Jo March

Josephine March
Houghton AC85.Aℓ194L.1869 pt.2aa - Little Women, vol 2, illustration 45.jpg
Jo March in un'illustrazione ispirata al romanzo
UniversoPiccole donne
Lingua orig.Inglese
AutoreLouisa May Alcott
Interpretata da
SessoFemmina

Josephine "Jo" March è la protagonista del romanzo Piccole donne scritto da Louisa May Alcott e pubblicato nel 1868.

CaratterizzazioneModifica

Jo è la seconda delle quattro sorelle March. Descritta come una giovane donna temperante e ribelle, nega il tradizionale ruolo femminile, infrangendo le convenzioni sociali dell'epoca. Di Laurie invidia l'opportunità di poter studiare a Harvard e la libertà che ha in generale come uomo, e inizia ad avere grandi ambizioni come scrittrice. Secondo Greta Gerwig, che ha diretto l'adattamento cinematografico del 2019, "Jo è una ragazza con un nome maschile, che vuole scrivere e ha molte cose diverse da ciò con cui veniamo identificate".[1]

In linea con questa caratterizzazione, inizialmente è contraria all'idea del matrimonio: rifiuta la proposta di Laurie ed è contraria a quello di sua sorella Meg.[2] All'inizio l'idea della Alcott era di finire il romanzo facendola rimanere una donna single con grandi capacità letterarie, anche perché l'autrice stessa non si fidanzò per tutta la vita. Tuttavia, a causa delle preoccupazioni sulle vendite del libro del suo editore, alla fine ha deciso di farla sposare con il professor Bhaer, un personaggio che lei riteneva non romantico.[3] Pur avendo ottenuto la pubblicazione di alcuni racconti e di un romanzo basati sulla storia della sua famiglia, alla fine Jo trascura le sue passioni letterarie ed apre una scuola nel palazzo che eredita da sua zia, che gestisce assieme al marito.[4]

Adattamenti cinematograficiModifica

 
Jo March interpretata da Saoirse Ronan nel film Piccole donne

Nella prima versione cinematografica il ruolo di Jo è stato interpretato dall'attrice Dorothy Bernard. Nella seconda versione del 1933, fu l'attrice Katharine Hepburn ad impersonare Jo (e ad oggi è ancora la performance più acclamata tra gli adattamenti). In quella del 1949 fu June Allyson a dar vita a Jo, mentre nel 1994 è stata interpretata da Winona Ryder, che è stata la prima a guadagnarsi una nomination all'Oscar per il ruolo. Nell'adattamento cinematografico del 2019 è stata interpretata da Saoirse Ronan: anche lei ha ricevuto una candidatura all'Oscar come migliore attrice.[5][6][7]

Nella cultura di massaModifica

Jo March è una delle personalità femminili più popolari nella letteratura americana. Si è classificata nella lista dei migliori personaggi femminili della letteratura di Ranker.[8] Con l’adattamento cinematografico del 2019, la Gerwig ha dato al personaggio di Jo una prospettiva più femminista, aggiungendo anche un breve discorso sulle donne assente nel libro ma che potrebbe essere visto come un omaggio alla Alcott: questa scelta è stata accolta calorosamente dal grande pubblico e buona parte della critica, che hanno lodato la modernizzazione del racconto, ma ha diviso quella letteraria.[9][10][11][12][13]

NoteModifica

  1. ^ (ES) Por: Paula Ikeda, 5 razones por las que Saoirse Ronan está nominada al Oscar como Mejor Actriz por Mujercitas, su Para Ti, 27 gennaio 2020. URL consultato l'11 aprile 2020.
  2. ^ (EN) Little Women: Gerwig's direction breathes new life into this American classic » MercatorNet, su MercatorNet, 27 gennaio 2020. URL consultato l'11 aprile 2020.
  3. ^ (EN) Constance Grady, The power of Greta Gerwig’s Little Women is that it doesn’t pretend its marriages are romantic, su Vox, 27 dicembre 2019. URL consultato l'11 aprile 2020.
  4. ^ Alison Willmore, The Inception Ending of Little Women, Explained, su Vulture, 14 gennaio 2020. URL consultato l'11 aprile 2020.
  5. ^ (EN) ‘Little Women’: See How the 1994 and 2019 Casts Stack Up, su Us Weekly, 25 dicembre 2019. URL consultato l'11 aprile 2020.
  6. ^ (EN) Good Morning America, Winona Ryder reacts to 'Little Women' remake, su Good Morning America. URL consultato l'11 aprile 2020.
  7. ^ Oscars 2020: Saoirse Ronan Becomes Second-Youngest Four-Time Nominee, su www.hollywoodreporter.com. URL consultato l'11 aprile 2020.
  8. ^ (EN) The Greatest Female Characters in Literature, Ranked, su Ranker. URL consultato l'11 aprile 2020.
  9. ^ (EN) Little Women’s Real Feminist Problem, su The Atlantic. URL consultato l'11 aprile 2020.
  10. ^ (EN) Movies, Will The New ‘Little Women’ Make Jo March Into A Man-Hating Feminist?, su The Federalist, 22 agosto 2019. URL consultato l'11 aprile 2020.
  11. ^ Elizabeth Grace Matthew, For The Inquirer, How Greta Gerwig’s ‘Little Women’ gets the book’s feminism wrong | Opinion, su https://www.inquirer.com. URL consultato l'11 aprile 2020.
  12. ^ (EN) How Greta Gerwig’s “Little Women” Misses the Mark, su Public Books, 9 febbraio 2020. URL consultato l'11 aprile 2020.
  13. ^ (EN) Hilary Weaver, How Greta Gerwig Wrote Louisa May Alcott into Her Little Women Adaptation, su www.elle.com. URL consultato l'11 aprile 2020.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura