Apri il menu principale
Michael Horse nel 2006

Michael Heinrich Horse (Los Angeles, 21 dicembre 1951) è un attore statunitense.

BiografiaModifica

Michael Heinrich è nato a Los Angeles, California e ha vissuto circa trent'anni a Sun Valley, in California in Sancola Street. Nel 1996 il Los Angeles Times lo descrive come un indiano Yaqui, Mescaleros e Zuni.

CarrieraModifica

Debutta cinematograficamente in La leggenda del ranger solitario del 1981, con la regia di William Fraker, in cui interpreta il ruolo di Tonto. Noto soprattutto per il ruolo del vice Sceriffo Hawk, un poliziotto nativo americano, nella serie tv I segreti di Twin Peaks (1990-91), ha recitato anche in Passenger 57 (1992), House of Cards (1993), la versione della serie televisiva The Untouchables (1993) e in del Nord del 60 (1995-1997). È apparso anche nell'episodio "Thanksgiving" della serie tv Thanks, nel 1999, nel ruolo di Squanto. Inoltre ha interpretato il vice di Owen Blackwood in quattro episodi della prima stagione di Roswell (1999); è apparso anche come sceriffo Tskany in X-Files, nell'episodio "Forme" nel 1994. Michael Horse ha interpretato l'attivista Dennis Banks, membro dell'American Indian Movement (AIM) nel film del 1994 Lakota Donna: Assedio a Wounded Knee. Otto anni più tardi, ha prestato la sua voce ad un amico di Little Creek in Spirit: Stallion of the Cimarron. Ha interpretato Mike Proudfoot su Sons of Tucson. Nel 1995 ha interpretato Dirty Bob nel film western Riders in the Storm, interamente girato in Arizona. Ha impersonato un ruolo cruciale nel film horror Ho girato tua morte.

Nel 2017 torna ad impersonare il vice sceriffo Hawk nella serie televisiva Twin Peaks

NoteModifica

  1. ^ US Public Records Index Vol 2 (Provo, UT: Ancestry.com Operations, Inc.), 2010.
  2. ^
  3. ^ A proposito di Michael Horse. . Estratto 20 aprile 2009.
  4. ^ Michael Horse Biografia (1951-)
  5. ^
  6. ^ Michael Horse - Attore Film recensioni at TopTenReviews.com
  7. ^
  8. ^ A nord di 60 attori - profili NativeCelebs

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN87260316 · ISNI (EN0000 0000 7978 811X · LCCN (ENn98007060 · BNF (FRcb14187903r (data) · WorldCat Identities (ENn98-007060