La porta rossa

serie televisiva italiana
La porta rossa
La porta rossa.PNG
Sigla della serie televisiva
PaeseItalia
Anno2017 – in produzione
Formatoserie TV
Generethriller, noir, poliziesco, fantastico
Stagioni2
Episodi24
Durata50 min (episodio)
Lingua originaleitaliano
Rapporto18:9
Crediti
IdeatoreCarlo Lucarelli, Giampiero Rigosi
RegiaCarmine Elia
SceneggiaturaCarlo Lucarelli, Giampiero Rigosi, Sofia Assirelli, Michele Cogo, Davide Orsini
Interpreti e personaggi
FotografiaAlessandro Pesci, Roberto Cimatti
MontaggioLorenzo Fanfani, Marco Garavaglia
MusicheStefano Lentini
ScenografiaNino Formica, Marco Belluzzi
CostumiAntonella Cannarozzi, Giuliana Cau
ProduttoreMaurizio Tini, Tommaso Dazzi
Casa di produzioneRai Fiction, VelaFilm
Prima visione
Dal22 febbraio 2017
Alin corso
Rete televisivaRai 2

La porta rossa è una serie televisiva italiana prodotta da Rai Fiction e ideata da Carlo Lucarelli e Giampiero Rigosi. Dal 22 febbraio 2017 va in onda in prima visione assoluta su Rai 2 la prima stagione. La serie viene confermata per una seconda stagione che è andata in onda dal 13 febbraio 2019.

TramaModifica

La serie è ambientata a Trieste. Il commissario Leonardo Cagliostro, impulsivo, dai metodi spesso bruschi ed assai poco ortodossi, per nulla incline a seguire procedure e direttive dettate dai suoi superiori, è alle prese con il caso più complicato della sua carriera: indagare sul suo stesso omicidio.

L'uomo infatti è stato ucciso durante un'azione di polizia in solitaria, ma, anziché attraversare la Porta rossa che separa la vita dalla morte e che conduce all'aldilà, sceglie di rimanere nel mondo terreno, diventando così un fantasma per scoprire chi è il suo assassino: solo così, infatti, potrà salvare la vita di sua moglie, il magistrato Anna Mayer. Quest'ultima, infatti, è oggetto di alcune visioni sul futuro che Leonardo ha avuto dopo la morte, nelle quali lei verrebbe uccisa dal suo stesso assassino, nella sua casa durante il periodo natalizio (in quanto nella visione è presente anche un albero di Natale).

Le uniche persone che possono aiutarlo sono una ragazza di diciassette anni, Vanessa Rosic, che scopre per caso di essere una medium ed è anche l'unica persona in grado di vederlo e sentirlo, e Jonas Sala, un altro spirito che si trova nella sua stessa situazione, che aiuta Leonardo a districarsi nella sua nuova condizione di fantasma.

Ben presto si scopre che l'assassino di Leonardo, molto probabilmente, è un suo collega della questura che condurrebbe dunque una doppia vita legata al traffico di una nuova potente e letale droga chimica che sta invadendo da tempo Trieste, la Red Ghost, su cui Leonardo stava indagando prima di essere ucciso e avrebbe dunque teso una trappola mortale al commissario. Ma tutti i colleghi di Leonardo sembrano avere qualcosa da nascondere e quindi sono tutti dei possibili sospetti. Anche il magistrato Antonio Piras, collega di Anna, da sempre innamorato di lei e che ha sempre avuto un odio malcelato nei confronti di Leonardo (peraltro reciproco) e il padre di Anna, Elvio, che non ha mai avallato la scelta della figlia di sposarsi con il commissario, sembrano avere degli scheletri nell'armadio.

Prima stagioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Episodi de La porta rossa (prima stagione).

Il commissario Leonardo Cagliostro indaga sulla morte della giovane Ambra Raspadori, deceduta a causa di un'overdose da Red Ghost, una nuova terribile droga sintetica che circola a Trieste. Cagliostro è sposato con il magistrato Anna Mayer, con la quale si è separato già da due mesi, nonostante entrambi siano ancora profondamente innamorati l'uno dell'altra. Cagliostro non riceve dal magistrato Piras l'autorizzazione per un'operazione che garantirebbe l'arresto del criminale noto come il Messicano, ovvero colui che rifornisce la città di Red Ghost, quindi di sua iniziativa va nel luogo dove tale Messicano si nasconde dopo aver ricevuto una soffiata, ma sia Cagliostro che il Messicano vengono uccisi da un uomo non identificato. Appare dunque la porta rossa: i morti, attraversandola, lasciano il mondo dei vivi; tuttavia, al contrario del Messicano, Cagliostro sceglie di non oltrepassarne la soglia poiché ha avuto una visione in cui Anna sarebbe stata uccisa durante il periodo natalizio dal suo stesso assassino.

Da fantasma, Cagliostro non ha idea di come salvare Anna, ma per un colpo di fortuna incontra una giovane ragazza, Vanessa Rosic, che si rivela l'unica a poterlo vedere e sentire. L'incontro con Cagliostro farà prendere atto a Vanessa di essere una medium; nonostante l'iniziale ostilità nei riguardi del defunto poliziotto, la ragazza deciderà di aiutarlo. Cagliostro scoprirà che a ucciderlo è stato uno dei suoi colleghi della Questura: tra essi figurano Diego Paoletto, Stella Mariani, Valerio Lorenzi e il vicequestore Rambelli, che per Leonardo rappresenta una sorta di figura paterna. I sospetti di Cagliostro ricadono su Piras a causa dell'astio reciproco che li lega, dato che il magistrato è sempre stato innamorato di Anna, e anche sul collega Diego Paoletto con cui non andava molto d'accordo, scoprendo però alla fine la loro innocenza. Cagliostro scoprirà che Anna è in dolce attesa e sta per avere una figlia da lui. Purtroppo Anna, iniziando a indagare sulla vita del defunto marito, scoprirà cose che non le piaceranno: ad esempio, la relazione con Stella, innamorata di lui e non ricambiata. Cagliostro, infatti, anche dopo la separazione, aveva deciso di voler provare a salvare il suo matrimonio.

Impossibilitato a comunicare con i vivi, a Cagliostro non resta altro che vedere la sofferenza che si è lasciato alle spalle, gli errori e le persone che ha ferito o che non ha giudicato nel modo giusto quando era vivo, provando rabbia per se stesso a causa del modo in cui in passato aveva ferito Anna, a dispetto del sincero amore che provava per lei. Cagliostro scoprirà di non essere solo: incontrerà un altro spirito intrappolato sulla terra, di nome Jonas Sala. Da anni quest'ultimo è in coma all'ospedale di Trieste a causa di un colpo di pistola ed egli si trova in bilico tra la vita e la morte; in un certo qual modo Jonas rappresenta una guida per lui.

Vanessa e Cagliostro si affezioneranno sempre di più l'uno all'altra, arrivando a sviluppare tra loro una sorta di rapporto padre-figlia. I genitori della ragazza erano morti in un incendio: Cagliostro si immedesima in lei, essendo stato anch'egli orfano, cresciuto senza mai aver conosciuto i suoi genitori. Vanessa ha una storia con Raffaele Gherardi, rampollo di una famiglia della città-bene, sebbene Vanessa non sia molto presa da lui: infatti la loro storia durerà poco. La ragazza finirà con l'innamorarsi di Filip, ragazzo introverso ma dal cuore d'oro, e lui la aiuterà a scoprire la verità su sua madre Eleonora: la donna infatti non era morta nell'incendio come Vanessa aveva sempre pensato, ma aveva semplicemente abbandonato la figlia. La zia di Vanessa, Stefania le ha nascosto la verità. Anche Eleonora è una medium e giungerà a Trieste dopo aver preso atto che sua figlia ha i suoi stessi poteri.

Lorenzi, che lavora come talpa per alcuni criminali che gestiscono il racket della prostituzione, cerca di infangare Cagliostro facendo passare lui per la talpa, ma il suo piano non funziona e viene arrestato da Paoletto e Rambelli, mentre tiene in ostaggio Anna, minacciando di ucciderla. Si scoprirà infine che l'assassino di Cagliostro era proprio lo stesso Rambelli; suo figlio e Raffaele (che era suo amico) avevano causato la morte di Ambra Raspadori dandole della Red Ghost, il Messicano aveva costretto Rambelli a coprirlo, con la minaccia di rendere pubblica la verità sul figlio, ma alla fine Rambelli oltre a uccidere Cagliostro ha ucciso pure il Messicano. Raffaele, che ormai aveva deciso di dire tutta la verità alla polizia, muore dopo che Rambelli lo costringe a prendere troppa Red Ghost, finendo in overdose. Proprio come aveva visto Cagliostro nella sua visione, Rambelli andrà a casa di Anna e le sparerà. Fortunatamente Piras arriva subito dopo ed ingaggia una lotta con Rambelli e gli spara senza ucciderlo. Anna viene ricoverata in ospedale, dove in un'esperienza tra la vita e la morte vede il marito; i due hanno la possibilità di dirsi addio e lui le chiede di chiamare la loro bambina Vanessa. Anna riesce a salvarsi e ha modo di conoscere Vanessa, non credendo in un primo momento al suo racconto e alla sua capacità di vedere lo spirito di Leonardo, ma poi capisce che dice la verità quando apprenderà il suo nome, lo stesso che il marito le aveva chiesto di dare alla figlia.

Dopo l'arresto di Rambelli, tutto sembra andare nel verso giusto. Vanessa e Filip diventano una coppia, ma Eleonora è preoccupata, c'è il rischio che il rapporto tra Vanessa e Cagliostro diventi troppo simbiotico e alla lunga pericoloso.

Nel frattempo Cagliostro scopre che Jonas e Rambelli si conoscevano e il suo incontro con Jonas non era casuale. Successivamente Jonas si sveglia dal coma e Cagliostro decide che non è ancora il momento di attraversare la porta rossa, poiché ci sono ancora troppe incognite.

Seconda stagioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Episodi de La porta rossa (seconda stagione).

Sono passati diversi mesi dalla morte del commissario e dall'arresto di Rambelli, e Anna dà alla luce la sua bambina, e rispettando il volere di Leonardo la chiama Vanessa, ma Cagliostro ha un'altra visione: sua figlia che viene rapita e portata in una fabbrica abbandonata, dove tra l'altro viene trovato il cadavere di un criminale, Mauro Brezigar, e dato che Cagliostro sospetta che possa esserci un legame tra la morte del delinquente e il futuro rapimento di sua figlia, indaga sulla sua morte dovendo chiedere nuovamente aiuto a Vanessa. Anche Paoletto e Mariani indagano sulla morte di Brezigar. A capo dell'indagine c'è Marco Jamonte, il nuovo vicequestore che ha preso il posto di Rambelli.

Le indagini della Questura, come quelle di Cagliostro e Vanessa, portano alla confraternita della "Fenice", i cui membri, tutti appartenenti all'alta società di Trieste, in passato si erano arricchiti tramite il porto navale per il contrabbando. Purtroppo, molti anni prima, degli orfani che volevano portare a Trieste tramite la loro nave da trasporti, morirono malauguratamente durante il viaggio. Tra i membri della "Fenice" figurano don Giulio, il procuratore Vittorio Alessi e Patrizia Durante, la madre di Raffaele Gherardi.

Jonas dopo 30 anni di coma, viene accudito dall'ex fidanzata Silvia Pess, e Cagliostro scoprirà che Jonas e Silvia sono i suoi genitori. Vanessa lascerà Filip, già da tempo la loro storia era entrata in crisi, dato che Filip si sentiva minacciato dal legame che unisce Cagliostro e Vanessa, quest'ultima infatti è diventata troppo dipendente dal fantasma perdendo il contatto con la gente comune, a tratti ne sembra quasi innamorata. Eleonora, dopo aver aperto un bar, assume alle sue dipendenze un misterioso ragazzo di nome Federico, che rivela a Vanessa di essere pure lui un medium, proprio lui farà prendere atto alla ragazza che Cagliostro è il suo "spirito ombra": questo vuol dire che tra Vanessa e Cagliostro c'era un legame antecedente alla morte del commissario. Grazie a Federico, la giovane medium scoprirà che può esercitare del potere sul suo spirito ombra. Eleonora è perseguitata dallo spirito di Alessandro, il suo defunto ex fidanzato, lui stesso causò l'incendio dove morì il padre di Vanessa, ma alla fine Eleonora, grazie all'aiuto di Cagliostro, permetterà ad Alessandro di attraversare la porta rossa.

Lucia Bugatti, giornalista e amante di Paoletto, indaga sulla Fenice, di cui il defunto fratello ne era membro, ma viene ritrovata morta. Rambelli viene processato per l'omicidio di Cagliostro, ma riesce a manipolare gli eventi a suo favore cercando di far ricadere la colpa su Piras, il quale muore, mentre Rambelli viene prosciolto dai capi d'accusa, uscendo di prigione, salvo poi essere ucciso.

Cagliostro capirà che la persona che in passato sparò al padre è la stessa che ha ucciso Brezigar e Rambelli, che si rivelerà essere Silvia. Infatti lei sparò al suo fidanzato, dopo che lui aveva rubato dalla banca su richiesta di Rambelli una cassetta di proprietà di Alessi, dove dentro era custodito un libro, I misteri del Conte di Cagliostro, il libro mastro dove erano riportati i nomi dei membri della Fenice e tutti i loro traffici. Quando diede alla luce il figlio lo affidò a Rambelli che lo portò in orfanotrofio, solo Rambelli era a conoscenza del fatto che Silvia aveva sparato a Jonas, ricattandola tramire Brezigar, che infatti era l'informatore di Rambelli. Silvia, stufa dei ricatti, uccise Brezigar, e poi anche Rambelli, rubandogli poi il libro mastro, con il quale Rambelli aveva ricattato la Fenice affinché con la loro influenza manipolassero il processo per assolverlo dalle accuse, sono stati i membri della Fenice a far uccidere Piras e Lucia. Vanessa, entrerà di nascosto nella casa di Alessi per trovare delle prove contro di lui, ma il procuratore aggredirà la ragazza, che verrà salvata da Stella e Paoletto che arresteranno Alessi.

Silvia, in preda alla disperazione e alla paranoia, rapirà la sua nipotina portandola alla fabbrica dove aveva ucciso Brezigar, lei nella sua follia spera di poter crescere la piccola Vanessa e di guadagnarsi una seconda possibilità per avere una famiglia. Anna e Jamonte, giunti sul posto con l'intento di salvare la bambina, tentano di fermare Silvia, che viene raggiunta da Jonas che non intente assecondarla, infatti lui vuole riportare la bambina dalla madre, e Silvia, avendo capito che non potrà mai redimersi dagli sbagli che ha commesso, si spara togliendosi la vita. Lo spirito di Silvia ha modo di vedere Cagliostro, e poi attraversa la porta rossa. Jamonte e Anna recuperano il libro mastro che Silvia aveva con sé, trovando le prove per arrestare pure don Giulio e la Durante. Stella e Paoletto iniziano una relazione, mentre Anna, che aveva capito che suo marito stava vegliando sulla moglie e sulla figlia, gli chiede di andarsene, perché la sua sola presenza le impedisce di andare avanti per la sua strada.

Cagliostro ha capito che rimanendo nel mondo dei vivi, ha causato la serie di eventi che lui stesso vedeva nelle sue visioni, mettendo in pericolo Anna e la loro bambina, quindi decide di attraversare la porta rossa, ma Vanessa, con i suoi poteri, non gli permette di lasciare il mondo dei vivi perché ha capito che c'è un misterioso legame che unisce lei e il fantasma, costringendo un disperato Cagliostro a rimanere con lei finché non capirà la vera natura del legame che li unisce. Federico convince Vanessa a lasciare Trieste con lui per cercare altri medium, ma quello che la giovane Rosic ignora e che Federico è entrato nella sua vita per conto di terzi, e che il ragazzo ha in mente dei piani per lei.

EpisodiModifica

Stagione Episodi Prima TV Italia
Prima stagione 12 2017
Seconda stagione 12 2019

Personaggi e interpretiModifica

Personaggi principaliModifica

  • Leonardo Cagliostro, interpretato da Lino Guanciale.
    È un commissario di polizia impulsivo e poco incline agli ordini dei magistrati, morto a causa di uno scontro a fuoco mentre inseguiva un sospetto narcotrafficante, detto il Messicano. Cresciuto in un orfanotrofio, ha passato la sua adolescenza in commissariato con il vicequestore Rambelli, che lui considera come un padre. Porterà avanti le indagini sulla sua morte da fantasma, aiutato da Vanessa, una ragazza avente facoltà di medium, cercando così di salvare la vita alla moglie ed alla figlia che questa porta in grembo, anch'esse minacciate dal suo stesso assassino.
  • Anna Mayer in Cagliostro, interpretata da Gabriella Pession.
    Magistrato e moglie di Leonardo. Nonostante la separazione in corso, è ancora innamorata del marito a tal punto che una volta appreso della sua morte cade nella disperazione, soprattutto per non essere riuscita a dirgli della gravidanza. Dopo aver scoperto che il marito la tradiva con la sua collega Stella (per un certo periodo crederà di essere stata da lui tradita anche con la spogliarellista Helena) vorrà abortire, salvo poi ripensarci.
  • Vanessa Rosic, interpretata da Valentina Romani.
    Studentessa di diciassette anni, ha ereditato dalla madre la capacità di comunicare con i morti, tra cui anche Leonardo. È cresciuta con la zia, in quanto la madre l'ha abbandonata da piccola e per molto tempo le è stato fatto credere che fosse morta. Dopo una breve relazione con Raffaele, un ragazzo più grande di lei nonché giovane rampollo di una ricca famiglia di Trieste, si legherà a Filip, un suo compagno di scuola. Sarà lei ad aiutare Cagliostro a risalire al suo assassino.

Personaggi secondariModifica

  • Valerio Lorenzi, interpretato da Fausto Maria Sciarappa.
    Collega e migliore amico di Leonardo, molto religioso e legato alla famiglia. Introverso e insospettabile nella vita di tutti i giorni e in commissariato, nasconde invece parecchi scheletri nell'armadio, arrivando persino a lavorare sotto ricatto come talpa per alcuni criminali attivi nel racket della prostituzione in cambio del silenzio sul tradimento ai danni della moglie con una giovane prostituta. Proverà ad uccidere Anna ma verrà fermato da Paoletto e Rambelli.
  • Stefano Rambelli, interpretato da Antonio Gerardi.
    Vicequestore e amico di Leonardo, soprannominato Rumble, dopo la sua morte prende il comando della squadra. Il rapporto d'amicizia tra i due era molto profondo, dato che Cagliostro lo considerava come il padre che non aveva mai avuto; è stato proprio lui a dare il cognome Cagliostro a Leonardo quando lo portò in orfanotrofio, essendo amico dei suoi genitori biologici. Ha invece un pessimo rapporto con il figlio biologico, il quale tende spesso a ubriacarsi e drogarsi e che lui ha sempre cercato di proteggere e coprire ogni volta che avesse avuto guai con la giustizia. È il responsabile della morte di Cagliostro, proprio per via delle indagini che questi stava conducendo sul traffico in cui era coinvolto anche il figlio di Rambelli. Tenterà di uccidere anche Anna, fortunatamente non riuscendo nell'intento, anche se la donna rimarrà comunque ferita; viene poi fermato da Piras e arrestato. È sempre stato a conoscenza dei traffici della Fenice, e ricattandoli è riuscito a farsi scagionare uscendo di prigione, finendo per essere ucciso da Silvia per vendicare l'assassinio di suo figlio. Lo spirito di Rambelli avrà modo di parlare con il fantasma di Cagliostro, scusandosi per il male che gli ha fatto e attraversando infine la porta rossa.
  • Stella Mariani, interpretata da Elena Radonicich.
    Poliziotta ed ex amante di Leonardo, in seguito si legherà al collega Diego Paoletto. Nonostante l'iniziale astio che Anna nutriva nei suoi riguardi (dopo aver appreso della sua relazione con il marito), le due diventeranno buone amiche.
  • Antonio Piras, interpretato da Ettore Bassi.
    Magistrato e collega di Anna, della quale è sempre stato invaghito, non è mai andato d'accordo con Leonardo.
  • Diego Paoletto, interpretato da Gaetano Bruno.
    Poliziotto e collega di Leonardo, ha sempre avuto con lui una forte rivalità. Apparentemente ambiguo e con una doppia vita fuori dal commissariato, si rivelerà essere un ottimo ispettore, impegnandosi per risolvere il mistero della morte di Cagliostro assieme ad Anna e Stella. Dopo la morte di Cagliostro verrà promosso a commissario.
  • Eleonora Pavesi, interpretata da Cecilia Dazzi.
    Madre di Vanessa, che abbandonò quand'era ancora piccola, è una medium e riesce anche lei a vedere Cagliostro, del quale però inizialmente non vede bene la presenza nella vita della figlia, ritenendo che possa avere una pessima influenza su di lei. Da anni lo spirito del suo ex compagno Alessandro la tormenta ma grazie all'aiuto a Cagliostro smetterà di tormentarla, attraversando anche lui la porta rossa. Aprirà un bar a Trieste.
  • Stefania Pavesi, interpretata da Alessia Barela.
    Zia di Vanessa, ha cresciuto la nipote come fosse sua figlia.
  • Raffaele Gherardi, interpretato da Raniero Monaco di Lapio.
    Rampollo della Trieste bene, ha una breve relazione con Vanessa. È il miglior amico del figlio del vicequestore Rambelli, con il quale si caccia spesso nei guai. Muore proprio per mano dello stesso Rambelli, il quale lo costringe ad assumere una quantità eccessiva di Red Ghost e a finire in overdose.
  • Patrizia Durante, interpretata da Pia Lanciotti.
    È la madre di Raffaele, donna potente che esercita molta influenza su Trieste. Lei e Elvio sono amanti.
  • Filip Aselic[1]/Vesna, interpretato da Pierpaolo Spollon.
    Amico e per un po' di tempo fidanzato di Vanessa.
  • Jonas Sala, interpretato da Andrea Bosca.
    In passato era un piccolo delinquente. Finito in coma per un colpo di pistola alla testa sparato dalla compagna Silvia, il suo spirito ha continuato a vagare per 30 anni nel mondo dei vivi e, dopo che Cagliostro viene ucciso da Rambelli, il suo spirito avrà modo di parlargli e fargli da guida, giusto qualche mese prima di risvegliarsi dal coma. Tornato in vita, rivelerà di essere il vero padre di Leonardo Cagliostro.
  • Elvio Mayer, interpretato da Tommaso Ragno.
    Padre di Anna. Non ha mai visto Leonardo di buon occhio. Da anni tradisce la moglie con Patrizia Durante, di cui è amante.
  • Adele Mayer, interpretata da Daniela Scarlatti.
    Madre di Anna.
  • Beatrice Mayer, interpretata da Lavinia Longhi.
    Sorella di Anna.
  • Helke, interpretata da Catrinel Marlon.
    Compagna di Piras, lo lascerà quando si renderà conto che il magistrato è innamorato di Anna al punto da fotografarla morbosamente di nascosto e al punto da aver fatto di tutto per intralciare il lavoro di Cagliostro, marito di Anna.
  • Caterina Lorenzi, interpretata da Paola Benocci.
    È la moglie di Valerio Lorenzi. Dopo l'arresto del marito, vive da sola con le sue figlie. Nonostante l'astio verso Valerio, colpevole di averla tradita con una prostituta e di aver fatto da talpa per organizzazioni criminali, permetterà alle sue bambine di continuare a incontrare il loro padre. Lei e Anna sono molto amiche.
  • Helena Cassian, interpretata da Julija Majarčuk.
    Spogliarellista, era l'informatrice di Leonardo.
  • Daria, interpretata da Linda Gennari.
    È la moglie di Paoletto, quest'ultimo la accudirà dato che la donna è in pessime condizioni di salute, benché avesse lasciato il marito per un altro uomo. Lei e Stella diventeranno buone amiche. Nella seconda stagione si apprenderà che è morta, togliendosi la vita con dei barbiturici procuratisi grazie a Stella.
  • Don Giulio, interpretato da Massimo Palazzini.
    Parroco e confessore di Valerio Lorenzi. Nella prima stagione è lui a celebrare i funerali di Leonardo,nella seconda stagione si apprenderà del suo passato di comandante di navi mercantili e della sua collusione con una setta criminale.
  • Eugenio Pertusi detto il Messicano, interpretato da Edoardo Ribatto.
    Narcotrafficante che gestisce lo smercio a Trieste della Red Ghost, viene ucciso da Rambelli insieme a Cagliostro.
  • Michele Rizzo, interpretato da Santo Bellina.
    Sospettato di essere il successore del Messicano, in realtà era solo colui che aveva fornito il nascondiglio per i grandi carichi di Red Ghost.
  • Ambra Raspadori, interpretata da Anja Meyer.
    Giovane e innocente ragazza, rimane inconsapevolmente vittima della Red Ghost durante un festino organizzato da Raffaele e dal figlio di Rambelli. Sarà proprio Anna, su sollecitazione della madre della ragazza, a riaprire il caso e ad occuparsene personalmente, in quanto vi sono celati i motivi della morte di Leonardo.
  • Ponti, interpretato da Lorenzo Acquaviva.
    Piccolo criminale che traffica nel mondo della prostituzione arrestato da Rambelli e ucciso da Lorenzi per impedirgli di rivelare dettagli compromettenti.
  • Marco Jamonte, interpretato da Fortunato Cerlino.
    Sostituisce Rambelli come nuovo vicequestore. Separatosi da sua moglie, lascia Napoli per trasferirsi a Trieste, dove viene raggiunto dalla figlia adolescente, con cui ha un rapporto difficile. Ha problemi di alcolismo. Quando rivelerà a sua figlia di aver incastrato e fatto arrestare ingiustamente un amico intimo della ragazza, il loro rapporto peggiorerà ulteriormente.
  • Erika Jamonte, interpretata da Benedetta Cimatti.
    È la figlia del vicequestore, una ragazza ribelle che ha un rapporto complicato con il padre.
  • Federico, interpretato da Carmine Recano.
    Cameriere nel bar di Eleonora. Ha una relazione con Vanessa e le ha confessato di avere anche lui la capacità di vedere i morti, ma non è chiaro se lui sia stato sincero o abbia un secondo fine.
  • Mauro Brezigar, interpretato da Claudio Corinaldesi.
    Pericoloso criminale che da anni lavora per Rambelli. Silvia lo ucciderà sparandogli.
  • Silvia Pes, interpretata da Antonia Liskova.
    Compagna di Jonas dai tempi della gioventù, lei stessa sparò alla sua testa mandandolo in coma. In seguito partorì un figlio avuto da lui, ma decise di affidarlo ad un orfanotrofio poiché non aveva la forza di crescerlo da sola. Dopo il risveglio di Jonas dal lungo coma, sarà Silvia a prendersi cura di lui. Si scopre essere stata amante di Rambelli. Si sposò poi con un altro uomo, il quale la lascia dopo aver appreso del bambino avuto da Jonas. Da quest'ultimo apprenderà che quel bambino avuto da lui era proprio Cagliostro. Ucciderà Brezigar e Rambelli, vendicando suo figlio. Tenterà di rapire sua nipote, Vanessa, ma quando capirà di non avere più né un futuro né la possibilità di rimediare ai suoi sbagli, si sparerà togliendosi la vita. Morendo vedrà lo spirito del figlio Leonardo e attraverserà la porta rossa.
  • Lucia Bugatti, interpretata da Raffaella Rea.
    Giornalista e amante di Paoletto.
  • Vittorio Alessi, interpretato da Roberto Citran.
    È il procuratore che si occupa del caso di Rambelli dopo il suo arresto.
  • Avv. Scaglianti, interpretato da Fausto Russo.
    Difensore di Rambelli nel processo che lo vede imputato per l'omicidio di Cagliostro. Riesce a mettere in dubbio che sia stato il suo assistito a sparare e riesce perfino a produrre una falsa perizia sull'arma, scagionando Rambelli.
  • Emin Vesna, interpretato da Ivan Franek.
    È il padre di Filip.
  • Lana Vesna, interpretata da Anita Kravos.
    È la madre di Filip.

ProduzioneModifica

Le riprese della prima stagione sono cominciate nel marzo 2016 e si sono svolte principalmente a Trieste, luogo degli avvenimenti della serie. Pensata inizialmente con il titolo La verità di Anna, la serie doveva essere trasmessa su Rai 1, ma si è optato per la trasmissione su Rai 2, rete più improntata alla sperimentazione seriale, visti i temi paranormali e mistici affrontati nella serie. Tale scelta ha comunque premiato la serie, che ha raggiunto ogni settimana più di 3,3 milioni di telespettatori con punte di 14% di share, facendo diventare Rai 2 la prima rete nazionale per ascolti ottenuti durante le serate in cui venivano trasmessi gli episodi. A seguito del successo ottenuto, il direttore di Rai Fiction, Eleonora Andreatta, ha annunciato la seconda stagione della serie, le cui riprese sono iniziate il 28 maggio 2018 e terminate il 20 ottobre seguente; la messa in onda è iniziata mercoledì 13 febbraio 2019. Per quanto riguarda una terza stagione, la Film Commission del Friuli Venezia Giulia aveva già annunciato a gennaio 2019 che le riprese avrebbero avuto luogo nel 2020 sempre a Trieste.[2]

Colonna sonoraModifica

La colonna sonora è stata composta da Stefano Lentini ed eseguita dall'Orchestra sinfonica nazionale della Rai. La canzone dei titoli di testa e dei titoli di coda, It's not impossible, è scritta da Stefano Lentini e Charlie Winston e cantata da quest'ultimo. Nella colonna sonora è presente un arrangiamento originale per coro, orchestra, percussioni e sintetizzatore del secondo movimento della settima sinfonia di Ludwig van Beethoven curato da Stefano Lentini ed eseguito dal gruppo The City of Rome Contemporary Music Ensemble e l'Orchestra sinfonica nazionale della Rai. La colonna sonora è stata realizzata a Roma, Torino e Londra e mixata da Geoff Foster presso gli AIR Studios.

L'album della colonna sonora è stato pubblicato in formato digitale l'11 marzo 2017 con il titolo La porta rossa (colonna sonora originale della serie TV) e contiene 13 tracce. La versione deluxe, uscita lo stesso giorno, ne contiene 21 per una durata totale di 74 minuti. La colonna sonora ha ricevuto due candidature come "Miglior colonna sonora per film" e "Miglior canzone per film" al Festival Internazionale Fimucitè 2017.

La canzone Better Than Yourself dei Lukas Graham, pur non essendo presente nell'album della colonna sonora, viene utilizzata nel corso della serie.

La colonna sonora della Seconda Stagione è stata pubblicata in formato digitale il 13 marzo 2019 in occasione della messa in onda della prima puntata su Rai 2. L'album include anche le musiche pubblicate nell'EP dal titolo di "Verdi Revisited" che raccoglie le rivisitazioni de La Traviata di Giuseppe Verdi create da Stefano Lentini per la Serie.

ClassificheModifica

Classifiche (2017) Posizione
massima
Italia[3] 28
Italia - Colonne Sonore iTunes[3] 2

NoteModifica

  1. ^ Nella prima stagione il ragazzo viene così interpellato dall'insegnate durante la seconda puntata
  2. ^ La Porta Rossa 3 ci sarà. Con Lino Guanciale | DavideMaggio.it, su www.davidemaggio.it. URL consultato il 21 marzo 2019.
  3. ^ a b Stefano Lentini - La Porta Rossa, itunescharts.net. URL consultato il 20 marzo 2017.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione