Apri il menu principale

Malinconico autunno

film del 1958 diretto da Raffaello Matarazzo
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'album di Consiglia Licciardi del 2018, vedi Malinconico autunno (album).
Malinconico autunno
Malinc autunno 2.jpg
Miguelito Gil, Yvonne Sanson ed Amedeo Nazzari in una foto di scena del film
Paese di produzioneItalia, Spagna
Anno1958
Durata98 min
Dati tecnicibianco e nero
Generedrammatico, sentimentale
RegiaRaffaello Matarazzo
SoggettoAldo De Benedetti, Ricardo Dominguez Garcia, Fernando Merelo Casas, Ricardo Toledo
SceneggiaturaAldo De Benedetti, Ricardo Dominguez Garcia, Fernando Merelo Casas, Ricardo Toledo
Produttore esecutivoBenito Perojo
Casa di produzioneTitanus, Producciones Benito Perojo
Distribuzione in italianoTitanus
FotografiaAlejandro Ulloa
MontaggioMario Serandrei, Antonio Ramirez
MusicheJuan Quintero Munoz
ScenografiaSigfrid Burman, Ramon Asensio Mas
TruccoAnacleto Giustini
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Malinconico autunno è un film di genere melodrammatico del 1958 diretto da Raffaello Matarazzo.

Girato in coproduzione con la Spagna, dove fu anche in parte girato, è l'ultimo film dove Matarazzo diresse la coppia Yvonne Sanson-Amedeo Nazzari.

Indice

TramaModifica

Il capitano di un mercantile aiuta a uscire un bambino da un guaio; costui ha provocato inconsapevolmente dei danni alla scuola elementare che frequenta, e la madre dovrebbe risarcire. Diventato amico del piccolo, s'innamora della madre, e si offre di pagare lui i danni. La donna ben presto lo ricambia ma il capitano un brutto giorno viene accusato di contrabbando. Condannato, promette di scontare interamente la pena per poi unirsi in matrimonio con la donna così da dare un padre al piccolo amico.

DistribuzioneModifica

Il film, realizzato negli studi Chamartin di Madrid e Orphea di Barcellona, venne iscritto al Pubblico registro cinematografico con il n. 1.950. Presentato alla Commissione di Revisione Cinematografica il 28 luglio 1958, ottenne il visto di censura n. 27.455 del 30 luglio 1958, con una lunghezza della pellicola di 2.850 metri.[1].

Ebbe la prima proiezione pubblica in Italia il 7 agosto 1958. Venne proiettato in Spagna col titolo El Cafè del Puerto, a partire dal 2 marzo 1959 [2].

L'incasso fu di 189.000.000 di lire dell'epoca, molto deludente se paragonato agli introiti dei precedenti melodrammi sentimentali di Matarazzo interpretati dalla coppia Nazzari-Sanson, segno che il filone strappalacrime si andava ormai esaurendo.

Altri tecniciModifica

NoteModifica

  1. ^ Come si evince dal visto di censura originale tratto dal sito Italia Taglia.
  2. ^ Come si evince dalla pagina delle proiezioni del sito IMDB.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema