L7 (gruppo musicale)

gruppo musicale statunitense
L7
L7 band live.jpg
Paese d'origineStati Uniti Stati Uniti
GenereGrunge[1]
Riot grrrl[1]
Alternative metal[1]
Rock alternativo[1]
Punk rock
Hardcore punk
Periodo di attività musicale1985 – 2000
2014 – in attività
EtichettaEpitaph, Sub Pop, Reprise
Album pubblicati12
Studio8
Live2
Raccolte2
Sito ufficiale

Le L7 sono un gruppo musicale statunitense formato nel 1985 a Los Angeles, California. Di genere grunge[1] e alternative metal, sono tra le più note esponenti del movimento riot grrrl[2] e il primo gruppo grunge femminile ad aver raggiunto un discreto successo.[3]

Origine del nomeModifica

L7 è un gioco di parole che fa riferimento allo slang degli anni cinquanta Hell's Heaven. Accompagnato da un gesto con le mani a delineare un quadrato tra le dita indice e pollice, è un modo per indicare una persona rigida, impacciata o di scarsa compagnia, citato nel verso della canzone Woolly Bully di Sam the Sham and the Pharaohs del 1965: «Don't you be L7, come and learn to dance».[3]

StoriaModifica

Il gruppo viene fondato a Los Angeles a metà degli anni ottanta da Suzi Gardner e Donita Sparks, entrambe cantanti e chitarriste, e quasi subito alle due cantanti si aggiungono la bassista ex Sugar Baby Doll Jennifer Finch e la batterista Demetra Plakas. Il lavoro di debutto delle quattro riot grrrls, è l'album omonimo L7 (Epitaph, 1988), dalle sonorità piuttosto metal e punk, dopo il quale la band comincia un lungo periodo on the road.[3]

Nel 1991 pubblicano Smell the Magic per la Sub Pop[2] e contemporaneamente creano Rock for Choice, organizzazione no-profit a sostegno dei diritti umani che organizza concerti benefici con Nirvana, Hole, Pearl Jam e Neil Young tra gli altri.

L'anno successivo passano alla Slash/Reprime per la quale pubblicano l'album più conosciuto, Bricks are Heavy. Il successo non viene però bissato nel 1994 da Hungry for Stink, anche se nello stesso anno le L7 partecipano all'evento di Lollapalooza. Nel frattempo Jennifer Finch lascia il gruppo, rimpiazzata dalla ex Belly Gail Greenwood.

Le L7 prendono parte inoltre al film-concerto The Beauty Process che Krist Novoselic, già bassista dei Nirvana, gira proprio nel 1998[3].

Nel 2000 esce la raccolta Best of L7: The Slash Years.

Nel 2014 il gruppo si riunisce per una tournée mondiale.[4]

FormazioneModifica

Discografia parzialeModifica

Album di studioModifica

Album dal vivoModifica

RaccolteModifica

EPModifica

SingoliModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e (EN) L7, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 12 agosto 2015.  
  2. ^ a b Eddy Cilia, 20 Essenstials: Grunge (1986-1994), in Blow Up, n. 191, Tuttle Edizioni, aprile 2014, p. 68.
  3. ^ a b c d Eddy Cilìa, 1999
  4. ^ (EN) Attention: you did it!!!, su L7. URL consultato il 19 maggio 2017 (archiviato dall'url originale il 29 agosto 2017).

BibliografiaModifica

  • Sergio Cerati, Le guide pratiche di Rumore - Grunge, Giunti/Apache Edizioni, 2001.
  • Eddy Cilia, Grunge, Firenze, Giunti, 1999, ISBN 88-09-21730-6.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN225149106238968491935 · LCCN (ENn93034941 · GND (DE10298821-3 · BNF (FRcb13953101h (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n93034941