Mutti (azienda)

Mutti
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1899 a Montechiarugolo
Fondata daCallisto e Marcellino Mutti
Sede principalePiazza di Basilicanova
Persone chiaveFrancesco Mutti, AD
SettoreAlimentare
Prodotticonserve alimentari
Fatturato€ 378 milioni[1] (2019)
Dipendenti325 (2017)
Slogan«Solo pomodoro. Molto più che pomodoro.»
Sito webmutti-parma.com/

Mutti - Industria Conserve Alimentari è un'azienda italiana specializzata nelle conserve alimentari, in particolare nel settore del pomodoro, fondata nel 1899 a Piazza di Basilicanova, frazione di Montechiarugolo, in provincia di Parma.[2][3]

StoriaModifica

«Mai vista una polpa così!»

(Slogan utilizzato dal 2006 al 2012)

L'azienda viene fondata da Callisto e Marcellino Mutti (1862-1941)[4] con il nome di Fratelli Mutti a Piazza di Basilicanova, come industria conserviera del pomodoro.[3]

Nel 1911 viene depositato il marchio "due leoni" e l'azienda ottiene il primo riconoscimento con il Diploma di Medaglia d'Oro di Primo Grado all'Esposizione Internazionale Industria e Agricoltura di Roma;[5] nel 1914, invece, Mutti ottiene il diploma di Gran Croce, con iscrizione al Gran Libro d'Oro dei Benemeriti del lavoro.[3]

In tale periodo, lo storico stabilimento di Piazza era raccordato con la tranvia Parma-Traversetolo/Montecchio[6].

Con l'evoluzione delle tecniche di conservazione, nel 1922 Mutti comincia a produrre il doppio concentrato e l'attività evolve ulteriormente nel 1927 con un programma di acquisizioni di altre aziende conserviere.[3]

Nel 1951 nasce il tubetto per il concentrato di pomodoro, su intuizione di Ugo Mutti (figlio di Marcellino).[4] Il prodotto nel tubetto non si deteriora perché non viene a contatto con l'aria e permette di consumarne solo quanto serve. In più, per tutte le massaie, il tappo era utilizzabile anche come pratico ditale nei lavori di cucito. Era nato il: "tubetto dal ditale".[7]

Nel 1971, nasce la polpa di pomodoro in finissimi pezzi Mutti, la cui ricetta è ancora oggi segreta.[8]

Nata come familiare, l'azienda diventa prima Società di fatto, poi Società in nome collettivo e infine Società per azioni nel 1979.

Nel 1994 Francesco Mutti[9] diventa amministratore delegato.[8]

Nel 1999 quello Mutti diventa il primo stabilimento ad avere tutta la propria produzione a lotta integrata certificata e No OGM.[8][10]

Il 2000 è l'anno che vede nascere il premio "Pomodorino d'Oro", con cui Mutti premia i suoi produttori: un riconoscimento agli agricoltori capaci di produrre pomodoro di qualità.[3][11]

Nel 2004 viene prodotto per la prima volta l'aceto di pomodoro e nel 2007 i sughi pronti.[3][12][13]

Durante l'anno 2010, l'azienda inizia la propria collaborazione con il WWF, al fine di ricercare e sancire una maggiore sostenibilità nella produzione, in particolare nel diminuire emissioni di CO2 e ridurre l'impronta idrica lungo la filiera.[3][14]

Insieme con la facoltà di Agraria dell'Università di Piacenza e al Laboratorio Lims di Verbania, nel 2012 Mutti studia una metodologia per individuare la provenienza geografica delle materie prime partendo dall'analisi dei semilavorati.[3][15] Il progetto viene presentato presso il Senato della Repubblica Italiana sul tema "Alimentazione e percorso di trasparenza dalla Tavola alla Terra".[16]

Nel 2013 apre Mutti France per lo sviluppo del mercato francese.[3] Nello stesso anno comincia la collaborazione con Fiordagosto, uno stabilimento con sede a Oliveto Citra (Salerno), per la produzione delle specialità tipiche del Sud,[8][17] che verrà poi acquisito nel 2016.

Nel 2014 in collaborazione con Horta, spin off dell'Università Cattolica di Piacenza nasce pomodoro.net, per sostenere un percorso di affiancamento, di supporto e di cooperazione con gli agricoltori.[12]

Nel 2015 vengono lanciate le Salse Pronte.[3]

Nel novembre 2017 rileva per 25 milioni di euro Copador, il consorzio che a Collecchio opera nel settore della trasformazione del pomodoro,[12] in un'asta indetta dal tribunale di Parma.[18]

Nel 2020 L'azienda Mutti, sta per lanciare un nuovo macchinario. Si chiamerà Instafactory, il nuovo impianto industriale trasportabile ideato da Mutti, che punta a lavorare il pomodoro direttamente sul luogo della raccolta. Per accorciare i tempi e migliorare la qualità del prodotto finale.[19]

Dati economiciModifica

L'azienda in 11 anni è passata da 43.989 mil. € nel 2004 a circa 234 mil. € nel 2015 di fatturato[20].

ProdottiModifica

 
Automobile pubblicitaria, 1954 circa
  • Polpa di pomodoro in finissimi pezzi
  • Sughi semplici
  • Pomodori a filetti
  • Pomodori datterini
  • Le verdurine
  • Pomodori pelati
  • Passata di pomodoro al basilico
  • Salsì
  • Concentrato di pomodoro
  • Doppio concentrato
  • Triplo concentrato
  • Salsa datterini
  • Ketchup di pomodoro
  • Salsa classica
  • Intenso
  • Pelati San Marzano
  • Ciliegini
  • Pizza Sauce aromatizzata
  • Datterini Pelati
  • Salsa Decisa

Loghi storiciModifica

NoteModifica

  1. ^ Il 2019 di Mutti, su aifi.it. URL consultato il 10 settembre 2020.
  2. ^ Francesco Mutti - amministratore delegato di Mutti, su corriere.it. URL consultato il 22 maggio 2020.
  3. ^ a b c d e f g h i j Pirotti, p.150.
  4. ^ a b Biografia - Ugo Mutti, su treccani.it. URL consultato il 22 maggio 2020.
  5. ^ Francesco Mutti Cavaliere del Lavoro, su gazzettadiparma.it. URL consultato il 22 maggio 2020.
  6. ^ Gabriele Savi, Binari per la val d'Enza, in Tutto Treno & Storia, n. 15, aprile 2006, pp. 58-70.
  7. ^ 60 anni nel tubetto, su espresso.repubblica.it. URL consultato il 22 maggio 2020.
  8. ^ a b c d Mutti sbarca a Salerno Investimento da 3,5 milioni, su parma.repubblica.it. URL consultato il 22 maggio 2020.
  9. ^ EY Italy, Francesco Mutti, Mutti S.p.A., vincitore EY L'Imprenditore dell'Anno 2015 Categoria Food & Beverage, 23 novembre 2015. URL consultato il 28 settembre 2016.
  10. ^ Francesco Mutti è stato nominato Cavaliere del Lavoro, su parmatoday.it. URL consultato il 22 maggio 2020.
  11. ^ Pomodorino d'oro Mutti, il premio, su ilrestodelcarlino.it. URL consultato il 22 maggio 2020.
  12. ^ a b c Mutti, su comune.parma.it. URL consultato il 22 maggio 2020.
  13. ^ Cirio e Mutti: le novità nei sughi pronti a confronto, su ilfattoalimentare.it. URL consultato il 22 maggio 2020.
  14. ^ Mutti insieme a Wwf calcola'impronta idrica'del suo pomodoro, su ansa.it. URL consultato il 22 maggio 2020.
  15. ^ Pomodoro, uno studio targato Mutti per scovare le frodi alimentari, su parma.repubblica.it. URL consultato il 22 maggio 2020.
  16. ^ Mutti scopre come stanare il concentrato cinese nei pomodori, su Scatti di Gusto, 17 gennaio 2013. URL consultato il 28 settembre 2016.
  17. ^ Mutti e la tecnologia: così le conserve di pomodoro fanno crescere dipendenti e fatturato, su st.ilsole24ore.com. URL consultato il 22 maggio 2020.
  18. ^ Mutti completa l'acquisizione di Copador, su parma.repubblica.it, 30 novembre 2017. URL consultato il 4 settembre 2018.
  19. ^ C'è un macchinario che trasforma il pomodoro in passata direttamente nel campo, su wired.it. URL consultato il 7 dicembre 2020.
  20. ^ Jose B. Alvarez, Carin-Isabel Knoop e Mary Shelman, Mutti S.p.a., 2 gennaio 2013. URL consultato il 28 settembre 2016.

BibliografiaModifica

  • Guia Beatrice Pirotti, Il cibo di domani: la crescita del contenuto di servizio nel food & beverage, Milano, EGEA spa, 2018, ISBN 8823816602.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica