Ray Houghton

calciatore irlandese
Ray Houghton
Ray Houghton 1995.jpg
Houghton in una foto del 1995
Nazionalità Irlanda Irlanda
Altezza 170 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Termine carriera 2000
Carriera
Squadre di club1
1979-1982West Ham Utd1 (0)
1982-1985Fulham129 (16)
1985-1987Oxford Utd83 (10)
1987-1992Liverpool153 (28)
1992-1995Aston Villa95 (6)
1995-1997Crystal Palace73 (7)
1997-1999Reading43 (1)
1999-2000Stevenage Borough3 (0)
Nazionale
1983-1997Irlanda Irlanda73 (6)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ray Houghton (Glasgow, 9 gennaio 1962) è un ex calciatore irlandese, di ruolo centrocampista.

CarrieraModifica

ClubModifica

Houghton iniziò la sua carriera come professionista nel West Ham, giocando una sola partita. Dal 1982 al 1987 milita prima nel Fulham e poi nell'Oxford United: nel 1987 viene acquistato dal Liverpool, dove trascorrerà i migliori anni della sua carriera. Con la maglia dei Reds fino al 1992 vince 2 scudetti (1988 e 1990), 2 FA Cup (1989 e 1992) e 3 Supercoppe (1988, 1989 e 1990): in totale colleziona 153 presenze e 28 reti. La successiva tappa della sua carriera è l'Aston Villa, con cui conquista la Coppa di Lega nel 1994 (dopo che l'aveva già vinta nel 1986, con l'Oxford United).

Negli anni successivi gioca con Crystal Palace, Reading e Stevenage Borough fino al ritiro (avvenuto nel 2000).

NazionaleModifica

Houghton ha difeso i colori della nazionale irlandese dal 1983 al 1997, partecipando al campionato d'Europa 1988 dove realizzò il gol della vittoria nella storica sfida contro l'Inghilterra, e a due Mondiali nel 1990 e 1994: nell'edizione 1994 segnò un gol contro l'Italia nella prima gara del girone, regalando la vittoria alla sua squadra.[1]

PalmarèsModifica

Liverpool: 1987-1988, 1989-1990
Liverpool: 1988-1989, 1991-1992
Oxford United: 1985-1986
Aston Villa: 1993-1994
Liverpool: 1988, 1989, 1990

NoteModifica

  1. ^ Licia Granello, Triste Baggio, il piede malato e poca fortuna, in la Repubblica, New York, 19 giugno 1994, p. 2.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica