Apri il menu principale

Salvo Cuccia

regista e sceneggiatore italiano

BiografiaModifica

Il campo di ricerca al quale si è dedicato Salvo Cuccia dalla fine degli anni ottanta consiste nella fusione tra videoarte, fiction e nuove forme del documentario.

Nel 2005 il suo documentario Détour De Seta,[1] incentrato sul regista Vittorio De Seta, è stato presentato da Martin Scorsese al Tribeca Film Festival[2] a New York, e al Full Frame Documentary Film Festival.[3] di Durham.

Nel 2006 ha girato il documentario Oltre Selinunte,[4] anch'esso in concorso al Full Frame Documentary Film Festival e vincitore del premio CinemAvvenire al XXIV Torino Film Festival.[5]

Nel 2007 ha ideato e diretto il progetto Albasuite,[6] una serie di documentari sulla comunità albanese d'Italia, gli arbëreshë.

Nel 2011 ha realizzato il documentario 1982. L'Estate di Frank con Dweezil Zappa, Diva Zappa, Massimo Bassoli. Prodotto da Eleonora Cordaro per Magazzini Einstein di Rai Educational. È andato in onda su RAI a gennaio del 2012. È incentrato su un viaggio in Sicilia di Frank Zappa e di un suo concerto a Palermo.

Nel 2013 ha realizzato il documentario Summer 82 When Zappa Came to Sicily, prodotto da Eleonora Cordaro, dalla Abra&Cadabra e dallo Zappa Family Trust, con Frank Zappa, Gail Zappa, Moon Unit Zappa, Dweezil Zappa, Diva Zappa, Mathilda Doucette Zappa, Megan Zappa, Massimo Bassoli, Steve Vai, Thomas Nordegg, Tanino Liberatore, Joe Travers, presentato fuori concorso alla 70.Mostra del Cinema di Venezia 2013.

Nel 2014 ha realizzato il documentario Hippie Sicily, sulla comune hippy di Terrasini e il contesto underground italiano degli anni '70.

Nel 2015 ha realizzato il documentario Il Soldato Innamorato, tratto dal "Diario della Guerra 15/18" di Salvatore Cuccia, nonno di Salvo, che dal 1968 al 1972 scrisse le sue memorie di guerra. Prodotto dal Abra&Cadabra con RAI Cinema.

Sempre nel 2015 ha realizzato il suo primo lungometraggio di finzione Lo Scambio con Filippo Luna, Barbara Tabita, Paolo Briguglia, Maziar Firouzi, Vincenzo Pirrotta, Tommaso Caporrimo, Sergio Vespertino, Orio Scaduto, con la sceneggiatura di Alfonso Sabella, Marco Alessi, Federica Cuccia, Salvo Cuccia. Prodotto da Eleonora Cordaro per Abra&Cadabra con RAI Cinema.

Nel 2018 ha realizzato il film documentario La Spartenza, tratto dalla biografia di Tommaso Bordonaro, emigrato dalla Sicilia negli USA nel 1947. Sceneggiatura di Federica Cuccia e Salvo Cuccia. Prodotto da Eleonora Cordaro per Abra&Cadabra con RAI Cinema.

CollaborazioniModifica

È stato aiuto regista di Raúl Ruiz. Dal 1995 collabora con la produttrice Eleonora Cordaro. Ha collaborato con i musicisti David Moss, Federico Incardona, Bob Ostertag, Roberto Paci Dalò, Gianni Gebbia, Peter Kowald, Jean Marc Montera, Domenico Sciajno.[7]

FilmografiaModifica

Premi e riconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ Détour De Seta su Internet Movie Database. URL consultato il 5 luglio 2010
  2. ^ Détour De Seta Archiviato il 19 gennaio 2012 in Internet Archive. Pagina sul sito del Tribeca Film Festival. URL consultato il 5 luglio 2010
  3. ^ Détour De Seta[collegamento interrotto] Scheda del Full Frame Documentary Film Festival. URL consultato il 5 luglio 2010
  4. ^ Antonella Barone. Oltre Selinunte. Oltre il documentario. «Cinemavvenire», 3 gennaio 2007. URL consultato il 10 luglio 2010
  5. ^ a b Oltre Selinunte Scheda film di Cinecittà Luce - Filmitalia. URL consultato il 5 luglio 2010
  6. ^ Miriam Tola. Alba Suite, albanesi d'Italia[collegamento interrotto]. «Cinecittà News». URL consultato il 5 luglio 2010.
  7. ^ Le collaborazioni di Salvo Cuccia.
  8. ^ Fuori rotta, da Ateneonline, dal sito dell'Università di Palermo
  9. ^ Copia archiviata, su labiennale.org. URL consultato il 12 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2013). dal sito della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica
  10. ^ Un sogno di lumaca, scheda del Torino film Festival. URL consultato il 5 luglio 2010
  11. ^ Salvo Cuccia, scheda biografica su «Cinema italiano». URL consultato il 5 luglio 2010
  12. ^ Palmarès del Genova Film Festival. URL consultato il 5 luglio 2010
  13. ^ Oltre Selinunte. Scheda film sul sito del Torino Film Festival. URL consultato il 5 luglio 2010
  14. ^ Lista dei premi e programma del 24° Torino Film Festival. URL consultato il 5 luglio 2010

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN232795590 · ISNI (EN0000 0003 6602 0568 · SBN IT\ICCU\LO1V\329966 · WorldCat Identities (EN232795590