Apri il menu principale
La terra dell'abbastanza
La terra dell'abbastanza.jpg
Una scena del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno2018
Durata95 min
Rapporto2,35 : 1
Generedrammatico
RegiaFabio e Damiano D'Innocenzo
SoggettoFabio e Damiano D'Innocenzo
SceneggiaturaFabio e Damiano D'Innocenzo
ProduttoreIvan D'Ambrosio
Produttore esecutivoAgostino Saccà, Maria Grazia Saccà, Giuseppe Saccà
Casa di produzionePepito Produzioni
Distribuzione in italianoAdler Entertainmanet
FotografiaPaolo Carnera
MontaggioMarco Spoletini
MusicheToni Bruna
ScenografiaPaolo Bonfini
Interpreti e personaggi

La terra dell'abbastanza è un film del 2018 scritto e diretto da Fabio e Damiano D'Innocenzo, alla loro opera prima.

Il film è stato presentato nella sezione "Panorama" al Festival di Berlino 2018.[1]

TramaModifica

Mirko e Manolo sono amici, vivono in un quartiere periferico di Roma e frequentano la scuola alberghiera, che sperano di finire al più presto per poter fare i bartender. Una sera, a bordo della loro utilitaria, investono un uomo e scappano senza prestargli soccorso. Dopo gli iniziali sensi di colpa i due amici scoprono che quell'evento tragico può essere un'opportunità per loro. L'uomo investito, come rivela Danilo, padre di Manolo, era un "pentito" del piccolo clan dei Pantano, criminali della zona, e Mirko e Manolo si guadagnano il diritto di entrare nel clan, ottenendo il rispetto e il denaro che non hanno mai avuto. Sotto la guida del malavitoso Angelo, i due amici iniziano a lavorare per il clan come killer, uccidendo alcuni debitori per conto dello stesso Angelo, senza la reale consapevolezza delle loro azioni.

Il potere che ottengono dai soldi non impedisce però che Mirko si allontani sempre di più dai suoi affetti: si separa dalla sua fidanzata Ambra e litiga con sua madre Alessia. Dopo un po' di tempo Manolo e Mirko ottengono un altro incarico da Angelo: uccidere un ex-pugile rifugiatosi nel reatino. Manolo riesce ad uccidere il pugile senza problemi, ma un istante dopo si punta la pistola alla tempia e si suicida di fronte all'amico incredulo. Mirko, sconvolto, decide dopo una lunga riflessione di andare alla polizia a denunciare tutto, ma un istante prima di entrare in caserma, viene freddato da un colpo di pistola proveniente da un'auto.

DistribuzioneModifica

Il film è stato presentato il 17 febbraio 2018 al Festival internazionale del cinema di Berlino nella sezione "Panorama". La pellicola è uscita nelle sale cinematografiche italiane il 7 giugno 2018, totalizzando un incasso finale di 375.000 euro.[2]

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ [Berlinale 2018] I fratelli D’Innocenzo e La Terra Dell’Abbastanza sono la vera nuova scoperta del cinema italiano, badtaste.it. URL consultato il 25 febbraio 2018.
  2. ^ La Terra dell'Abbastanza, su www.cineguru.screenweek.it. URL consultato il 28 giugno 2018.
  3. ^ Nastri d'Argento 2018: tutti i candidati ai premi del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, comingsoon.it. URL consultato il 29 maggio 2018.
  4. ^ FABRIQUE DU CINEMA AWARDS 2018 - I vincitori, su cinemaitaliano.info.
  5. ^ David di Donatello 2019: tutte le nomination, su badtaste.it, 19 febbraio 2019. URL consultato il 19 febbraio 2019.
  6. ^ La Terra dell'Abbastanza vince il Premio Mario Verdone al Festival di Lecce, comingsoon.it. URL consultato il 14 aprile 2019.
  7. ^ Bif&st: Premio Nuovo Imaie a Eleonora Conti, su news.cinecitta.com, 3 maggio 2019.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema