Apri il menu principale

Oltre Selinunte

film documentario del 2006 diretto da Salvo Cuccia

Il filmModifica

Il documentario racconta simultaneamente le vicende della seconda parte del XX secolo e dell'antichità di Selinunte, percorrendo il ritorno dell'ex soprintendente alle Antichità della Sicilia occidentale, Vincenzo Tusa, al Parco archeologico da lui creato per salvare dall'incuria e dalla speculazione edilizia uno dei più grandi siti archeologici della Sicilia.

L'opera utilizza un linguaggio audiovisivo di contaminazione tra fiction, videoarte, e nuove forme del racconto documentario, in cui si alternano riprese in Digital Beta, mini DV, 35 mm, e immagini di repertorio,[1][2] tra cui estratti da vecchi cinegiornali, frammenti da alcuni documentari di Folco Quilici, dal saggio di diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia di Fernando Birri, e da filmini super 8 della famiglia di Benni Atria, montatore e co-sceneggiatore del film.[3]

Tra le interviste a storici, archeologi e antropologi, al film partecipa Vincenzo Consolo che, tra le rovine di Selinunte, legge alcuni passi dal suo romanzo Retablo.[4]

Colonna sonoraModifica

La musica originale ha un ruolo importante nel film, ed è tra gli elementi estetici che lo caratterizzano. I brani, tutti di generi diversi tra loro, sono stati realizzati e sincronizzati appositamente sulle immagini.[1] I musicisti, quasi tutti siciliani, sono:[5]

  • Airfish
  • Mario Bajardi
  • Marco Betta
  • Daniele Camarda
  • Fred Casadei
  • Montefiori Cocktail
  • Francesco Cusa
  • Giovanni Damiani
  • Giovanni D'Aquila
  • Gianni Gebbia
  • Vito Franco Gaiezza
  • Matthew Goodhearth
  • Lucio Garau
  • Federico Incardona
  • Francesco La Bruna
  • Francesco La Licata
  • Enzo e Lorenzo Mancuso
  • Fortunato Patti
  • Rocco Pollina
  • Dominque Regef
  • Marco Saitta
  • Thori Sorano
  • Pino Veneziano
  • Vittorio Villa

Video installazioneModifica

Il 12 giugno 2009 il film è stato presentato nel Parco archeologico di Selinunte. Per l'occasione l'opera è stata rimontata appositamente in tre diverse versioni e con tre piste audio stereo per la proiezione simultanea e sincronizzata su tre schermi. La proiezione è stata accompagnata dal vivo dall'ensemble per archi e voce Curva Minore.[6]

FestivalModifica

RiconoscimentiModifica

Pubblicazione in DVDModifica

La versione in DVD è stata pubblicata con sottotitoli in francese, giapponese, greco, inglese, spagnolo e tedesco. Tra gli extra contiene l'intervista integrale a Vincenzo Tusa, le fotografie di scena di Giuseppe Mineo e una galleria di immagini storiche.

NoteModifica

  1. ^ a b Oltre Selinunte Scheda film con breve commento di Salvo Cuccia su «Cinemaitaliano». URL consultato il 6 luglio 2010
  2. ^ Antonio Valerio Spera. Torino Film Festival - DOC 2006 - Oltre Selinunte. «Close-Up», 20 novembre 2006. URL consultato il 6 luglio 2010
  3. ^ Antonella Barone. Oltre Selinunte. Oltre il documentario. «Cinemavvenire», 3 gennaio 2007. URL consultato il 6 luglio 2010
  4. ^ a b Oltre Selinunte Scheda film di Cinecittà Luce Filmitalia. URL consultato il 6 luglio 2010
  5. ^ a b Oltre Selinunte. Scheda film del Torino Film Festival. URL consultato il 6 luglio 2010
  6. ^ Selinunte XYZ estratto dall'installazione multi-displayURL consultato 8 luglio 2010.
  7. ^ (EN) Big Screen Italia 2007 Artists[collegamento interrotto]. URL consultato il 6 luglio 2010
  8. ^ (FR) Au-delà de Selinunte Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. Scheda del Cinemed. URL consultato il 6 luglio 2010
  9. ^ (EN) Beyond Selinunte[collegamento interrotto] Scheda del Full Frame Documentary Film Festival. URL consultato il 6 luglio 2010
  10. ^ (EN) Beyond Selinunte[collegamento interrotto] Scheda del São Paulo International Film Festival. URL consultato il 6 luglio 2010
  11. ^ Lista dei premi e programma del 24° Torino Film Festival. URL consultato il 6 luglio 2010

Collegamenti esterniModifica