Apri il menu principale

BiografiaModifica

Stagioni 1992-1997Modifica

Slalomista di alto livello originaria di Burnsville, Kristina Koznick debuttò in capo internazionale in occasione dei Mondiali juniores di Maribor 1992 in Slovenia, giungendo 25ª nello slalom gigante e 4ª nello slalom speciale.

In Coppa del Mondo ottenne il primo piazzamento di rilievo il 24 gennaio 1993 a Haus, in Austria, quando fu 21ª in slalom speciale. Nella stessa stagione ai Mondiali juniores di Monte Campione/Colere bissò il 4º posto nello slalom speciale dell'anno prima. Anche nelle sue prime apparizioni iridate gareggiò tra i pali stretti: a Sierra Nevada 1996 fu 19ª, mentre a Sestriere 1997 non concluse la prima manche.

Stagioni 1998-2003Modifica

Il 28 dicembre 1997 conquistò il suo primo podio in Coppa del Mondo a Lienz, in Austria, classificandosi 2ª alle spalle della svedese Ylva Nowén. Un mese dopo, il 29 gennaio 1998, si aggiudicò il primo successo, sempre tra i pali stretti, a Åre in Svezia; in seguito esordì ai Giochi olimpici invernali, ma a Nagano 1998 non terminò la prova di slalom speciale. In quella stagione in Coppa del Mondo, dopo aver totalizzato quattro podi, fu 2ª nella classifica di slalom speciale, staccata di 60 punti dalla vincitrice Nowén.

Ai Mondiali di Vail/Beaver Creek 1999 non terminò né lo slalom gigante né lo slalom speciale, mentre due anni dopo, nella rassegna iridata di Sankt Anton 2001, nelle medesime specialità si piazzò rispettivamente 15ª e 8ª: fu, quest'ultimo, il miglior piazzamento iridato della carriera della Koznick. Nella stagione 2001-2002 partecipò ai XIX Giochi olimpici invernali di Salt Lake City 2002, classificandosi 17ª nello slalom gigante e non terminando lo slalom speciale, e in Coppa del Mondo fu nuovamente 2ª nella classifica di slalom speciale, a 79 punti dalla vincitrice Laure Pequegnot.

Stagioni 2003-2008Modifica

Ai Mondiali di Sankt Moritz del febbraio 2003 fu 12ª nello slalom gigante e non portò a termine lo slalom speciale; un mese dopo, il 13 marzo, ottenne l'ultimo successo in Coppa del Mondo nello slalom speciale di Lillehammer in Norvegia. Il 20 gennaio 2005 si piazzò per l'ultima volta sul podio in Coppa del Mondo giungendo seconda nello speciale di Zagabria Sljeme, in Croazia, dietro alla finlandese Tanja Poutiainen; ai successivi Mondiali di Bormio/Santa Caterina 2005, sua ultima presenza iridata, fu 23ª nello slalom gigante e non completò lo slalom speciale.

Abbandonò l'attività agonistica ai massimi livelli in occasione dei XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006, dove non terminò la prova di slalom speciale, per continuare a prendere saltuariamente parte a gare FIS fino al definitivo ritiro, nell'aprile del 2008; l'ultima gara dell'atleta fu uno slalom speciale disputato il 6 aprile 2008 sulle nevi di Vail, negli Stati Uniti.

PalmarèsModifica

Coppa del MondoModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 8ª nel 2002
  • 20 podi (tutti in slalom speciale):
    • 6 vittorie
    • 10 secondi posti
    • 4 terzi posti

Coppa del Mondo - vittorieModifica

Data Località Paese Specialità
29 gennaio 1998 Åre   Svezia SL
28 dicembre 1998 Semmering   Austria SL
10 marzo 2000 Sestriere   Italia SL
19 marzo 2000 Bormio   Italia SL
20 gennaio 2002 Berchtesgaden   Germania SL
15 marzo 2003 Lillehammer   Norvegia SL

Legenda:

SL = slalom speciale

Campionati statunitensiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Profilo FIS (dati parziali), su data.fis-ski.com. URL consultato il 3 marzo 2015.

Collegamenti esterniModifica