Nuova Società Televisiva Italiana

società commerciale italiana controllata da Sky Italia
Nuova Società Televisiva Italiana
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà a responsabilità limitata
Fondazione1984
Sede principaleMilano
GruppoSky Italia
Persone chiaveAndrea Castellari, AD
SettoreMedia
ProdottiTV8
Fatturato€ 85.224.000 (2007)
Sito webtv8.it

Nuova Società Televisiva Italiana S.r.l. (già Beta Television S.r.l e MTV Italia S.r.l.) è una holding italiana controllata da Sky Italia. Il settore d'attività è quello della televisione, essendo l'editore del canale televisivo TV8.

StoriaModifica

La società fu fondata con il nome di Beta Television nel 1984 dal Gruppo Marcucci per gestire le attività del canale televisivo Videomusic. Nel 1995 il Gruppo cedette la società (e quindi la rete) a Vittorio Cecchi Gori e al suo gruppo. Nell'anno 2000 Cecchi Gori, a causa di sopraggiunte difficoltà economiche, cedette la società alla Telecom Italia tramite la controllata Seat Pagine Gialle.

Nel 2001, Seat Pagine Gialle stipulò un accordo con la Viacom Networks Europe[1][2], con il quale Beta Television acquisisce il 100% della divisione italiana di MTV Networks, contestualmente Viacom Networks Europe acquisisce il 49% della stessa Beta Television. In seguito a queste operazioni, Beta Television cambia nome in MTV Italia S.r.l., e la rete controllata TMC 2 lascia il posto alla versione italiana di MTV.

Nel 2013, il gruppo Viacom (di seguito "Viacom Italia") acquistò la restante quota di Telecom Italia Media, controllando di fatto il 100% delle attività dell'allora MTV Italia S.r.l.[3].

Il 31 luglio 2015 Sky Italia acquistò da Viacom Italia la società MTV Italia S.r.l. e il LCN 8[4][5]. Contestualmente, il gruppo Viacom inaugurò il 1º agosto 2015 la nuova MTV Next, visibile solo su Sky. La titolarità del marchio MTV rimane di proprietà di Viacom[6]; in base a ciò, Viacom e Sky Italia mantennero rapporti di collaborazione per la diffusione sul LCN 8 (cioè su MTV8) di produzioni del gruppo Viacom[4], almeno fino al cambio del marchio di MTV8 avvenuto nel 2016.

In seguito a queste operazioni, infatti, la società MTV Italia cambiò denominazione in Nuova Società Televisiva Italiana, diventando, a partire dalla data del 18 febbraio 2016[6], l'editore titolare del canale televisivo TV8 (già MTV8).

Attività imprenditorialiModifica

AttualiModifica

TelevisioneModifica

La società dal 1º agosto 2015 produce solamente il canale televisivo:

Logo Nome Inizio trasmissioni Digitale terrestre Tivùsat Sky
Disponibilità LCN Disponibilità LCN Disponibilità LCN
  TV8 1º agosto 2015   8  (Anche in HD) 8  (FTV, solo in HD) 121

La raccolta pubblicitaria è gestita da Sky Pubblicità S.r.l.[4]

PrecedentiModifica

TelevisioneModifica

In precedenza (2013), MTV Italia, controllata da Viacom\TI Media, produceva anche questi canali televisivi, ora passati a Viacom Italia:

Nome Digitale Terrestre free Digitale Terrestre pay Satellite FTA Satellite FTV e pay
(Sky Italia)
MTV        
MTV Music        
MTV Hits        
MTV Classic        
Nickelodeon        
Nick Jr.        
Comedy Central        
Paramount Comedy        

Sempre come MTV Italia, era proprietaria di "360°Playmaker", società di produzione televisiva italiana e di Viacom Pubblicità & Brand Solutions, fino al 2014 "MTV Pubblicità S.r.l.", che si occupa della raccolta pubblicitaria degli altri canali di Viacom International Media Networks Italia.

Telefonia MobileModifica

Era proprietaria dell'operatore virtuale di telefonia mobile, in Italia, MTV Mobile, servizio dismesso nel giugno del 2012.

ControversieModifica

La Commissione per i servizi e i prodotti, autorità dell'AgCom, riformò la delibera n. 192/16/CSP del 7 luglio 2016[7], nei confronti di NSTI, adottata per la violazione della disposizione normativa contenuta nell’art. 38, comma 2 del D.lgs. 177/2005 per il superamento del limite di affollamento pubblicitario orario consentito.

Dati societariModifica

NoteModifica

  1. ^ Copia archiviata (PDF), su agcm.it. URL consultato il 4 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2016).
  2. ^ Copia archiviata (PDF), su agcm.it. URL consultato il 4 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2017).
  3. ^ Sale of MTV Italia to Viacom completed
  4. ^ a b c Ufficiale: Sky compra MTV Italia, in badtv.it, 3 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 6 agosto 2015).
  5. ^ Sky si compra Mtv e il canale 8 del digitale terrestre, su repubblica.it, 31 luglio 2015. URL consultato il 23 gennaio 2020.
  6. ^ a b Sky si compra Mtv e il canale 8 del digitale terrestre, su tuttotv.info, 19 febbraio 2016. URL consultato il 23 gennaio 2020.
  7. ^ Riforma della Delibera n. 122/16/CSP del 7 luglio 2016 nei confronti di Nuova Società Televisiva Italiana S.r.l (fornitore del servizio di media audiovisivo in ambito nazionale “TV8” già “MTV8”) per la violazione della disposizione normativa contenuta nell’art. 38, comma 2, del decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177, in agcom.it, luglio 2016. URL consultato il 23 gennaio 2020.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica