Richeza di Polonia

Richeza di Polonia (22 settembre 101321 maggio 1075) fu regina consorte d'Ungheria dal 1060 al 1063 al fianco del marito Andrea I.

Richeza di Polonia
Regina consorte d'Ungheria
Stemma
Stemma
In carica6 dicembre 1060 - 11 settembre 1063
PredecessoreAnastasia di Kiev
SuccessoreTuta di Formbach
(non certo)
Nascita22 settembre 1013
Morte21 maggio 1075
DinastiaPiasti
PadreMiecislao II
MadreRicheza di Lotaringia
Consorte diAndrea I d'Ungheria
FigliGéza
Ladislao
Lamberto
Sofia
Eufemia
Elena
una o due figlie ulteriori
Religionecattolicesimo

BiografiaModifica

Richeza era figlia del re Miecislao II di Polonia e di sua moglie, Richeza di Lotaringia, nipote dell'imperatore del Sacro Romano Impero Ottone II di Sassonia.

Pur essendo per convenzione chiamata Richeza, le fonti contemporanee non confermano questo nome, in quanto si suppone si chiamasse Adelaide.[1]

Tra il 1039 e il 1043 fu concessa in sposa al re Béla d'Ungheria, che era stato al servizio del padre e aveva partecipato alle campagne di quest'ultimo contro le tribù pagane della Pomerania.[2][3][4] Makk ipotizza che Béla si battezzò poco prima del suo matrimonio e che il suo nome da cristiano fosse Adalberto.[1][3]

Nel 1048, il marito ricevette un terzo dell'Ungheria (Tercia pars regni) a titolo di appannaggio dal fratello, il re Andrea I d'Ungheria, e la coppia si trasferì in territorio magiaro.[5][6] Il 6 dicembre 1060, il marito fu incoronato re d'Ungheria dopo aver sconfitto il fratello.[7][8]

DiscendenzaModifica

I figli che ebbe Richeza furono tutti generati da lei e da suo marito Béla I:[9]

NoteModifica

  1. ^ a b Makk (1994), p. 90.
  2. ^ Steinhübel (2011), p. 23.
  3. ^ a b Kristó e Makk (1996), p. 78.
  4. ^ Chronica Picta, cap. 54.79, p. 111.
  5. ^ Engel (2001), p. 30.
  6. ^ Kristó e Makk (1996), p. 79.
  7. ^ Engel (2001), p. 31.
  8. ^ Bartl et al. (2002), p. 26.
  9. ^ Kristó e Makk (1996), pp. 78-79, appendici 1-2.

BibliografiaModifica

Fonti primarieModifica

  • Dezső Dercsényi, Leslie S. Domonkos (a cura di), Chronica Picta, Corvina, Taplinger Publishing, 1970, ISBN 0-8008-4015-1.

Fonti secondarieModifica

  • (EN) Július Bartl, Dušan Škvarna, Viliam Čičaj e Mária Kohútova, Slovak History: Chronology & Lexicon, Wauconda, Bolchazy-Carducci Publishers, 2002, ISBN 978-08-65-16444-4.
  • (EN) Pál Engel, The Realm of St Stephen: A History of Medieval Hungary, 895-1526, I.B. Tauris Publishers, 2001, ISBN 1-86064-061-3.
  • (HU) Gyula Kristó e Ferenc Makk, Az Árpád-ház uralkodói [Sovrani della casata degli Arpadi], I.P.C. Könyvek, 1996, ISBN 963-7930-97-3.
  • (HU) Ferenc Makk, Béla I, in Gyula Kristó, Pál Engel e Ferenc Makk, Korai magyar történeti lexikon (9-14. század) [Enciclopedia dell'Antica Storia Ungherese (IX-XIV secolo)], Akadémiai Kiadó, 1994, p. 90, ISBN 963-05-6722-9.
  • (EN) Ján Steinhübel, The Duchy of Nitra, in Slovakia in History, Cambridge University Press, 2011, pp. 15-29, ISBN 978-0-521-80253-6.
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie