Quando l'amore è sensualità

film del 1973 diretto da Vittorio De Sisti
Quando l'amore è sensualità
Quando l'amore è sensualità.jpg
Ewa Aulin e Agostina Belli in una scena del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1973
Durata90 min
Rapporto1,85:1
Genereerotico
RegiaVittorio De Sisti
SoggettoLuigi Russo
SceneggiaturaLuigi Russo, Vittorio De Sisti
ProduttoreEnzo Doria
Produttore esecutivoNino Segurini, Claudio Grassetti
Casa di produzioneT.R.A.C.
Distribuzione in italianoCapitol International
FotografiaAldo De Robertis
MontaggioAngelo Curi
MusicheEnnio Morricone dirette da Bruno Nicolai
ScenografiaGisella Longo
TruccoFranco Schioppa
Interpreti e personaggi

Quando l'amore è sensualità è un film del 1973 diretto da Vittorio De Sisti.

Il film è conosciuto anche col titolo Una ragazza di paese.[1]

TramaModifica

La contessa Giulia Sanfelice, per risanare il patrimonio di famiglia, dà la figlia Erminia in sposa ad Antonio, che si è arricchito col commercio delle carni. Tanto è sensibile, inesperta e inibita Erminia, vittima di una madre dalla sensualità frustrata, quanto è sanguigno ed estroverso Antonio il quale, non riuscendo a consumare il matrimonio, trova conforto in altre donne. Intanto Erminia fugge da Parma e raggiunge la sorella Angela a Piacenza, una ragazza disinibita e con molte amicizie, che riesce quasi a coinvolgerla nelle proprie scorribande anche sessuali. Nell'assenza della figlia, la contessa Giulia, travolta dalla prorompente vitalità di Antonio, ne diventa l'amante. Tornata a casa, Erminia sorprende la madre uscire dalla camera di Antonio, perciò si denuda davanti a lei e si offre al marito mentre Giulia desolata si accascia piangendo nel corridoio.

NoteModifica

  1. ^ Una ragazza di paese (1973), in Archivio del cinema italiano, ANICA.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema