Apri il menu principale
Idel-Ural
Idel-Ural – Bandiera
Dati amministrativi
Nome completoRepubblica dell'Idel-Ural
Nome ufficialeУрало-Волжская Республика
Lingue ufficialiRusso, tataro e varianti locali
Lingue parlateRusso, tataro e varianti locali
CapitaleKazan'
Altre capitaliOrenburg
Politica
Forma di StatoRepubblica
PresidenteSadrí Maqsudí Arsal
Organi deliberativiMillät Mäclese
Nascita2 dicembre 1917 con Sadrí Maqsudí Arsal
Causaguerra civile russa
Fine22 dicembre 1918 con Sadrí Maqsudí Arsal
CausaRivolta di Omsk
Territorio e popolazione
Bacino geograficoSiberia
Popolazione14.000.000 nel 1917
Economia
Commerci conUnione sovietica
Religione e società
Religioni preminentiIslamismo, Cristianesimo ortodosso
Evoluzione storica
Preceduto daRussia Repubblica russa
Succeduto daFlag of Tatar ASSR.svg RSSA Tatara

La Repubblica dell'Idel-Ural (in russo: Урало-Волжская Республика?, traslitterato: Uralo-Volžskaja Respublika) fu una delle Repubbliche nate con lo scioglimento dell'Impero russo in seguito alla rivoluzione d'ottobre. Il nome Idel-Ural significa Volga-Urali in lingua tatara. Comprendeva le regioni della Baschiria, Ciuvascia, Mari El, Mordovia, Tatarstan, Udmurtia, di lingua tatara. Si considerava l'erede del Khanato di Kazan'. Fu proclamata il 2 dicembre 1917 durante il Congresso dei musulmani di Russia e Siberia. Già il 5 maggio all'università di Kazan' una rappresentanza delle popolazioni tartare aveva dichiarato l'intento di creare uno Stato tartaro indipendente. Ad essa si unirono successivamente anche i tedeschi del Volga e le popolazioni ugro finniche circostanti non musulmane. Abolita dall'Armata Rossa nell'aprile 1918 che la rifondò come RSS Transbolaqia, la Repubblica fu restaurata in luglio con l'aiuto della Legione Ceca antibolscevica, per essere definitivamente eliminata il 22 dicembre dalle truppe bianche di Aleksandr Vasil'evič Kolčak durante la rivolta di Omsk. Alla fine del 1919 i bolscevichi vi crearono la RSSA Tatara, ma le popolazioni continuarono una lotta clandestina fino al 1929, ed ebbe un governo in esilio in Finlandia, che durante la seconda guerra mondiale appoggiò l'invasione tedesca con la Wolgatatarische Legion.

La capitale fu Kazan'.

Voci correlateModifica