Apri il menu principale

Nazzareno Marconi

vescovo cattolico e biblista italiano
Nazzareno Marconi
vescovo della Chiesa cattolica
Coat of arms of Nazzareno Marconi.svg
Dabis servo tuo cor docile
 
TitoloMacerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia
Incarichi attualiVescovo di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia (dal 2014)
 
Nato12 febbraio 1958 (61 anni) a Città di Castello
Ordinato presbitero2 luglio 1983 dal vescovo Carlo Urru
Nominato vescovo3 giugno 2014 da papa Francesco
Consacrato vescovo13 luglio 2014 dal cardinale Gualtiero Bassetti
 

Nazzareno Marconi (Città di Castello, 12 febbraio 1958) è un vescovo cattolico e biblista italiano, dal 3 giugno 2014 vescovo di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia.

Indice

BiografiaModifica

Nasce a Città di Castello, sede vescovile in provincia di Perugia, il 12 febbraio 1958.

Formazione e ministero sacerdotaleModifica

Dopo aver frequentato il liceo classico, ottiene la maturità. Entra nel Pontificio Seminario Romano Maggiore e consegue il baccalaureato in filosofia presso la Pontificia Università Lateranense e quello in teologia presso la Pontificia Università Gregoriana.

Il 2 luglio 1983 è ordinato presbitero per la diocesi di Città di Castello dal vescovo Carlo Urru.

Ottiene la licenza in sacra scrittura presso il Pontificio Istituto Biblico ed il dottorato in teologia alla Pontificia Università Urbaniana; nel frattempo è educatore nel Pontificio Seminario Romano Maggiore.

Ricopre l'incarico di viceparroco di san Giustino e, dal 1998 al 2004, è parroco di san Michele Arcangelo a Citerna; è anche direttore dell'ufficio catechistico diocesano e consulente della Rai per produzioni televisive di divulgazione della cultura biblica. Dallo stesso anno insegna esegesi dell'Antico Testamento e sacra scrittura all'istituto teologico di Assisi. Nel 2002 è nominato rettore del Pontificio seminario regionale umbro. Nel 2013 diventa parroco di san Donato a Trestina.

Il 10 marzo 2005 è nominato cappellano di Sua Santità.

Ministero episcopaleModifica

Il 3 giugno 2014 papa Francesco lo nomina vescovo di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia[1]; succede a Claudio Giuliodori, precedentemente nominato assistente ecclesiastico generale dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. Il 13 luglio successivo riceve l'ordinazione episcopale, nella cattedrale di Città di Castello, dal cardinale Gualtiero Bassetti, coconsacranti i vescovi Domenico Cancian e Claudio Giuliodori. Il 27 luglio prende possesso canonico della diocesi, nella cattedrale di Macerata.

Genealogia episcopaleModifica

OnorificenzeModifica

  Cappellano di Sua Santità
— 10 marzo 2005

NoteModifica

  1. ^ Rinunce e nomine. Nomina del Vescovo di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia (Italia), su press.vatican.va, 3 giugno 2014. URL consultato il 7 febbraio 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN164188264 · ISNI (EN0000 0001 1263 0358