Provincia di Casalmaggiore

(Reindirizzamento da Provincia di Bozzolo)
Provincia di Bozzolo[1]
Provincia di Casalmaggiore[2]
Informazioni generali
Capoluogo Casalmaggiore, dal 1787
Altri capoluoghi Bozzolo (1786-1787)
Dipendente da Flag of the Duchy of Milan (1765-1796).gif Lombardia austriaca
Amministrazione
Forma amministrativa Provincia
Organi deliberativi Intendenza politica
Evoluzione storica
Inizio 1786
Causa Suddivisione della Lombardia austriaca in province
Fine 1797
Causa Suddivisione della Repubblica Cisalpina in dipartimenti
Preceduto da Succeduto da
Contado di Cremona Dipartimento dell'Alto Po
Cartografia
Provincia di Casalmaggiore 1787.png

La provincia di Casalmaggiore, chiamata nel suo primo anno di esistenza provincia di Bozzolo, era una provincia della Lombardia austriaca, esistita dal 1786 al 1791, e in forma drasticamente più ridotta fino al 1797.

StoriaModifica

La provincia fu creata nel 1786 all'atto della suddivisione della Lombardia austriaca in 8 province[3], create nel clima delle riforme giuseppine.

Il territorio della provincia fu ottenuto da uno scorporo dal vecchio Contado di Cremona, aggiungendovi quella parte del Ducato di Mantova che era stata conquistata secoli prima dai Gonzaga sottraendola al Cremonese, ma che ecclesiasticamente era sempre rimasta sottoposta alla Diocesi di Cremona.

Suddivisione amministrativa all'atto dell'istituzione (1786)Modifica

La provincia era suddivisa in 10 delegazioni:

La riduzione del 1791Modifica

Nel 1791 il nuovo imperatore Leopoldo II emanò un editto che cancellò la generalità delle riforme provinciali del defunto fratello. Con una clausola particolare tuttavia, non tutta la provincia di Casalmaggiore fu liquidata ma, per giustificare l'anomala posizione cui sarebbe tornata la città, le fu lasciato un piccolo territorio composto dai distretti del capoluogo e di San Giovanni in Croce. Tutto il resto della provincia fu restituito a Cremona o a Mantova rispettivamente.[14] L'invasione napoleonica del 1797 abolì poi anche ciò che era rimasto del compartimento di Casalmaggiore.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica