Apri il menu principale

Parigi-Roubaix 2005

edizione della corsa ciclistica
Francia Parigi-Roubaix 2005
Edizione103ª
Data10 aprile
PartenzaCompiègne
ArrivoRoubaix
Percorso259 km
Tempo6h29'38"
Media39,884 km/h
Valida perUCI ProTour 2005
Ordine d'arrivo
PrimoBelgio Tom Boonen
SecondoStati Uniti George Hincapie
TerzoSpagna Juan Antonio Flecha
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
Parigi-Roubaix 2004Parigi-Roubaix 2006

La Parigi-Roubaix 2005, centotreesima edizione della corsa, fu disputata il 10 aprile 2005 lungo un percorso di 259 km, e fu vinta dal belga Tom Boonen, che si impose in 6h29'38".

PercorsoModifica

Lungo i 259 chilometri da Compiègne a Roubaix, si affrontarono 26 settori in pavé, tra i quali i più difficili erano il diciannovesimo ad Aulnoy-lez-Valenciennes, 2600 metri dopo 150 km, il decimo a Mons-en-Pévèle, 3000 metri dopo 212 km, e il quarto e decisivo Carrefour de l'Arbre a 16 km dal traguardo e lungo 2100 metri.[1]

Squadre partecipantiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Partecipanti alla Parigi-Roubaix 2005.

Presero parte alla prova le venti squadre con licenza UCI ProTeam. Ammesse tramite l'assegnazione di wild-card furono AG2R Prévoyance, Landbouwkrediet-Colnago, Agritubel, MrBookmaker.com-SportsTech e RAGT Semences.

N. Cod. Squadra
1-8 LIQ   Liquigas-Bianchi
11-18 FAS   Fassa Bortolo
21-28 DVL   Davitamon-Lotto
31-38 TMO   T-Mobile Team
41-48 CSC   Team CSC
51-58 RAB   Rabobank
61-68 PHO   Phonak Hearing Systems
71-78 DSC   Discovery Channel Team
81-88 SDV   Saunier Duval-Prodir
91-98 QST   Quick Step-Innergetic
101-108 GST   Gerolsteiner
111-118 C.A   Crédit Agricole
121-128 FDJ   Française des Jeux
N. Cod. Squadra
131-138 LSW   Liberty Seguros-Würth
141-148 LAM   Lampre-Caffita
151-158 COF   Cofidis, le Crédit par Téléphone
161-168 EUS   Euskaltel-Euskadi
171-178 BTL   Bouygues Télécom
181-188 SDM   Domina Vacanze
191-198 IBA   Illes Balears-Caisse d'Epargne
201-208 A2R   AG2R Prévoyance
211-218 LAN   Landbouwkrediet-Colnago
221-228 AGR   Agritubel
231-238 MRB   MrBookmaker.com-SportsTech
241-248 RAG   RAGT Semences

Resoconto degli eventiModifica

Dopo una prima mezz'ora corsa a ritmi sostenuti, a circa 25 km dalla partenza attaccò Thijs (MrBookmaker), seguito da Berges (Agritubel), Herrero (Euskaltel) e Lang (Gerolsteiner) e in 5 km il piccolo gruppo di fuggitivi arrivò a guadagnare 45 secondi. Dopo altri 20 km un altro plotoncino di quattro corridori - Barredo (Liberty Seguros), Chavanel (Bouygues), Brard (Agritubel) e Coyot (Cofidis) - si staccò dal gruppo principale e raggiunse i primi fuggitivi nei pressi di Saint-Quentin, a 202 km dal traguardo. 30 km dopo, nella campagna del dipartimento dell'Aisne vicino Bosigny, il vantaggio era salito a 12'05", ma il gruppo principale, guidato dalla Fassa Bortolo, iniziò a ridurre lo svantaggio, che all'inizio del primo settore in pavé, Troisvilles, era sceso a 9'40". Al ventunesimo settore, a Vertain, i battistrada guidavano mantenevano quasi sette minuti di gap, grazie anche a una caduta nel gruppo degli inseguitori, che mise fuori gioco Allan Davis (gomito rotto) e Peter Van Petegem.

A 105 chilometri dal traguardo i leader affrontavano il diciottesimo settore a Famars, con Herrero e Chavanel staccati e il gruppo a 5'45". 10 km dopo la T-Mobile iniziò a forzare l'inseguimento dei fuggitivi e il distacco scese a 5'21" al quindicesimo settore a Haveluy. All'inizio del quattordicesimo settore a Hornaing-Wandignies, l'attacco di Pozzato, seguito dal capitano Boonen, staccò un piccolo gruppo di cui facevano parte Michaelsen (CSC), Hincapie (Discovery), Bäckstedt (Liquigas) e i due corridori della Fassa, Flecha e Cancellara. Al tredicesimo settore, Warlaing-Brillon, il gruppetto di contrattaccanti iniziò a recuperare terreno sui primi fuggitivi e al dodicesimo (Orchies) il distacco era di 1'30" mentre il gruppo inseguiva a 2 minuti, guidato da T-Mobile, Rabobank e Davitamon-Lotto. Terminato il settore di Orchies lo svantaggio scese sotto il minuto, mentre il gruppo iniziava a perdere terreno.

Nell'undicesimo settore ad Auchy-lez-Orchies, il gruppetto guidato da Boonen era ormai in vista della testa della corsa e i fuggitivi furono ripresi a 50 km dal traguardo. Un gruppo di undici corridori guidava quindi la corsa, con Thijs, Berges e Brard, Coyot, Boonen, Bäckstedt, Hincapie, Michaelsen, Barredo, Flecha e Cancellara; van Bon, Wesemann e Hulsmans inseguivano a 37" mentre il gruppo era a 2'15".

A dieci settori in pavé dal traguardo mancavano ancora due tra i più duri, Mons-en-Pévèle (10) e il Carrefour de l'Arbre (4): Flecha e Michalesen guidavano i fuggitivi, mentre Cancellara vittima di una caduta perse contatto e non riuscì a rientrare. Al quinto settore, Camphin-en-Pévèle a 20 km dal traguardo, Boonen si portò in testa al gruppetto, sempre tallonato da Michaelsen e Hincapie. Bäckstedt tentò un'accelerazione ma Flecha, Boonen e Hincapie ricucirono lo strappo. Il quarto e determinante settore del Carrefour de l'Arbre iniziò con Flecha davanti, seguito da Hincapie, Boonen, Michaelsen e Bäckstedt. Questi ultimi due persero terreno e a partire dal terzo settore, Gruson, rimasero solo Flecha, Boonen e Hincapie. Giunti uniti fino al velodromo di Roubaix, fu il belga ad aggiudicarsi la volata.[2]

Ordine d'arrivo (Top 10)Modifica

Punteggi UCIModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Les Clarke, 2005 Roubaix closer than ever, in cyclingnews.com, 10 aprile 2005. URL consultato l'8-8-2010.
  2. ^ (EN) Anthony Tan & Tim Maloney, Boonen does the double, in cyclingnews.com, 10 aprile 2005. URL consultato l'8-8-2010.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo