Dallas

città statunitense
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Dallas (disambigua).
Dallas
city
(EN) City of Dallas
Dallas – Stemma Dallas – Bandiera
Dallas – Veduta
Localizzazione
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato Flag of Texas.svg Texas
Contea Collin
Dallas
Denton
Kaufman
Rockwall
Amministrazione
Sindaco Mike Rawlings (D)
Territorio
Coordinate 32°46′57″N 96°47′51″W / 32.7825°N 96.7975°W32.7825; -96.7975 (Dallas)Coordinate: 32°46′57″N 96°47′51″W / 32.7825°N 96.7975°W32.7825; -96.7975 (Dallas)
Altitudine 131 m s.l.m.
Superficie 999,3 km²
Abitanti 1 197 816 (2010)
Densità 1 198,66 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 75201-75212, 75214-75238, 75240-75254, 75258, 75260-75267, 75270, 75275, 75277, 75283-75287, 75301, 75303, 75310, 75312-75313, 75315, 75320, 75323, 75326, 75334, 75336, 75339-75340, 75342-75344, 75354-75360, 75367-75368, 75370-75374, 75376, 75378-75382, 75387, 75389-75394
Prefisso 214, 469, 972, 682, 817
Fuso orario UTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Dallas
Dallas
Dallas – Mappa
Sito istituzionale

Dallas è una città (city) degli Stati Uniti d'America, capoluogo della contea omonima, nello stato del Texas. È la terza città del Texas e la nona degli Stati Uniti in ordine di grandezza, ed insieme a Fort Worth è la più grande area economica metropolitana negli Stati Uniti centro-meridionali. Dallas si estende nelle adiacenti contee di Collin, di Denton, di Kaufman e di Rockwall.[1]

Secondo il censimento effettuato nel 2000 dall'United States Census Bureau, Dallas aveva una popolazione totale di circa 1,1 milioni di abitanti, ma secondo le stime nel 2014 è salita a 1.281.047. Dallas è il principale centro economico e culturale dell'area metropolitana Dallas-Forth Worth-Arlington, abitualmente chiamata Dallas-Fort Worth Metroplex o semplicemente "DFW". Sempre secondo il censimento del 2000, la Metroplex aveva una popolazione di circa 5,1 milioni di abitanti che la rendono la quarta area metropolitana degli Stati Uniti e una delle cinquanta aree metropolitane più grandi nel mondo. La Metroplex, in continua crescita, secondo una stima del 2008, avrebbe superato i 6.300.006 di abitanti.

Nell'area metropolitana di Dallas hanno sede oltre quattrocento grandi società, il che la rende la città con la più alta concentrazione di aziende negli Stati Uniti ed il suo aeroporto è il terzo al mondo per traffico commerciale.

Indice

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

Dallas è il capoluogo della omonima contea. Parti della città si estendono sino alle contee di Collin, Denton, Kaufman e Rockwall.

In conformità con lo United States Census Bureau la città ha un'estensione totale di 997,1 km². È la terza città dello stato del Texas dopo Houston e San Antonio.

ClimaModifica

DALLAS Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Inv Pri Est Aut
T. max. mediaC) 16 18 21 25 29 33 36 36 32 26 21 17 17 25 35 26,3 25,8
T. min. mediaC) 5 8 11 13 18 23 25 24 21 18 13 7 6,7 14 24 17,3 15,5
Precipitazioni (mm) 48 58,7 79,5 87,9 134,6 99,6 61,7 55,1 67,3 118,1 66,3 64,3 171,0 302,0 216,4 251,7 941,1

Dallas ha un clima subtropicale umido, anche se questa regione del Texas è spesso soggetta, durante il periodo estivo, a vento caldo e secco proveniente da nord e da ovest (42 °C). Gli inverni sono generalmente miti, con giornate che spesso variano tra i 13 ed i 21 °C nel pomeriggio e tra i 2 e i 10 °C la notte. La temperatura più bassa registrata nella città è stata di -3 °F (-19 °C), il 18 gennaio 1930; la temperatura più alta registrata è stata invece di 113 °F (45 °C), il 26 e 27 giugno 1980.[2][3]

Origini del nomeModifica

Secondo le autorità cittadine, l'origine ufficiale del nome Dallas non è ancora nota. Il fondatore della città, John Neely Bryan, quando diede vita al primo insediamento urbano, disse che dedicava la città al suo "amico Dallas". Una delle ipotesi più comuni vuole che questo Dallas amico di Bryan sia George M. Dallas, undicesimo vice presidente statunitense. Tuttavia non esistono prove o testimonianze del fatto che Bryan conoscesse il vice presidente. Inoltre la zona era chiamata Dallas ancor prima dell'elezione di George Mifflin, avvenuta nel 1845.

Gli altri personaggi plausibili sono:

  • Il commodoro Alexandre James Dallas, fratello di George Mifflin.
  • Walter R. Dallas, che combatté a San Giacinto.
  • James L. Dallas, fratello di Walter, che fu Texas Ranger.
  • Joseph Dallas, che abitava la zona di Dallas alcuni anni prima dell'arrivo di Bryan.

StoriaModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Storia di Dallas.

Quando il Texas venne dichiarato ufficialmente parte del Vicereame della Nuova Spagna nel XVI secolo, l'area di Dallas era abitata da una tribù di indiani, i Caddo. In seguito i francesi colonizzarono l'area, che entrò a far parte del loro impero coloniale; tuttavia nel 1819 con il Trattato Adams-Onís si decise che il fiume Red River fosse il confine settentrionale della Nuova Spagna, che così inglobava anche il territorio di Dallas, che tornava sotto il controllo spagnolo. L'area rimase spagnola solo fino al 1821, quando il Messico dichiarò l'indipendenza dalla Spagna formando lo stato di Coahuila y Texas: l'area di Dallas diventava così messicana. Nel 1836 la Repubblica del Texas si staccò dal Messico, divenendo uno stato indipendente. Nel 1839, a soli tre anni dalla nascita della Repubblica, Warren Angus Ferris esplorò il territorio dove sorge ora la città di Dallas; in breve eliminò gli animali feroci che qui vivevano, decimando gli orsi e avvelenando i lupi. In seguito mise in fuga i nativi del luogo permettendo a John Neely Bryan di fondare la città di Dallas nel 1841. Nel 1845 la Repubblica texana fu annessa agli Stati Uniti e l'anno seguente fu creata la Contea di Dallas. Si è molto dibattuto sull'origine del nome della città: l'ipotesi più comune indica come fonte del nome George M. Dallas, Vicepresidente degli Stati Uniti.

Cronologia degli avvenimentiModifica

 
George Mifflin Dallas, undicesimo Vicepresidente americano; con ogni probabilità gli si deve il nome della città.

Cronologia dei principali avvenimenti che riguardano la città, dalla sua fondazione ad oggi.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Secondo il censimento[5] del 2010, c'erano 1,197,816 persone.

ReligioniModifica

Secondo uno studio del Pew Research Center del 2014, il cristianesimo è la religione prevalentemente praticata a Dallas (78%).[6][7] Una grande comunità Sikh risiede a Dallas e nelle sue periferie circostanti. Ci sono almeno tre Gurdwara in questa zona metropolitana.[8][9][10] Sono presenti diverse congregazioni di Unitariani universalisti, tra cui la First Unitarian Church of Dallas, fondata nel 1903.[11]

CulturaModifica

IstruzioneModifica

Nella città sono presenti 337 scuole pubbliche, 89 scuole private, 38 college e 32 biblioteche.[12]

BibliotecheModifica

Dallas è servita dal sistema dal Dallas Public Library. Esso è stato originariamente creato dalla Dallas Federation of Women's Clubs, in particolare dalla Presidente, la signora Henry (May Dickson) Exall.[13] Oggi la biblioteca dispone di 27 sedi in tutta la città, tra cui la J. Erik Jonsson Central Library del Distretto governativo della Downtown.[14]

ScuoleModifica

La maggior parte delle persone della città vivono all'interno del Distretto Scolastico Indipendente di Dallas (Dallas Independent School District), il 12º distretto scolastico per dimensioni degli Stati Uniti e il secondo (sempre per dimensioni) del Texas.[15] É frequentato da 161 000 studenti.[15] Nel 2006 una delle principali scuole del distretto, la School for the Talented and Gifted di Oak Cliff (un borgo di Dallas), è stata nominata la migliore scuola pubblica degli Stati Uniti da Newsweek, mantenendo la posizione nel 2007 e nel 2009. Un'altra scuola appartenente al distretto, il Science and Engineering Magnet, ha raggiunto l'ottavo posto nello stesso sondaggio del 2006 e ha raggiunto il secondo posto nella classifica dell'anno successivo.[16]

MuseiModifica

MediaModifica

Dallas possiede numerosi giornali locali, riviste, stazioni televisive e stazioni radio che servono l'agglomerato di Dallas-Fort Worth, il 5 ° mercato mediatico più grande degli Stati Uniti.[17] L'Hispanic Broadcasting Corporation (HBC), la più grande società del settore delle stazioni radio in lingua spagnola, ha sede a Dallas.[18] Nel 2003 la HBC è stata acquistata dalla Univision e cambia nome in Univision Radio Inc.; nonostante questo, le stazioni radio rimangono comunque nella città.[19]

ArteModifica

Il distretto artistico nel nord della Downtown è sede di diversi incontri ed è il più grande quartiere artistico degli USA.[20]

CucinaModifica

Dallas è nota per il suo barbecue, la cucina autentica messicana e quella Tex-Mex. Un famoso prodotto consumato a Dallas è il Margarita.[21]

Persone legate a DallasModifica

ArchitetturaModifica

 
Skyline di Dallas

A Dallas vi sono numerosi grattacieli, alcuni dei quali raggiungono e spesso superano i 200 metri di altezza. L'altezza degli edifici di Dallas ne fanno la quindicesima "città più alta del mondo".

Gli edifici di maggiore interesse presenti nella città sono stati progettati da architetti appartenenti ai movimenti artistici moderno e postmoderno. Numerosi sono gli edifici progettati da architetti modernisti[senza fonte], quali Bank of America Plaza, Renaissance Tower e Reunion Tower. Ieoh Ming Pei, architetto cinese naturalizzato statunitense ha invece progettato il Fountain Place, secondo edificio cittadino per altezza. Esempi di architettura postmoderna sono invece la JPMorgan Chase Tower della società finanziaria JPMorgan Chase e la Comerica Bank Tower.

Vi sono anche edifici più piccoli di struttura neogotica, come la cattedrale cattolica di Nostra Signora di Guadalupe ed il Kirby Building o di struttura neoclassica come i Davis e Wilson Building.

È in corso un progetto che prevede la costruzione di una serie di ponti progettati per Dallas dall'architetto spagnolo Santiago Calatrava.

EconomiaModifica

All'inizio l'economia di Dallas si basava sull'agricoltura e sulla sua posizione privilegiata nelle rotte commerciali dei nativi americani. Nel 1873 vennero costruite più linee ferroviarie attraverso la città. Nel 1900 la città divenne il più grande mercato interno del cotone nel mondo, diventando il leader nel settore della produzione di sgranatrici di cotone. Nel 1930 venne scoperta la presenza di petrolio ad est di Dallas, vicino a Kilgore, in Texas, inserendo la città al centro del mercato petrolifero della nazione. La scoperta della presenza del petrolio nel Bacino Permiano, nel Panhandle, nella Costa del Golfo e nell'Oklahoma negli anni successivi hanno ulteriormente consolidato la posizione di Dallas come centro del mercato petrolifero.[22]

Il Telecom Corridor, situato a Richardson (Texas), ospita più di 5 700 aziende.[23] A Dallas ha sede la Texas Instruments Incorporated, il terzo produttore mondiale di dispositivi elettronici; possiede inoltre centri di produzione, sviluppo e commercializzazione in 3 diversi continenti. Solo presso la sede e le centrali nella città impiega 10 400 dipendenti.[24] La società d'ingegneria Jacobs Engineering nell'ottobre 2016 si è trasferita da Pasadena a Dallas.[25] Nella città ha sede la Susan G. Komen for the Cure, la più grande e più conosciuta organizzazione contro il cancro al seno negli Stati Uniti.[26] Dal 1931 è presente l'Highland Park Village.[27] A Dallas è stato costruito il secondo centro commerciale più grande del Texas, ossia il NorthPark Center, oltre alla Galleria Dallas. Entrambi ricoprono un ruolo importante nel settore turistico della città.[28][29] Secondo l'elenco annuale "The Richest People in America" della rivista Forbes pubblicato il 21 settembre 2011 la città stessa ospita 17 miliardari, 3 in più rispetto al 2009. Nel 2009 era la sesta città al mondo per numero di miliardari.[30][31]

Infrastrutture e trasportiModifica

SportModifica

Dallas è rappresentata in tutte le principali leghe professionistiche statunitensi:

Da segnalare anche la presenza di uno dei centri della WOGA, famoso team della ginnastica artistica a livello mondiale.

AmministrazioneModifica

PoliticaModifica

Alle elezioni del 2004 il 57% degli elettori votò per John Kerry.[32] Nella Contea di Dallas il 50% degli elettori aveva votato per George W. Bush e il 49% per Kerry.[33] Alle elezioni del 2016 il 68% degli elettori ha votato per Hillary Clinton, mentre il 28% per Donald Trump.[34] Nella contea di Dallas il 61% dei votanti ha scelto Clinton, mentre il 35% Trump.[34]

GemellaggiModifica

Dallas ha sei città gemellate e cinque "città di amicizia".[35]

Città gemellate

"Città di amicizia"

NoteModifica

  1. ^ (EN) Dallas | Texas, United States, Encyclopedia Britannica, 23 aprile 2014. URL consultato il 10 aprile 2015.
  2. ^ Dallas/Fort Worth – All-Time Maximum and Minimum Temperatures, National Weather Service Fort Worth. URL consultato il 5 dicembre 2011.
  3. ^ NowData – NOAA Online Weather Data, National Oceanic and Atmospheric Administration. URL consultato il 30 novembre 2012.
  4. ^ DallasZoo.com Archiviato il [Data mancante], in Archive.is
  5. ^ American FactFinder, United States Census Bureau. URL consultato il 25 gennaio 2017.
  6. ^ Major U.S. metropolitan areas differ in their religious profiles, Pew Research Center
  7. ^ America's Changing Religious Landscape, Pew Research Center: Religion & Public Life, 12 maggio 2015.
  8. ^ Sikh Temple of North Texas, Sikhtempledallas.org. URL consultato il 23 maggio 2010 (archiviato dall'url originale l'11 aprile 2010).
  9. ^ Gurdwara Singh Sabha of North Texas, Richardson, Gurdwararichardson.org. URL consultato il 23 maggio 2010.
  10. ^ Sikh Gurdwaras in USA – Sikh Gurdwara in USA, Gurdwara.us. URL consultato il 23 maggio 2010.
  11. ^ First Unitarian Church of Dallas official site, Dallasuu.org. URL consultato l'11 maggio 2013.
  12. ^ suva wiki content software at, Mywikicity.com. URL consultato il 23 maggio 2010.
  13. ^ DallasLibrary.orgHistory. RetrieRecuperato il 1º maggio 2006. Archiviato il 16 maggio 2010 in Internet Archive.
  14. ^ DallasLibrary.org. Recuperato il 13 marzo 2006.
  15. ^ a b DallasISD.orgInside DISD Archiviato il 10 maggio 2006 in Internet Archive.. Recuperato il 1º maggio 2006.
  16. ^ Newsweek America's Best High Schools – MSNBC.com Archiviato il 16 giugno 2006 in Internet Archive.. Recuperato il 1º maggio 2006.
  17. ^ Fall 2006 Market Ratings, Arbitron.com. URL consultato l'11 maggio 2013.
  18. ^ Emailwire.com – "Hispanic Broadcasting Corporation Announces Renan Almendarez Coello, El Cucuy De La Mañana, 'is Taking His Career to New Heights' Archiviato il 10 agosto 2015[Date mismatch] in Internet Archive.". Originariamente pubblicato il 30 gennaio 2003. Recuperato il 19 ottobre 2006. Copia archiviata, emailwire.com. URL consultato il 20 ottobre 2006 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2015).
  19. ^ Business.comHispanic Broadcasting Corporation. Recuperato il 19 ottobre 2006. Archiviato il 24 agosto 2015 in Internet Archive.
  20. ^ ArtPlace names the Dallas Arts District one of the nation's top 12 ArtPlaces, su The Dallas Morning News. URL consultato il 7 settembre 2014.
  21. ^ Colleen McCain Nelson, One Man's Invention, Forever Frozen In Time – Dallas: Margarita Machine Takes Its Rightful Place In History, in Dallas Morning News, 5 ottobre 2005. URL consultato il 7 febbraio 2007 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2006).
  22. ^ Darwin Payne, Chapter VII: The Emergence of "Big D", in Dallas, an illustrated history, Woodland Hills, California, Windsor Publications, 1982, pp. 189–221, ISBN 0-89781-034-1.
  23. ^ Telecom Corridor website. Recuperato il 21 febbraio 2006.
  24. ^ Texas InstrumentsFact Sheet. Recuperato il 1º ottobre 2006.
  25. ^ Global engineering firm to relocate headquarters from California to Dallas, Dallas Business Journal. URL consultato il 22 aprile 2017.
  26. ^ Gayle A. Sulik, Pink Ribbon Blues: How Breast Cancer Culture Undermines Women's Health, United States of America, Oxford University Press, 2010, pp. 146–150, ISBN 0-19-974045-3, OCLC 535493589.
  27. ^ [1] – Recuperato il 20 febbraio 2007.
  28. ^ NorthPark Center, northparkcenter.com. URL consultato il 21 novembre 2016.
  29. ^ Galleria Dallas, galleriadallas.com. URL consultato il 21 novembre 2016.
  30. ^ The Richest People in America, September 21, 2011, su Forbes Magazine. URL consultato il 26 ottobre 2011.
  31. ^ Top World Cities for Billionaires, 22 Aprile 2009, Overseas Property Mall, Guide to International Real Estate Investment. URL consultato il 26 ottobre 2011.
  32. ^ DemocraticResearch Blog, Pages.sbcglobal.net, 4 luglio 2001. URL consultato il 23 maggio 2010 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2010).
  33. ^ Dave Leip's Atlas of U.S. Presidential Elections – State Data, Uselectionatlas.org. URL consultato il 14 agosto 2010.
  34. ^ a b Dallas – Election Results, Dallas County Elections, 21 novembre 2016. URL consultato il 23 novembre 2016.
  35. ^ http://www.dallas-ecodev.org/international/sister-cities/ (in inglese)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autorità GND: (DE4085382-2 · BNF: (FRcb12002459p (data)
  Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Texas