Roberto Filippi

allenatore di calcio e ex calciatore italiano
Roberto Filippi
Roberto Filippi.jpg
Filippi nel 1977 con la maglia del L.R. Vicenza
Nazionalità Italia Italia
Altezza 169 cm
Peso 58 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1987 - giocatore
Carriera
Giovanili
1965-1966 Padova
Squadre di club1
1968-1969 Chioggia Sott. 33 (7)
1969-1972 Padova 109 (7)
1972 Bologna 3 (0)
1972-1974 Reggina 50 (2)
1974-1976 Padova 34 (0)
1976-1978 L.R. Vicenza 98 (2)
1978-1980 Napoli 55 (1)
1980-1981 Atalanta 28 (1)
1981-1983 Cesena 53 (0)
1983-1987 L.R. Vicenza 102 (2)
Carriera da allenatore
1991-1992 Treviso
199? Pro Gorizia
199? Luparense
200? Treviso Giovanili
2004-2006 Padova Berretti
2007 Salernitana Vice
2008 Piovese
2010-2011 Thermal Abano Teolo
2012 Campodarsego
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 26 novembre 2012

Roberto Filippi (Padova, 30 luglio 1948) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Iniziò a giocare a calcio fra i professionisti nel 1968 nel Chioggia in Serie C, segnando 7 reti in un'annata. Passato alla squadra della sua città natale, il Padova, vi rimase per tre stagioni sempre in Serie C giocando sempre da titolare e guadagnandosi la chiamata in massima serie al Bologna.

 
Filippi (accosciato, secondo da sinistra) nel Padova del 1971-1972

In Serie A esordì e giocò solo pochi mesi, prima di passare alla Reggina nel novembre 1972. In Calabria giocò due stagioni, prima di tornare a Padova, sempre in terza divisione. Giocò con la maglia della sua città per la stagione 1974-1975 e l'inizio della successiva, passando al L.R. Vicenza nell'ottobre 1975.

Dopo la prima stagione in Serie B in cui i biancorossi appena retrocessi dalla Serie A rischiarono un'altra retrocessione, l'anno successivo Filippi fu fra i protagonisti della promozione in Serie A. Alla prima stagione da titolare in massima serie, nel 1977-1978, fu fra i protagonisti del cosiddetto Real Vicenza che con Giovan Battista Fabbri in panchina e Paolo Rossi capocannoniere, conquistò il secondo posto dietro la Juventus; in questa stagione, grazie alla velocità delle sue discese sulla faccia, si guadagnò il soprannome di Furia.

 
Filippi al Napoli nella stagione 1978-1979, assieme all'ex compagno di squadra a Vicenza Franco Cerilli.

Nella stagione seguente passa al Napoli. Giocò in maglia azzurra dal 1978 al 1980, per poi scendere in Serie B all'Atalanta nel 1980-1981. Giocò quindi altre due stagioni in massima serie al Cesena, per tornare infine a Vicenza nel 1983.

In biancorosso, al secondo anno della Serie C1, conquistò la promozione in Serie B con Bruno Giorgi e nel 1985-1986 quella in Serie A. Tuttavia la CAF annullò quella promozione e Filippi chiuse la carriera alle soglie dei 39 anni con la retrocessione del Vicenza in Serie C1.

AllenatoreModifica

Allenatore di Treviso, Pro Gorizia, Luparense, e dei settori giovanili di Treviso e Padova (Berretti), è stato il vice-allenatore di Gianfranco Bellotto alla Salernitana nel 2007. Nel 2008 viene chiamato dalla Piovese (compagine di Piove di Sacco in Provincia di Padova) a sei giornate della fine del campionato di Eccellenza al posto di Valeriano Fiorin. Tuttavia viene esonerato e sostituito dall stesso Fiorin.[1]

Nella stagione 2010-2011 di Promozione siede sulla panchina del Thermal Abano squadra di Abano Terme dove nel gennaio 2011 viene esonerato e sostituito da Sebastiano Romano.[2][3]

Nel giugno 2012 diventa l'allenatore del Campodarsego (squadra della Provincia di Padova) in Promozione.[4] Il 26 novembre 2012 rassegna le sue dimissioni.[5]

Ha svolto anche il ruolo di osservatore per la Juventus.[6]

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni giovaniliModifica

Padova: 1965-1966

Competizioni nazionaliModifica

L.R. Vicenza: 1976-1977

IndividualeModifica

1978, 1979

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica