Apri il menu principale

Luca Mondini

allenatore di calcio e ex calciatore italiano
Luca Mondini
Nazionalità Italia Italia
Altezza 181 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Squadra Pro Piacenza (Portieri)
Ritirato 2010 - giocatore
Carriera
Giovanili
Inter
Squadre di club1
1989-1990 Inter 0 (-0)
1990-1992 Spezia 67 (-54)
1992-1993 Como 32 (-31)
1993-1994 Fidelis Andria 38 (-29)
1994-1995 Inter 0 (-0)
1995-1997 Vicenza 64 (-74)
1997-1998 Treviso 27 (-32)
1998-1999 Napoli 21 (-28)
1999-2000 Lazio 0 (-0)
2000-2001 Napoli 3 (-4)
2001-2002 Sampdoria 33 (-40)
2002-2004 Reggiana 45 (-56)
2004-2007 Cremonese 44 (-56)
2007 Spezia 2 (-3)
2007-2008 Padova 3 (-7)
2008-2009 Benevento 12 (-9)
2009-2010 Crociati Noceto 23 (-26)
Carriera da allenatore
2010-2018ParmaPortieri - Giovanili
2018-Pro PiacenzaPortieri
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 settembre 2018

Luca Mondini (Parma, 25 febbraio 1970) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo portiere, preparatore dei portieri delle giovanili del Pro Piacenza.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

 
Luca Mondini (al centro) in Vicenza-Fiorentina 1-0 del 10 settembre 1995.

Ha iniziato la carriera nelle giovanili dell'Inter, prima di essere dirottato allo Spezia, in serie C1 all'inizio della stagione 1990-1991, dove è subito titolare della formazione ligure, disputando due campionati con 67 presenze. Passa poi al Como, dove fa 32 apparizioni. Passato in Serie B all'inizio del 1993, alla Fidelis Andria, disputa tutte e 38 le partite di campionato e ritorna alla base; secondo di Pagliuca nella stagione 1994-1995, non vede mai il campo.

Acquistato dal Vicenza neopromosso nel 1995, Mondini debutta in Serie A. Nella seconda stagione gioca, come nel campionato precedente, 32 partite. Portiere di riserva, alle spalle di Pierluigi Brivio, nella vittoria della Coppa Italia 1996-1997, all'inizio della stagione seguente, con il mister Guidolin che gli preferisce Brivio come titolare in campionato, passa al Treviso, neopromosso in Serie B, dove gioca 27 partite.

Da allora è un lungo peregrinare per l'Italia: nel 1998 è nel Napoli, in Serie B (21 presenze), la stagione seguente alla Lazio, terzo portiere dopo Luca Marchegiani e Marco Ballotta, dove non scende mai in campo; la squadra vince lo scudetto nel 1999-2000, e la Coppa Italia nella stessa stagione. Ritornato al Napoli, in Serie A, è nuovamente secondo di Francesco Mancini, e gioca solamente 3 partite, retrocedendo con la squadra in Serie B. Nel 2001 passa alla Sampdoria collezionando 33 presenze.

Svincolato, viene ingaggiato dalla Reggiana, formazione di serie C1, dove resta due stagioni (45 presenze in totale in campionato), prima di approdare alla Cremonese, con cui conquista la promozione in Serie B (25 presenze per lui). Nella stagione 2005-2006 è inizialmente titolare (17 le sue partite), ma le pessime prestazioni della squadra lombarda gli fanno perdere il posto a favore del compagno Giorgio Bianchi.

A gennaio 2007, dopo 2 sole presenze, passa allo Spezia come portiere di riserva. Nell'agosto dello stesso anno è ingaggiato dal Padova, dove rimane per una stagione sempre da riserva. Svincolato, il 14 dicembre 2008 passa al Benevento, e chiude la carriera nel campionato successivo in Lega Pro Seconda Divisione con il Crociati Noceto.

AllenatoreModifica

Nel 2010 diventa allenatore dei portieri delle formazioni giovanili del Parma. Nel 2018 si trasferisce al Pro Piacenza, come allenatore dei portieri della prima squadra[1].

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ Staff tecnico Archiviato il 4 settembre 2018 in Internet Archive. Propiacenza.it

Collegamenti esterniModifica