Apri il menu principale

La fiamma

opera di Ottorino Respighi su libretto di Claudio Guastalla
La fiamma
Lingua originaleitaliano
Generemelodramma
MusicaOttorino Respighi
LibrettoClaudio Guastalla
Fonti letterarieAnne Pedersdotter, ovvero La strega di Hans Wiers-Jenssen
Attitre
Prima rappr.23 gennaio 1934
TeatroTeatro dell'Opera di Roma
Personaggi
  • Eudossia (mezzosoprano)
  • Basilio (baritono)
  • Donello (tenore)
  • Silvana (soprano)
  • Agnese (mezzosoprano)
  • Monica (soprano)
  • Agata (soprano)
  • Lucilla (mezzosoprano)
  • Sabina (mezzosoprano)
  • Zoe (mezzosoprano)
  • Il vescovo (basso)
  • L’esorcista (basso)
  • Ancelle, turba, clero, fedeli

La fiamma P 175 è un'opera di Ottorino Respighi su libretto di Claudio Guastalla. La prima rappresentazione si tenne con successo il 23 gennaio 1934 al Teatro dell'Opera di Roma.

Quest'opera, rispetto a lavori precedenti di Respighi, segna un ritorno ai «confini tradizionali del melodramma italiano, con assoluto dominio del canto e con l'orchestra in funzione complementare».[1]. In essa hanno molta importanza le parti corali e gli interventi del clero, «che assumono carattere arcaico».[1]

Indice

Cast della prima rappresentazioneModifica

Personaggio Interprete
(Direttore: Ottorino Respighi)[2]
Eudossia Aurora Buades d'Alessio
Basilio Carlo Tagliabue
Donello Angelo Minghetti
Silvana Giuseppina Cobelli
Agnese Angelica Cravcenco
Monica Laura Pasini
Agata Matilde Arbuffo
Lucilla Giuseppina Sani
Sabina Giorgina Tremari
Zoe Maria Mariani
Il vescovo Pierantonio Prodi
L'esorcista Augusto Romani

La regia era di Alessandro Sanine, la scenografia di Nicola Benois.

TramaModifica

La trama si basa sulla vicenda di Anne Pedersdotter, una donna norvegese che fu accusata di stregoneria e bruciata sul rogo nel 1590, soggetto di un dramma di Hans Wiers-Jenssen, ma l'ambientazione è trasposta nella Ravenna bizantina.

Atto IModifica

La giovane Silvana è figlia di una strega e si dice che ella stessa abbia poteri magici. È infelicemente sposata con l'esarca Basilio, e il matrimonio è inviso alla madre di Basilio, Eudossia, che rende la vita impossibile a Silvana.

Atto IIModifica

Quando dopo un lungo viaggio ritorna da Bisanzio Donello, il figlio del primo matrimonio di Basilio, tra lui e Silvana sboccia un'irresistibile passione.

Atto IIIModifica

Eudossia scopre il legame tra Silvana e Donello. Basilio affronta Silvana che reagisce con rabbia difendendo il suo sentimento per Donello e accusando Basilio di averle rubato la giovinezza. Durante la violenta lite Basilio muore e Silvana è accusata di omicidio e stregoneria.

Nel processo che segue, nella basilica di San Vitale, Silvana nega l'accusa di stregoneria e dice di avere agito solo per amore. Donello cerca di attribuirsi ogni colpa e Silvana sta per essere assolta, ma Eudossia interviene e ribadisce le accuse. La rabbia di Eudossia ha la meglio e lo stesso Donello si convince che Silvana sia una strega. Silvana perde la forza di difendersi e resta sola e ripiegata su se stessa, mentre il vescovo le getta l'anatema e il pubblico fugge inorridito.

Organico orchestraleModifica

DiscografiaModifica

  • 1955 - Lucia Danieli (Eudossia), Carlo Tagliabue (Basilio), Giacinto Prandelli (Donello), Mara Coleva (Silvana), Maria Teresa Mandalari (Agnese) - Orchestra e Coro della RAI di Milano - Direttore Francesco Molinari-Pradelli - (G.O.P.)[4]
  • 1985 - Klára Takács (Eudossia), Sándor Sólyom-Nagy (Basilio), Péter Kelen (Donello), Ilona Tokody (Silvana), Tamara Takács (Agnese) - Orchestra di Stato ungherese e Coro della Radiotelevisione ungherese - Direttore Lamberto Gardelli - Hungaroton SLPD 12591-93 (3 LP, 1985), HCD 12591-93 (3 CD, 1995) [5][6]
  • 1997 - Mariana Pentcheva (Eudossia), David Pittman-Jennings (Basilio), Gabriel Sadè (Donello), Nelly Miricioiu (Silvana), Cinzia de Mola (Agnese) - Orchestra e Coro del Teatro dell'Opera di Roma - Direttore Gianluigi Gelmetti - (Agorà. Registrazione dal vivo, dicembre 1997)[7]

NoteModifica

  1. ^ a b "Fiamma" di Respighi al Teatro dell'Opera, La Stampa, 24 gennaio 1934, p. 5
  2. ^ Première de La fiamma, almanacco di amadeusonline (URL consultato il 26 ottobre 2013)
  3. ^ Ottorino Respighi - catalogo, Orchestra Virtuale del Flaminio. URL consultato il 29 giugno 2014.
  4. ^ Dati della registrazione su Operaclass
  5. ^ (EN) Recensione su MusicWeb International
  6. ^ Dati della registrazione su Operaclass
  7. ^ Dati della registrazione su Operaclass

Collegamenti esterniModifica

  • Virgilio Bernardoni: Fiamma, La, in Piero Gelli (curatore), Dizionario dell'opera, Milano, Baldini&Castoldi, 1996, ISBN 88-8089-177-4.