Neri Pozza

partigiano, scrittore e editore italiano

Neri Pozza (Vicenza, 5 agosto 1912Vicenza, 6 novembre 1988) è stato un partigiano, scrittore ed editore italiano. Fu inoltre artista, incisore e collezionista d'arte contemporanea.

Indice

BiografiaModifica

 
Stand di Neri Pozza Editore al Salone internazionale del libro ed. 2017

Nacque e visse a Vicenza, città a cui dedicò tutta la sua attività.

Frequentò il Liceo Classico Pigafetta di Vicenza, ma non completò gli studi; il padre era uno scultore e Neri si avvicinò alla scultura che però lasciò presto per la poesia.

Attivo nella Resistenza vicentina, da questa esperienza trasse il libro La prigione, negli anni sessanta.

Dopo il periodo delle guerra si impegnò in quello che sarà il progetto della sua vita, la costruzione di una casa editrice propria [1], la Neri Pozza Editore, per la quale già nel 1946 uscì il primo titolo: Paludi di Andrè Gide. Il percorso di crescita della casa editrice passò attraverso le collaborazioni con Vincenzo Cardarelli, Eugenio Montale, Dino Buzzati, Carlo Emilio Gadda, Goffredo Parise e Mario Luzi.

Compare, nel 1963, nel film di Gianfranco De Bosio "Il terrorista", nel ruolo dell'avvocato antifascista Pucci, membro del CLN di Venezia con il nome di "Alfonso"[2].

Non è mancato il suo impegno civile all'interno della sua città, infatti è stato consigliere comunale per il Partito Repubblicano.

Amico di numerosi artisti ed intellettuali - tra cui l'architetto Carlo Scarpa il fotografo Gianpaolo Vajenti e il pittore Otello De Maria - alla morte ha donato alla città di Vicenza la sua collezione di dipinti di arte contemporanea, ospitata presso la Pinacoteca civica di Vicenza a Palazzo Chiericati.

OpereModifica

ScrittiModifica

  • Processo per eresia, 1970, premio selezione Campiello.
  • Commedia famigliare, 1975
  • Tiziano, 1976
  • Le storie veneziane, 1977
  • Una città per la vita, 1979
  • Vita di Antonio, il santo di Padova.
  • Le luci della peste (Nuove storie veneziane), 1982

RiconoscimentiModifica

Vicenza nel 2008 ha voluto ricordarlo con una mostra a lui dedicata[3]. Nel 2012 la città gli ha dedicato un busto bronzeo collocato a ponte San Paolo.

Collane della casa editriceModifica

  • I narratori delle tavole, narrativa nazionale e internazionale
  • Le tavole d'oro, narrativa internazionale, soprattutto orientale
  • Bloom, narrativa e saggistica
  • Biblioteca Neri Pozza, novità e ristampe in ed. tascabile
  • Il cammello battriano, letteratura di viaggio (collana diretta da Stefano Malatesta)
  • La quarta prosa, saggi (collana diretta da Giorgio Agamben)
  • I colibrì, saggistica
  • Spleen
  • Neri Pozza tascabili
  • La rosa azzurra
  • Biblioteca d'arte, libri d'arte
  • Poesia e verità, poesia

NoteModifica

  1. ^ La storia della casa editrice, su neripozza.it. URL consultato il 28 aprile 2016 (archiviato il 29 aprile 2016).
  2. ^ (EN) Il terrorista (1963) Full Cast & Crew, su IMDb. URL consultato il 04 maggio 2016 (archiviato il 4 maggio 2016).
  3. ^ Notizia, Comune di Vicenza. URL consultato il 2 marzo 2009.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autorità VIAF: (EN49241917 · LCCN: (ENn80007995 · SBN: IT\ICCU\CFIV\013192 · ISNI: (EN0000 0001 0898 4831 · GND: (DE119110539 · BNF: (FRcb120363637 (data) · NLA: (EN35692666