Apri il menu principale
Jessica Migliorini
Nazionalità Italia Italia
Altezza 176 cm
Peso 67 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Siena
Carriera
Squadre di club1
?-2008Azzurro e Nero (Strisce).svg Rovezzano 1990? (?)
2008-2012Siena89 (80)
2012-2013Grifo Perugia20 (3)
2013-Siena 30 (53)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 12 giugno 2015

Jessica Migliorini (Siena, 21 gennaio 1988) è una calciatrice italiana, attaccante del Siena calcio femminile, di cui risulta essere una delle calciatrici più prolifiche di sempre.

CarrieraModifica

Gli esordiModifica

Nata a Siena ma residente a Roccastrada, nella Maremma grossetana, Migliorini muove coi maschi i primi passi, per poi imparare a conoscere ad alti livelli il calcio femminile nella formazione fiorentina del Rovezzano 1990. Con questa squadra, Migliorini esordisce in Serie A2, imponendosi come una delle migliori giovani della regione. Tuttavia, un serio infortunio ne rallenta l'ascesa, complice anche una stagione negativa del Rovezzano, che retrocede. Così Migliorini decide di cambiare aria, scendendo in Serie B per riprendersi dall'infortunio ed accasandosi a Siena, dove la squadra locale mira ad una salvezza tranquilla.

I quattro anni a Siena, dalla B alla AModifica

Tuttavia, la ripresa di Migliorini è molto più rapida del previsto e, ben presto, la ventenne punta maremmana forma con Immacolata Elia una coppia da 45 reti, trascinando il Siena ad una inimmaginabile promozione in A2, con ben tre giornate di anticipo. Nella gara decisiva contro il Salento Donne, dopo l'1-0 di Serena Ceci, Migliorini realizza la doppietta che dà il via alla festa, per poi chiudere la stagione con 22 segnature in 20 partite.[1]
Nell'anno successivo, soffre un po' il ritorno alla Serie A2, con una squadra che era quasi interamente all'esordio nella categoria, e l'addio del partner d'attacco Elia, rimasta in B a Spello. L'estro di Migliorini torna tuttavia a poco a poco ad accendersi l'anno seguente, quando la numero 11 torna ad imporsi come il bomber indiscusso con 16 marcature e rispolverando la sua vena realizzativa su calcio piazzato.
È il preludio all'incredibile stagione 2011-2012, in cui il Siena si presenta con il chiaro intento di dare battaglia per la promozione alla Grifo Perugia. Migliorini realizza, in appena 21 gare, la bellezza di 39 marcature, un record reso ancora più impressionante dal fatto che quasi metà dei gol sono arrivati su calcio di punizione. In questa annata, trasformare una punizione dal limite è per Migliorini quasi come trasformare un calcio di rigore. La straordinaria performance le vale il titolo di capocannoniere del Torneo, con un gol di vantaggio su Mortolini del Perugia, ma non la promozione, che va comunque alla formazione umbra.[2]
Tuttavia, la riforma del calcio femminile in atto per allargare la Serie A a 16 squadre prevede un play-off fra le seconde classificate dei quattro gironi, dal quale deve scaturire un'ulteriore promozione. Il Siena è indicato dagli addetti ai lavori con appena il 10% dei pronostici, tuttavia Migliorini è ancora protagonista e, dopo aver realizzato uno degli undici rigori che permettono al Siena di battere la Res Roma, mette a segno in finalissima il gol vittoria che permette al Siena di sconfiggere il Fiammamonza e di essere promosso in Serie A.[3]

L'esordio in A a PerugiaModifica

Il Siena non dispone delle risorse economiche per disputare la Serie A, ma dopo la strepitosa stagione appena conclusa Migliorini ha l'imbarazzo della scelta per esordire in massima serie. Alla fine, per motivi di comodità, la scelta ricade sulla Grifo Perugia.[4] L'ambientamento nella nuova squadra e nella nuova realtà, di fronte alle migliori squadre d'Italia, non è dei più semplici, ma Migliorini riesce comunque a realizzare, in 19 presenze, le sue prime tre reti in Serie A, prima di interrompere a metà la sua esperienza per un grave lutto familiare.

Il ritorno a SienaModifica

Dopo un periodo di riflessione, Migliorini decide di ricominciare dalla squadra che l'aveva lanciata, e che sta cercando di ripartire dopo la rinuncia alla Serie A. Ancora una volta, Migliorini riprende confidenza col calcio giocato, chiudendo la stagione con lo stesso numero di reti che l'avevano consacrata capocannoniere nell'ultima stagione a Siena e laureandosi di gran lunga capocannoniere della Serie C. Ancora una volta, come già era successo in quella stagione, il Siena chiude al secondo posto.

StatisticheModifica

[5]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Altre Competizioni Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
200?-2008   Rovezzano 1990 A2 ? ? CI ? ? - - - ? ?
2008-2009 Siena B 22 19 CI - - - - - 22 19
2009-2010 A2 22 7 CI 2 2 - - - 24 9
2010-2011 A2 22 14 CI 4 3 - - - 26 17
2011-2012 A2 23 40 CI 1 1 - - - 24 41
Totale Siena 89 80 7 6 - - 96 86
2012-2013 Grifo Perugia A 20 3 CI 1 0 - - - 21 3
Totale Perugia 20 3 1 0 - - 21 3
2013-2014 Siena C 19 39 - - - C.T. 5 9 24 48
2014-2015 C 11 14 - - - C.T. 2 4 13 18
Totale Siena 30 53 - - 7 13 37 66
Totale 139 136 8 6 7 13 154 155

Legenda:

PalmarèsModifica

ClubModifica

Siena: 2011-2012
Siena: 2008-2009
Siena: 2014-2015

IndividualeModifica

NoteModifica

  1. ^ Siena Calcio Femminile promosso in A2!
  2. ^ Migliorini capocannoniere della A2 Archiviato il 23 settembre 2015 in Internet Archive.
  3. ^ Migliorini spegne la Fiamma, Siena nell'Olimpo del Calcio!, su sienacalciofemminile.it. URL consultato il 22 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 26 luglio 2014).
  4. ^ Migliorini a Perugia Archiviato il 24 settembre 2015 in Internet Archive.
  5. ^ Statistiche e reti, su acftradate.it. URL consultato il 22 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2014).

Collegamenti esterniModifica