Apri il menu principale

Onofrio Palumbo

pittore italiano, particolarmente attivo a Napoli nel corso del Seicento, durante l'epoca barocca
Onofrio Palumbo, Annunciazione, 1641, olio su tela, cm 200x245, Napoli, chiesa di Santa Maria della Salute

Onofrio Palumbo (Napoli, 1606? – Napoli, 1656?) è stato un pittore italiano, particolarmente attivo a Napoli nel corso del Seicento, durante l'epoca barocca.

Ha iniziato il suo apprendistato con Battistello Caracciolo e poi con Artemisia Gentileschi durante il soggiorno di quest'ultima a Napoli a partire dal 1630. Risalente a questo periodo non viene identificato nessun lavoro; tuttavia il suo stile mostrato nelle opere successive a questa data, riconduce Palumbo all'arte di Massimo Stanzione e più in generale alla corrente del caravaggismo.

Tra le sue opere spiccano il San Gennaro intercede per la città di Napoli (1647) per la chiesa della Santissima Trinità dei Pellegrini di Napoli, tela di grande qualità, o l'Annunciazione e l'Adorazione dei pastori per la chiesa di Santa Maria della Salute, nelle quali l'influenza di Paolo Domenico Finoglia e Francesco Guarini è chiaro, con un tocco di stile naturalista di impronta riberesca.

In una fase più avanzata della sua carriera, Palumbo aderì con entusiasmo ai cambiamenti introdotti da Andrea Vaccaro, senza perdere di vista lo stile di Stanzione. Negli ultimi anni di Artemisia Gentileschi, fu invece il suo principale collaboratore.

Opere principaliModifica

 
Onofrio Palumbo - Masaniello

BibliografiaModifica

  • The Grove Dictionary of Art, MacMillan Publishers (2000)
  • G. Pacciarotti, La Pintura Barroca en Italia, Ed. Istmo (2000), ISBN 84-7090-376-4.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN96162462 · GND (DE130850993 · ULAN (EN500069222 · CERL cnp00700366 · WorldCat Identities (EN96162462