Primosale

formaggio italiano

Per primosale, o primo sale, s'intende un determinato grado di stagionatura del formaggio pecorino, ma il termine indica anche un formaggio pecorino tipico siciliano. Il termine "primosale" è usato soprattutto nell'Italia meridionale e in Sicilia è una denominazione che è stata inserita nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T.) del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali,[1] essendo stato riconosciuto come prodotto tipico siciliano.

Primosale
Primosale.jpg
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneSicilia
Zona di produzioneSicilia
Dettagli
Categoriaformaggio
RiconoscimentoP.A.T.
SettoreFormaggi

StagionaturaModifica

Il pecorino può essere consumato in uno dei suoi quattro gradi di stagionatura, che sono:

La differenza fra le quattro dizioni sta essenzialmente nel tempo di stagionatura e nella salatura.

Il prodotto della caseificazione del latte pecorino senza alcuna salatura è la tuma, e va consumato fresco, entro una settimana.
Se invece si sottopone la tuma subito a salatura, si ottiene, dopo circa un mese, il primosale.
Stagionando ancora il primosale per almeno quattro mesi, si ottiene il secondosale o pecorino semi-stagionato.
Periodi di stagionatura più lunghi portano al pecorino stagionato.

NoteModifica

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica