Apri il menu principale
Belgio Liegi-Bastogne-Liegi 2005
Edizione91ª
Data24 aprile
PartenzaLiegi
ArrivoAns
Percorso260 km
Tempo6h29'09"
Media40,09 km/h
Valida perUCI ProTour 2005
Ordine d'arrivo
PrimoKazakistan Aleksandr Vinokurov
SecondoGermania Jens Voigt
TerzoPaesi Bassi Michael Boogerd
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
Liegi-Bastogne-Liegi 2004Liegi-Bastogne-Liegi 2006

La Liegi-Bastogne-Liegi 2005, novantunesima edizione della corsa e valevole come decimo evento del circuito UCI ProTour, si svolse il 24 aprile 2005 su un percorso di 260 km da Liegi ad Ans e fu vinta dal kazako Aleksandr Vinokurov.

PercorsoModifica

Dodici salite si susseguirono lungo i 260 km del percorso, con l'inserimento delle Côtes de Wanne, Stockeu, e Haute Levée tra 171 e 186 km. Dopo quest'ultima si affrontava la Côte Du Rosier (km 195), la Vecquee (km 208), la Côte de La Redoute (km 225), Sprimont (km 231), Sart-Tillman-Tilff (km 246) e Saint-Nicolas (km 255). Come ogni anno, il traguardo era posto ad Ans, dopo una salita di 1,5 km con una pendenza media di 5-6%.[1]

Squadre partecipantiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Partecipanti alla Liegi-Bastogne-Liegi 2005.

Presero parte alla prova le venti squadre con licenza UCI ProTeam. Ammesse tramite l'assegnazione di wild-card furono Landbouwkrediet-Colnago, AG2R Prévoyance, MrBookmaker.com-SportsTech, Chocolade Jacques-T Interim e RAGT Semences.

N. Cod. Squadra
1-8 GST   Gerolsteiner
11-18 DVL   Davitamon-Lotto
21-28 RAB   Rabobank
31-38 FAS   Fassa Bortolo
41-48 CSC   Team CSC
51-58 TMO   T-Mobile Team
61-68 PHO   Phonak Hearing Systems
71-78 SDV   Saunier Duval-Prodir
81-88 QST   Quick Step-Innergetic
91-98 LSW   Liberty Seguros-Würth
101-108 LIQ   Liquigas-Bianchi
111-118 DSC   Discovery Channel Team
121-128 C.A   Crédit Agricole
N. Cod. Squadra
131-138 FDJ   Française des Jeux
141-148 LAM   Lampre-Caffita
151-158 COF   Cofidis, le Crédit par Téléphone
161-168 BTL   Bouygues Télécom
171-178 EUS   Euskaltel-Euskadi
181-188 IBA   Illes Balears-Caisse d'Epargne
191-198 SDM   Domina Vacanze
201-208 MRB   Mr Bookmaker.com-SportsTech
211-218 A2R   AG2R Prévoyance
221-228 LAN   Landbouwkrediet-Colnago
231-238 JAC   Chocolade Jacques-T Interim
241-248 RAG   RAGT Semences

La garaModifica

Dopo soli quattro chilometri dalla partenza ci fu il primo attacco di giornata, con Pieter Weening (Rabobank), Sebastien Joly (Crédit Agricole), Pierrick Fédrigo (Bouygues Télécom) e Camille Bouquet (MrBookmaker) che furono presto riassorbiti dal gruppo. Anche il tentativo di Yoann Le Boulanger (RAGT) fu neutralizzato.

Il primo attacco significativo vide dopo 29 km staccarsi Steffen Wesemann (T-Mobile) e Benjamín Noval (Discovery Channel), raggiunti dopo 14 km da Koen de Kort (Liberty Seguros), Walter Beneteau (Bouygues) e Johan Verstrepen (Landbouwkrediet-Colnago). Il gruppo lasciò andare la fuga che raggiunse un vantaggio di 8'35 alla Côte de la Roche (km 82), con Phonak, Lampre e Illes Balears a guidare il gruppo. Dopo il passaggio da Bastogne, il gruppo iniziò ad inseguire con maggiore intensità e alla Côte De Saint Roch (km 128) il vantaggio scese a sette minuti. Il tentativo di contrattacco di Christophe Brandt (Davitamon-Lotto), Joost Posthuma (Rabobank), Steve Zampieri (Phonak) e Filippo Pozzato (Quick Step) non si concretizzò, ma fece scendere il distacco dai fuggitivi a 5 minuti. Sulla Côte De Wanne (km 171) la corsa si fece più intensa, con Wesemann e Noval che staccarono i compagni di fuga e riuscirono a guadagnare 2'40" dal gruppo, mentre Peter Lüttenberger (CSC) lanciò il contrattacco, raggiunto da Marc Lotz (Quick Step), Weening e Karsten Kroon (Rabobank), Pietro Caucchioli (C.A), Óscar Sevilla (T-Mobile) e Fabian Wegmann (Gerolsteiner) a cui si unirono Paolo Bettini (Quick Step), Mirko Celestino (Domina Vacanze), Santiago Botero (Phonak), Johan Vansummeren (Lotto) e Jens Voigt (CSC).

Sulla Côte de Stockeu, Noval e Wesemann persero molto terreno dal gruppetto degli inseguitori, dove Voigt e Botero tiravano l'inseguimento e diversi corridori si staccavano. Sulla Haute Levee (km 183), tra gli inseguitori erano rimasti solo Voigt, Botero, Celestino, Weening, Kroon, Bettini e Wegmann. Noval e Wesemann furono raggiunti ai piedi della Côte Du Rosier a 68 km dal traguardo, ma il gruppo ormai seguiva a una ventina di secondi. Vinokurov fu il primo a sorpassare il gruppetto dei sette fuggitivi. Sul Vecquee, a 54 km dal traguardo, il gruppo di testa contava una trentina di unità e fu ancora Jens Voigt ad attaccare, seguito da Vinokurov. I due raggiunsero la cima della Côte de La Redoute, a 35 km da Liegi, con un vantaggio di 22 secondi sui primi inseguitori Kroon, Perdiguero, Kessler, Etxebarria, Evans, Rebellin e Boogerd. A 20 km dal traguardo il vantaggio dei due battistrada era salito a 1'24" e anche il tentativo di raggiungerli di Kroon, Weening e Sinkewitz, che arrivarono a 45" sulla Côte du Sart-Tilman, fallì. Gli inseguitori si attaccarono l'un l'altro lungo la discesa verso Liegi, con l'unico risultato di lasciare 1'13" di vantaggio ai due in testa a 6 km dal traguardo ai piedi di Saint-Nicolas.

Cadel Evans, seguito da Bettini e Boogerd, riuscì a guadagnare diversi secondi, arrivando a due chilometri dal traguardo con un distacco di 40 secondi che tuttavia non bastarono. Vinokurov e Voigt affrontarono appaiati l'ultima salita di 1,5 km verso Ans, arrivarono ruota a ruota fino a pochi metri dal traguardo e fu il kazako ad aggiudicarsi la volata.[2]

Ordine d'arrivo (Top 10)Modifica

Punteggi UCIModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Jeff Jones, Tougher Doyenne for 2005, in cyclingnews.com, 24 aprile 2005. URL consultato il 9 agosto 2010.
  2. ^ (EN) Hedwig Kröner, Vino the Vainqueur, in cyclingnews.com, 24 aprile 2005. URL consultato il 9 agosto 2010.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo