L'angelo del miracolo

L'angelo del miracolo è un film del 1945 diretto da Piero Ballerini (che ne curò anche il montaggio), tratto dal racconto omonimo di Hans Christian Andersen, adattato da Alessandro De Stefani.

L'angelo del miracolo
film perduto
Paese di produzioneItalia
Anno1945
Dati tecniciB/N
Generedrammatico, sentimentale
RegiaPiero Ballerini
SoggettoHans Christian Andersen, adattato da Alessandro De Stefani
SceneggiaturaPiero Ballerini, Alessandro De Stefani, Gianni Granzotto
ProduttoreMariangela Nuvoletti
Casa di produzioneVittoria Film
Distribuzione in italianoE.N.I.C.
FotografiaAlberto Fusi
MontaggioPiero Ballerini
MusicheArmando La Rosa Parodi
ScenografiaItalo Cremona
Interpreti e personaggi

TramaModifica

ProduzioneModifica

La pellicola venne girata negli stabilimenti veneziani del Cinevillaggio, centro di produzione cinematografica dell'Italia repubblichina, sorto in alternativa a Cinecittà, all'epoca abbandonata a causa della guerra in corso.

Girato tra il dicembre del 1944 e il febbraio del 1945 ebbe parecchie difficoltà produttive e distributive, a causa dei drammatici eventi bellici che stavano sconvolgendo l'Italia in quel periodo.

CastingModifica

In principio l'attore protagonista doveva essere Memo Benassi, il quale si ammalò e dovette essere sostituito con un altro attore, dal nome ignoto, il quale pochi giorni dopo la ripresa della lavorazione morì di paralisi. In seguito il ruolo di Andrea venne affidato a Emilio Baldanello, che ebbe anche lui una paralisi e venne ricoverato in ospedale[1].

DistribuzioneModifica

Il film circolò brevemente nella primavera del 1945 nelle sole località centro-settentrionali facenti parte della Repubblica di Salò, poco prima della fine della guerra e della caduta del fascismo.

A oggi non risulta presente nei cataloghi dell'E.N.I.C. (l'ente pubblico che distribuì tutti i film prodotti durante la RSI) ed è dunque da considerarsi perduto.

AccoglienzaModifica

Come quasi tutti i film prodotti durante il Cinevillaggio, anche L'angelo del miracolo passò completamente inosservato sia dal pubblico sia dalla critica.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema