Apri il menu principale
Palazzo Centi
PalazzoCenti.JPG
La balconata di Palazzo Centi.
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneAbruzzo
LocalitàL'Aquila
Indirizzopiazza Santa Giusta
Coordinate42°20′49.6″N 13°23′56.5″E / 42.347111°N 13.399028°E42.347111; 13.399028Coordinate: 42°20′49.6″N 13°23′56.5″E / 42.347111°N 13.399028°E42.347111; 13.399028
Informazioni generali
Condizioniinagibile
Costruzione1752 - 1776
Realizzazione
ArchitettoLoreto Cicchi di Pescocostanzo
ProprietarioRegione Abruzzo
Committentefamiglia Centi

Palazzo Centi è un palazzo storico dell'Aquila, dichiarato monumento nazionale nel 1902.[1]

Considerato tra le più alte espressioni del barocco aquilano, venne edificato tra il 1752 ed il 1776 su commissione di Gian Lorenzo Centi di Montereale[2] ed è attribuito a Mastro Cola de Cicco, al secolo Loreto Cicchi di Pescocostanzo[3]. Il palazzo, dimora della famiglia Centi che nel 1749 aveva acquistato l'area ed il preesistente palazzo[3], è a pianta rettangolare e dispone di tre livelli con ampia galleria d'ingresso, cortile interno e scalone monumentale[4].

La facciata principale, tripartita, è caratterizzata da una imponente balconata, sorretta da sei colonne in stile borromiano, che sovrasta il maestoso portale ed offre riferimenti al Palazzo Compagnoni-Marefoschi di Macerata; le colonne, ruotate di 45 gradi, rimandano al Palazzo Doria-Pamphili a Roma mentre il portale ricorda il Palazzo Trivulzio a Milano. Particolarità dell'edificio è quella di presentarsi isolato sui quattro prospetti, con i quattro angoli rivestiti da paraste a tutta altezza e capitello ionico, caratteristica che lo rende unico tra i palazzi aquilani[3].

È situato sul lato lungo di piazza Santa Giusta, volto frontalmente all'omonima chiesa, in un contesto di indubbio valore artistico e storico a pochi passi dalla piazza del Duomo. Nel 2002 è stato acquistato dalla regione Abruzzo e, dopo quattro anni di restauri, dal 2006 al 2009 è stato sede della Presidenza della Regione Abruzzo[5]. Nonostante sia stato negli anni sottoposti ad importanti interventi di consolidamento, ha riportato danni ingenti in seguito al terremoto del 2009 ed è attualmente inagibile[4].

NoteModifica

  1. ^ Elenco degli edifizi Monumentali in Italia, Roma, Ministero della Pubblica Istruzione, 1902. URL consultato il 27 maggio 2016.
  2. ^ La Biblioteca di Repubblica, pag.55
  3. ^ a b c Clementi, Piroddi, pag.142
  4. ^ a b Abruzzo Cultura, Palazzo Centi (PDF), su regione.abruzzo.it. URL consultato il 07-12-10.
  5. ^ Attualmente ospitata nel Palazzo Silone

BibliografiaModifica

  • Alessandro Clementi, Elio Piroddi, L'Aquila, 4ª ed., Bari, Editori Laterza, 1986.
  • La Biblioteca di Repubblica, Città d'arte - L'Aquila Bari Lecce, Roma, Gruppo Editoriale L'Espresso, 2011.
  • Touring Club Italiano, L'Italia - Abruzzo e Molise, Milano, Touring Editore, 2005.