Apri il menu principale

Lido di Ostia Ponente

trentatreesimo quartiere di Roma
Q. XXXIII Lido di Ostia Ponente
Ostia-Mare station.jpg
Immagine della demolita stazione di Ostia Mare sulla ferrovia Roma-Lido
StatoItalia Italia
RegioneLazio Lazio
ProvinciaRoma Roma
CittàRoma-Stemma.png Roma Capitale
CircoscrizioneMunicipio Roma X
Data istituzione13 settembre 1961[1]
Codice233
Superficie5,8703 km²
Abitanti43 281 ab.[2] (2016)
Densità7 372,88 ab./km²
Mappa dei quartieri di

Coordinate: 41°44′24.36″N 12°15′56.88″E / 41.7401°N 12.2658°E41.7401; 12.2658

Lido di Ostia Ponente è il trentatreesimo quartiere di Roma, indicato con Q. XXXIII.

Fu istituito con delibera 2453 del 13 settembre 1961 da parte del Commissario Straordinario Francesco Diana, frazionando il quartiere "Lido di Ostia"[3] (già Lido di Roma), esistente sin dal maggio del 1933. Costituisce la sezione occidentale della frazione di Lido di Ostia di Roma Capitale.

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

Si trova sul litorale tirrenico, separato dal complesso cittadino.

Il quartiere confina:

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture civiliModifica

Edifici in stile barocchetto dell'architetto Camillo Palmerini.[9]
Progetto dell'architetto Vincenzo Fasolo su precedente del 1916 dell'architetto Marcello Piacentini.[10]
Realizzata durante la bonifica agraria per volere dell'ingegner Pio Perrone, fu dismessa nel 1973. Dal 1999 ospita il cinema multisala Cineland.[11]
Progetto dell'architetto Angiolo Mazzoni del Grande.[12][13]

Architetture religioseModifica

Progetto dell'architetto Vincenzo Fasolo.

Architetture scolasticheModifica

Architetture militariModifica

Progetto di Michelangelo Buonarroti, lavori terminati da Giovanni Lippi durante il pontificato di Papa Pio V.[14]

Siti archeologiciModifica

Sui resti fu eretta la torre Boacciana.

Aree naturaliModifica

Comprende il Parco Pier Paolo Pasolini

AltroModifica

Geografia antropicaModifica

UrbanisticaModifica

Nel territorio di Lido di Ostia Ponente si estende la zona urbanistica 13F Ostia Nord.

La parte periferica più ad ovest è volgarmente chiamata "Nuova Ostia", per via dell'edificazione in tempi relativamente recenti di edifici in edilizia popolare.

Infrastrutture e trasportiModifica

 È raggiungibile dalle stazioni: Lido di Ostia Nord e Lido di Ostia Centro.

NoteModifica

  1. ^ Delibera del Commissario Straordinario n. 2453 del 13 settembre 1961.
  2. ^ Roma Capitale - Roma Statistica. Popolazione iscritta in anagrafe al 31 dicembre 2016 per suddivisione toponomastica.
  3. ^ Ufficialmente istituito nel 1940.
  4. ^ Separato dal fiume Tevere, dalla foce al ponte di Tor Boacciana.
  5. ^ Separato da via di Tor Boacciana e via Guido Calza, dal Ponte di Tor Boacciana a via Ostiense.
  6. ^ Separato dalla via Ostiense, nel tratto da via Guido Calza fino all'altezza di via Capo dell'Argentiera.
  7. ^ Separato dalla via Ostiense, da viale Capitan Consalvo e da viale della Marina fino alla rotonda (piazza dei Ravennati).
  8. ^ Dalla rotonda alla foce del Tevere.
  9. ^ Aldo Marinelli, Case, Le case popolari.
  10. ^ Municipio X, 14, Ex-colonia marina Vittorio Emanuele III.
  11. ^ Municipio X, 11, Cineland.
  12. ^ ArchiDiAP, Fande, Ufficio postale di Ostia Lido.
  13. ^ Aldo Marinelli, Poste, La Posta Centrale.
  14. ^ Municipio X, 34, Tor San Michele.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma