Apri il menu principale
Parco del Roccolo
Roccolo 017.jpg
Tipo di areaGiardino naturale
Codice EUAPnon attribuita
Class. internaz.-
StatiItalia Italia
RegioniLombardia Lombardia
ProvinceBergamo Bergamo
ComuniTreviglio
Superficie a terra0,043[1] km²
Superficie a terra26000[2] ha
Provvedimenti istitutivi-
GestoreAmici del Parco del Roccolo e Gruppo Alpini Treviglio[2]
PresidenteClaudia Bencetti[3]
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale

Coordinate: 45°31′00.8″N 9°33′52.13″E / 45.51689°N 9.56448°E45.51689; 9.56448

Il parco del Roccolo è un giardino naturale situato nella zona ovest di Treviglio, dedicato alle attività ricreative, sportive, e occasionalmente alle celebrazioni liturgiche. È possibile inoltre effettuare delle visite guidate nell'area naturalistica durante la stagione estiva.

Il parco ospita numerose specie di alberi e un fossato che sgorga dal fontanile per poi scorrere ai piedi della pittoresca chiesetta della Madonna degli Alpini, aperta saltuariamente ed utilizzata solo per le celebrazioni liturgiche più importanti.

L'area ricreativa è gestita dal Gruppo Alpini di Treviglio, che in particolari ricorrenze e segnatamente a Ferragosto vi organizza una festa popolare con distribuzione di panini imbottiti, mentre l'area didattico-naturalistica e gestita dagli Amici del Parco del Roccolo in collaborazione col Gruppo Alpini.

Indice

TerritorioModifica

Il parco del Roccolo ospita l'unico fontanile trevigliese con relativa "asta", cioè il fosso che consente all'acqua sorgiva di irrigare i campi nelle vicinanze.

Il fontanile è caratterizzato da un regime d'acqua stagionale: in inverno è pressoché asciutto, mentre in estate vi si possono misurare dai 2 ai 3 metri di acqua. Proprio a causa della stagionalità nel fontanile non possono esserci pesci ma solamente anfibi: rane, rospi e raganelle.

Durante l'anno è possibile visitare l'oasi naturalistica che comprende il fontanile con una visita guidata, imparando a distinguere i suoni delle numerose creature che la popolano.

FloraModifica

Alla fine del XX secolo il gruppo alpini ha provvisto alla piantumazione di alcune piante, e in particolare di piante che possano divenire richiamo per la fauna avicola mediante la creazione di nidi artificiali. Tali piante andranno a ricoprire le porzioni di parco ancora scoperte, in quanto acquisite dai campi confinanti.

Tra le principali piante presenti nel parco, occorre saper distinguere fra tre categorie:

Piante piantumate nel 1983Modifica

Le piante più antiche del parco, piantumate nel 1983, e quindi preesistenti alla gran parte delle piantumazioni, avvenute nel 1996, abbiamo[4]:

 
La chiesetta della Madonna degli alpini
 
La discesa a fianco della chiesetta
 
Il fontanile del Roccolo
 
L'area verde attrezzata del Roccolo
 
La fila di alberi all'ingresso del Roccolo

Piante piantumate nel 1996Modifica

Le piante più recenti del parco, piantumate nel 1996, e quindi di dimensioni ancora ridotte data la loro giovane età, abbiamo[4]:

Arbusti piantumati nel 1996Modifica

Tra gli arbusti piantumati nel 1996, abbiamo[4]:

FaunaModifica

Il fontanile del Roccolo è una riserva unica di biodiversità rispetto all'ambiente circostante e attrae perciò numerose specie di animali tra i quali abbiamo anche alcune specie di crostacei, molluschi, e di anellidi.

Il gruppo più numeroso è quello degli insetti che annovera anche coleotteri dato che da adulti conducono una vita strettamente acquatica, sulla superficie dell'acqua si possono trovare inoltre gli eterotteri che con le loro zampe possono pattinare sull'acqua. Vi sono inoltre numerose larve tra le quali quelle di tricotteri.

Per quanto riguarda i vertebrati non essendoci i pesci secondo studi effettuati nel territorio circostante il roccolo si è evidenziata la presenza di tritoni crestati, tritoni punteggiati, rane verdi, rospi smeraldini e raganelle.

Nessuna di queste specie di anfibi presente nel Roccolo è ritenuta a rischio.

Tra le principali specie presenti nel parco abbiamo[5]:

Punti d'interesse e struttureModifica

Il parco ospita un porticato in legno, numerosi tavoli e panchine e un'area attrezzata con giochi per bambini.

L'edificio più importante resta tuttavia la chiesetta dei Trevigliesi e dedicata alla Madonna degli Alpini, che risulta essere la chiesa più piccola di Treviglio. La chiesa fu costruita agli inizi del novecento, dopo il rinvenimento di un ramo a forma di croce sul luogo che già era denominato roccolo prima della creazione del parco.

NoteModifica

  1. ^ EVENTI - NEWS - Oasi del Roccolo
  2. ^ a b Cassa Rurale Treviglio Archiviato il 19 novembre 2012 in Internet Archive.
  3. ^ http://www.parcoroccolotreviglio.it/res/site57376/res587185_consiglio_direttivo_2011.pdf
  4. ^ a b c pagine 186-187 del volume Il Roccolo e il suo parco edizioni tipolito CFV Treviglio giugno 1999
  5. ^ vedi pagine 88-113 de Il Roccolo e il suo parco

BibliografiaModifica

  • Il Roccolo e il suo parco Edizioni Cassa Rurale e Rotary Club Treviglio, giugno 1999

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Botanica