Apri il menu principale
Khamrabaevite
Classificazione Strunz (ed. 10)1.BA.20
Formula chimica(Ti,V,Fe)C[1]
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallinomonometrico
Sistema cristallinoisometrico[1]
Classe di simmetriaesottaedrica
Parametri di cellaa = 4,319(5), Z=8[1]
Gruppo puntuale4/m 3 2/m
Gruppo spazialeF m3m[1]
Proprietà fisiche
Densità10,01[1] g/cm³
Durezza (Mohs)9-9½[1]
Sfaldaturaassente[1]
Fratturairregolare[1]
Coloregrigio scuro[1]
Lucentezzametallica[1]
Opacitàopaca
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La khamrabaevite è un minerale scoperto nel 1984 sui monti Arashan nel distretto di Čatkal, in Russia. Il minerale è stato dedicato a Ibragim Khamrabaevich Khamrabaeva, direttore dell'istituto di Geologia e Geofisica di Tashkent, Uzbekistan: è composto in media al 46,63% da titanio, al 24,81 da vanadio, al 9,07 da ferro e per il restante 19,50% da carbonio.[1]

MorfologiaModifica

La khamrabaevite è stata trovata sotto forma di cristalli cubici scheletrici di dimensioni da 0,1 a 0,3mm.[1]

Origine e giacituraModifica

Si trova nelle porfidi basaltici amigdaloidi e nelle parti esterne dei cristalli cubici di suessite. È stata trovata anche nella granodiorite ed in sferule composte principalmente da magnetite e ferro nativo.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m (EN) Pete J. Dunn, Ferraiolo James A., Fleischer Michael, Gobel Volker, Grice Joel D., Langley Richard H., Shigley James E., Vanko David A., Zilczer Janet A., New mineral names (PDF), in American Mineralogist, vol. 70, 1985, pp. 1329-1335. URL consultato il 16 novembre 2012.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia