Apri il menu principale
Pasquale Poerio
Poerio V.jpg

Sindaco di Casabona
Durata mandato ? - ?

Sindaco di Isola di Capo Rizzuto
Durata mandato 8 maggio 1975
10 maggio 1978
Predecessore Bruno Riillo
Successore Ruggiero Gualtieri

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature IV
Gruppo
parlamentare
COM
Circoscrizione Calabria
Collegio Catanzaro
Incarichi parlamentari
Sito istituzionale

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature V, VI
Gruppo
parlamentare
PCI
Coalizione COM
Circoscrizione Calabria
Collegio Crotone
Incarichi parlamentari
Membro dal 5 luglio 1968 al 17 luglio 1968
Segretario dal 18 luglio 1968 al 27 ottobre 1970
Vicepresidente dal 28 ottobre 1970 al 24 maggio 1972
Membro dal 22 giugno 1971 al 24 maggio 1972
Membro dal 4 luglio 1972 al 4 luglio 1976
Membro dal 25 luglio 1972 al 4 luglio 1976
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico PCI
Professione Sindacalista

Pasquale Poerio (Casabona, 1º ottobre 1921Catanzaro, 29 novembre 2002) è stato un sindacalista e politico italiano, già deputato e senatore della Repubblica Italiana.

BiografiaModifica

Sindacalista e dirigente del PCI calabrese, Pasquale Poerio frequentò il liceo classico dopodiché si iscrisse alla facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Bari, ma non conseguì mai la laurea per dedicarsi a tempo pieno alla sua passione, la politica.

Si schierò a fianco dei contadini calabresi per strappare le terre incolte ai latifondisti e ridare dignità e sviluppo a livello sociale, culturale ed economico alla classe operaia e contadina.

Fu presidente regionale dell'Alleanza Nazionale dei Contadini della Calabria.

Nel 1963 fu eletto deputato e poi senatore nelle altre due legislature consecutive (V e VI) sempre tra le file del PCI, fu dirigente del partito in Calabria e a Crotone, sindaco e consigliere comunale di Isola di Capo Rizzuto e sindaco di Casabona; ha militato nel PDS dopo lo scioglimento del PCI.

Morì a Catanzaro il 29 novembre 2002.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN305358441 · ISNI (EN0000 0004 2018 4310 · SBN IT\ICCU\TO0V\361394 · WorldCat Identities (EN305358441