Apri il menu principale
Petriano
comune
Petriano – Stemma Petriano – Bandiera
Petriano – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneFlag of Marche.svg Marche
ProvinciaProvincia di Pesaro e Urbino-Stemma.png Pesaro e Urbino
Amministrazione
SindacoDavide Fabbrizioli (lista civica - centro-destra) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate43°46′50.12″N 12°44′00.78″E / 43.780589°N 12.73355°E43.780589; 12.73355 (Petriano)Coordinate: 43°46′50.12″N 12°44′00.78″E / 43.780589°N 12.73355°E43.780589; 12.73355 (Petriano)
Altitudine327 m s.l.m.
Superficie11,27 km²
Abitanti2 777[1] (31-3-2018)
Densità246,41 ab./km²
FrazioniGallo, S. Maria in Calafria
Comuni confinantiMontefelcino, Urbino, Vallefoglia
Altre informazioni
Cod. postale61020
Prefisso0722
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT041045
Cod. catastaleG514
TargaPU
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitantipetrianesi
PatronoSan Martino di Tours
Giorno festivo11 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Petriano
Petriano
Petriano – Mappa
Posizione del comune di Petriano nella provincia di Pesaro e Urbino
Sito istituzionale

Petriano (Petriän in dialetto gallo-piceno) è un comune italiano di 2.777 abitanti della provincia di Pesaro e Urbino nelle Marche.

Indice

StoriaModifica

Petriano deve il suo nome (Prae tres amnes: sopra tre fiumi) ai tre corsi d'acqua che scorrono sul suo territorio: l'Apsa che scende da Urbino, il Tagliatesta che arriva dalle Cesane passando per Palazzo del Piano ed il Razzo che segna i limiti settentrionali del territorio comunale.

Il primo documento che riporta il nome di Petriano è una pergamena del B. Mainardo Vescovo datata 21 gennaio 1069 che conferma la proprietà di varie terre e chiese tra cui S. Martino di Petriano al Capitolo del Duomo di Urbino. In seguito il Castello di Petriano passò ai consoli di Urbino seguendo poi i destini della città feltresca. Già nel 1422 venne fondato da Bonaiuto Ranuzzi un ospedale per l'assistenza e la cura della popolazione e dei viaggiatori. Fra i petrianesi si distinse il capitano Carletto detto d'Urbino che nel 1505 respinse gli eserciti del Borgia e si spinse fino a Rimini conquistando la città. La comunità era retta dai Massari eletti periodicamente tra le vecchie famiglie del posto.

Nel 1861 Petriano divenne comune dell'Italia Unita.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[2]

 

CulturaModifica

EconomiaModifica

ArtigianatoModifica

Tra le attività economiche più tradizionali, diffuse e importanti vi sono quelle artigianali, come la lavorazione del ferro battuto, finalizzata alla realizzazione di una vasta gamma di prodotti, che spazia dalle inferriate alle statue.[5]

AmministrazioneModifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1926 1928 Ferrino Fabbrizioli Podestà [6]
Dal 1928 al 1947 il comune fu aggregato a quello di Colbordolo
1947 1950 Crescentino Cioppi Sindaco [6]
30 aprile 1950 11 maggio 1951 Quinto Mazzoli Sindaco [6]
12 maggio 1951 8 dicembre 1951 Enrico Gostoli Sindaco [6]
9 dicembre 1951 4 giugno 1952 Valentino Amicucci Commissario prefettizio [6]
5 giugno 1952 16 giugno 1956 Valentino Amicucci Sindaco [6]
17 giugno 1956 9 dicembre 1960 Cesare Marchionni Sinistra Sindaco [6]
10 dicembre 1960 2 dicembre 1964 Wasincton Alessandrini Centro Sindaco [6]
3 dicembre 1964 28 luglio 1970 Wasincton Alessandrini Centro Sindaco [6]
29 luglio 1970 21 marzo 1973[7] Maurizio Mazzoli Sinistra Sindaco [6]
22 marzo 1973 29 aprile 1973 Gioacchino Italia Commissario regionale ad acta [6]
30 aprile 1973 1º dicembre 1974 Michele Ventura Commissario prefettizio [6]
2 dicembre 1974 10 luglio 1980 Maurizio Mazzoli Sinistra Sindaco [6]
11 luglio 1980 4 luglio 1985 Maurizio Mazzoli Sinistra Sindaco [6]
5 luglio 1985 21 febbraio 1988 Maurizio Mazzoli Sinistra Sindaco [6]
22 febbraio 1988 30 maggio 1990 Domenico Passeri Lista civica Sindaco [8]
31 maggio 1990 23 aprile 1995 Domenico Passeri Partito Comunista Italiano
Partito Democratico della Sinistra
Sindaco [8]
24 aprile 1995 13 giugno 1999 Domenico Passeri Partito Democratico della Sinistra
Democratici di Sinistra
Sindaco [8]
14 giugno 1999 13 giugno 2004 Giovanni Angelini Centro-destra Sindaco [8]
14 giugno 2004 7 giugno 2009 Giovanni Angelini Centro-destra Sindaco [8]
8 giugno 2009 25 maggio 2014 Giammarco Cecconi Obiettivo cittadino (Centro-destra) Sindaco [8]
26 maggio 2014 in carica Davide Fabbrizioli Obiettivo cittadino (Centro-destra) Sindaco [8]

SportModifica

CalcioModifica

La squadra di calcio è unita a quella del vicino comune di Vallefoglia e gioca nel campionato regionale di Eccellenza. La squadra ha il nome di Atletico Gallo Colbordolo calcio.

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 marzo 2018.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ La Banda Grossi in sala il 20 settembre, ansa.it, 12 settembre 2018. URL consultato il 18 febbraio 2019.
  4. ^ La Banda Grossi, cine-studio.it. URL consultato il 18 febbraio 2019.
  5. ^ Atlante cartografico dell'artigianato, vol. 2, Roma, A.C.I., 1985, p. 12.
  6. ^ a b c d e f g h i j k l m n o Falciasecca, 2003
  7. ^ Il comune viene commissariato dopo la bocciatura del bilancio
  8. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

BibliografiaModifica

  • Un Castello, una Villa e un'Osteria. Petriano, Riceci e Gallo., Gabriele Falciasecca (a cura di), Comune di Petriano, 2003.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN146789295