaticano, con i vescovi Giovanni D'Ercole e Mario Toso, dal cardinale Tarcisio Bertone, coconsacranti il cardinale Renato Raffaele Martino e l'arcivescovo Giuseppe Molinari.

Il 5 gennaio 2011 lo stesso papa lo nomina consultore del Pontificio consiglio della pastorale per gli operatori sanitari.

Il 4 luglio 2015 papa Francesco lo nomina anche prelato del Sovrano militare ordine di Malta.[4] Compito di questa figura è di vigilare affinché la vita religiosa e sacerdotale dei cappellani e il loro apostolato si svolgano secondo la disciplina e lo spirito melitensi, assistere il Gran Maestro e il Gran Commendatore nella cura della vita e dell'osservanza religiosa dei membri dell'Ordine e in tutto ciò che concerne il carattere spirituale delle opere dell'Ordine.

Cessa dall'incarico di segretario del Pontificio consiglio per la famiglia il 1º settembre 2016, quando per volontà di papa Francesco questo organismo viene abolito e confluisce nel Dicastero per i laici, la famiglia e la vita.

È inoltre autore di numerose pubblicazioni.

Sa parlare correttamente il francese, l'italiano, l'inglese e lo spagnolo.

Genealogia episcopaleModifica

OnorificenzeModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN85465748 · ISNI (EN0000 0001 2142 1419 · LCCN (ENnr2002030616 · GND (DE1029091064 · BNF (FRcb125162386 (data) · WorldCat Identities (ENnr2002-030616