Marco Cacciatori

calciatore italiano
Marco Cacciatori
Marco Cacciatori - AC Perugia 1978-79.jpg
Cacciatori al Perugia nella stagione 1978-1979
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1992
Carriera
Giovanili
Carrarese
Squadre di club1
1973-1976 Carrarese 67 (15)
1976-1977 Carpi 33 (16)
1977-1978 Carrarese 34 (25)
1978-1979 Perugia 14 (1)
1979-1980 Lanerossi Vicenza 2 (0)
1983-1985 Carrarese 56 (20)
1985-1986 Reggiana 24 (5)
1986-1988 Montevarchi 50 (20)
1988-1990 Sarzanese 58 (17)
1990-1991 Pistoiese 6 (2)
1991-1992 Pietrasanta 19 (10)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Marco Cacciatori (Carrara, 3 febbraio 1956) è un ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Era soprannominato Cacetta.[1]

CarrieraModifica

Dopo una prima parte della carriera trascorsa esclusivamente in Serie D, e dopo aver messo a segno 25 reti in 34 partite nella Carrarese nella stagione 1977-1978 guidando gli apuani alla vittoria del campionato, nell'estate 1978 compie un triplo salto di categoria passando al Perugia in massima serie. Esordisce in Serie A l'8 ottobre 1978 alla seconda giornata di campionato in occasione della sfida esterna contro l'Inter, realizzando a 4’ dallo scadere la rete del pareggio[2]. Nel prosieguo della stagione scende in campi in altri 13 incontri di campionato, contribuendo al secondo posto finale del cosiddetto Perugia dei miracoli. Nell’ottobre del 1978 l’allenatore del Taranto Mazzetti chiese a Castagner la disponibilità a trasferire il giocatore, come ricordato nella puntata dell’8/10/1978 di 90º minuto dal giornalista Beppe Viola.

A fine stagione tuttavia non viene confermato e scende di categoria, passando al Lanerossi Vicenza, appena retrocessa fra i cadetti, nell'affare che porta Paolo Rossi in Umbria. Con i berici disputa due soli incontri di campionato, quindi, dopo aver accusato un malore in allenamento, gli viene diagnosticato un tumore a un testicolo.

Dopo tre anni di cure riprende l'attività agonistica nella stagione 1983-1984 con la Carrarese, in Serie C1, campionato nel quale realizza 14 reti su 29 incontri. Prosegue la carriera fra C1 e C2, chiusa a trentacinque anni fra i dilettanti col Pietrasanta[3].

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Carrarese: 1977-1978
Pistoiese: 1990-1991

NoteModifica

  1. ^ Gene Gnocchi e la partitella del divertimento[collegamento interrotto] Cittadellaspezia.it
  2. ^ Serie A 1978-1979
  3. ^ Una pensione per Cacciatori Repubblica.it

BibliografiaModifica

  • Massimo Braglia, Un Bomber nella rete "Marco Cacciatori" Roberto Meiattini editore

Collegamenti esterniModifica