Apri il menu principale

CarrieraModifica

Sen-Gupta ha iniziato la sua carriera all'età di 17 anni lavorando come apprendista nel reparto scenografia degli studi di Bollywood. Negli anni 80, si unì al cast tecnico di importanti produzioni cinematografiche e televisive quali Saagar e Mr. India. Nel 1988, il regista Sudhir Mishra lo assunse come direttore artistico. In seguito, aprì uno studio di scenografia e arti decorative nel quale sperimentò anche tecniche d'avanguardia audiovisive. Nel 1989 ottenne il suo primo riconoscimento come direttore artistico.[2][3]

Negli anni 90, Sen-Gupta si trasferì a Parigi, dove fu ammesso alla Fémis, la scuola nazionale francese di cinema. In questo periodo, diresse il suo primo cortometraggio, La Derniere, grazie al quale conquistò una borsa di studio per un corso triennale di regia. Con il cortometraggio Trajet discontinu del 1998, ottenne il suo primo riconoscimento europeo come miglior regista esordiente all'Angers European Film Festival.[2][3][4]

Il suo primo lungometraggio, Hava Aney Dey, fu presentato fra i film in competizione alla Berlinale del 2004[5] e si aggiudicò il premio come miglior film ai festival cinematografici di Durban e Hong Kong. Il maggiore successo cinematografico del regista è il pluri-premiato film drammatico Sunrise, prodotto in India e in Francia.[6] Il film narra la storia di un ispettore di Mumbai alla ricerca di sua figlia Aruna, rapita anni addietro all'età di sei anni.[7] Il tema della scomparsa è ripreso anche nel suo film successivo, Slam, con Adam Bakri nel ruolo protagonista.[8]

FilmografiaModifica

CinemaModifica

CortometraggiModifica

  • Le cochon (1996)
  • Trajet discontinu (1998)

Premi e candidatureModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Biography: Partho Sen Gupta, su sen-gupta.net. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  2. ^ a b (EN) An Interview with Partho Sen-Gupta, su diff.co.in, 30 ottobre 2014. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  3. ^ a b (FR) Partho Sen Gupta, Sancho does Asia, 19 novembre 2004. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  4. ^ (EN) RMA 2015 interview Partho Sen-Gupta on Sunrise, Roffa Mon Amour. URL consultato il 18 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 18 gennaio 2018).
  5. ^ (EN) Meenakshi Shedde, Berlin fest to showcase six Indian films, The Times of India, 2 febbraio 2004. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  6. ^ (EN) Priyanka Jain, Partho Sen-Gupta’s Film Sunrise Opened To Great Reviews At Film Festivals, su pandolin.com, 28 novembre 2014. URL consultato il 18 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 18 gennaio 2018).
  7. ^ (EN) Liz Shackleton, Partho Sen-Gupta, Sunrise, Screendaily, 3 ottobre 2014. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  8. ^ (EN) Don Groves, Partho Sen-Gupta’s ‘Slam’ takes a fresh look at terrorism, su if.com.au, 4 dicembre 2017. URL consultato il 18 gennaio 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN45148570749724312991 · LCCN (ENno2017006587 · WorldCat Identities (ENno2017-006587