Apri il menu principale
Pietro Zamburlini
arcivescovo della Chiesa cattolica
Pietro Zamburlini.jpg
Immagine tratta dall'archivio storico diocesano di Pordenone.
ArchbishopPalliumudine.png
 
Incarichi ricoperti
 
Nato15 dicembre 1832 a Bagnoli di Sopra
Ordinato diacono30 novembre 1856
Ordinato presbitero28 marzo 1857
Nominato vescovo16 gennaio 1893 da papa Leone XIII
Consacrato vescovo23 aprile 1893 dal vescovo (poi cardinale) Giuseppe Callegari
Elevato arcivescovo22 giugno 1896 da papa Leone XIII
Deceduto1º dicembre 1909 (76 anni) ad Artegna
 

Pietro Zamburlini (Bagnoli di Sopra, 15 dicembre 1832Artegna, 1º dicembre 1909) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Nato in provincia di Padova, entrò giovanissimo nel seminario diocesano, dove fu prima studente, poi, dopo essersi laureato in teologia nel 1866, fu docente e, infine, rettore. In quel periodo conobbe e intrecciò una solida amicizia col futuro papa Pio X, col quale mantenne una corrispondenza duratura. Nel 1878 fu nominato canonico della cattedrale di Padova e, successivamente, vicario generale della diocesi.

Nel 1894 fu eletto vescovo di Concordia, dove rimase fino al 1897, anno in cui fu trasferito all'arcidiocesi di Udine. Il 19 marzo 1895 consacrò la chiesa di san Nicolò vescovo a Castelnovo del Friuli[1].

Nel 1898 chiese ai padri stimmatini di aprire un collegio cattolico in Udine, il futuro Collegio Bertoni. Il 19 maggio 1901 consacrò l'altare maggiore della basilica della Madonna delle Grazie, opera del maestro Giuseppe Gregorutti di Udine, che era stato collocato nel 1893, in sostituzione di quello precedente, opera di Michele Zuliani, detto Lessani, del 1798, ora nella chiesa di Pradielis (Udine).

Morì ad Artegna il 1º dicembre 1909 all'età di 76 anni.

Genealogia episcopaleModifica

NoteModifica

  1. ^ Parrocchia San Nicolò Vescovo, su diocesi.concordia-pordenone.it. URL consultato il 21 ottobre 2017.

BibliografiaModifica

  • Elpidio Ellero, ZAMBURLINI PIETRO, su dizionariobiograficodeifriulani.it – Dizionario biografico dei friulani. Nuovo Liruti online, Istituto Pio Paschini per la storia della Chiesa in Friuli. URL consultato il 21 ottobre 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN253207693 · ISNI (EN0000 0003 7640 3896 · SBN IT\ICCU\CUBV\041503 · WorldCat Identities (EN253207693