Apri il menu principale
San Marcello Piteglio
comune
San Marcello Piteglio – Stemma San Marcello Piteglio – Bandiera
San Marcello Piteglio – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
ProvinciaProvincia di Pistoia-Stemma.png Pistoia
Amministrazione
CapoluogoSan Marcello Pistoiese
SindacoLuca Marmo (lista civica) dal 12-6-2017
Data di istituzione1º gennaio 2017
Territorio
Coordinate
del capoluogo
44°03′20″N 10°47′27″E / 44.055556°N 10.790833°E44.055556; 10.790833 (San Marcello Piteglio)Coordinate: 44°03′20″N 10°47′27″E / 44.055556°N 10.790833°E44.055556; 10.790833 (San Marcello Piteglio)
Altitudine623 m s.l.m.
Superficie134,96[1] km²
Abitanti7 951[2] (31-7-2018)
Densità58,91 ab./km²
FrazioniBardalone, Calamecca, Campo Tizzoro, Crespole, Gavinana, La Lima, Lanciole, Lancisa, Limestre, Lizzano Pistoiese, Lolle, Macchia Antonini, Mammiano, Mammiano Basso, Maresca, Piteglio, Pontepetri, Popiglio, Prataccio, Prunetta, San Marcello Pistoiese, Spignana, Vizzaneta
Comuni confinantiAbetone Cutigliano, Marliana, Lizzano in Belvedere (BO), Fanano (MO), Bagni di Lucca (LU), Pistoia, Pescia
Altre informazioni
Cod. postale51028
Prefisso0573
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT047024
Cod. catastaleM377
TargaPT
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitantisan piteglini
PatronoSanta Celestina, Santa Maria Assunta
Cartografia
San Marcello Piteglio – Mappa
Posizione del comune di San Marcello Piteglio nella provincia di Pistoia
Sito istituzionale

San Marcello Piteglio è un comune italiano sparso di 7 951 abitanti nella provincia di Pistoia in Toscana.

È stato istituito il 1º gennaio 2017 dalla fusione dei comuni di San Marcello Pistoiese e Piteglio.

Indice

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

ClimaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Clima della Toscana, Stazione meteorologica di San Marcello Pistoiese e Stazione meteorologica di Maresca.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

Architetture civiliModifica

  • Ponte sospeso di San Marcello Pistoiese (costruito nel 1922 è lungo 227 metri, si trova a Mammiano Basso - Le Ferriere).
  • Edificio dell'ex Conservatorio femminile leopoldino di Santa Caterina, prossimo alla Piazza centrale (il tetto è parzialmente crollato). Fino agli anni cinquanta il Conservatorio ospitava le scuole elementari, medie e di avviamento professionale.
  • Ospedale intitolato al mecenate di Mammiano Lorenzo Pacini che fu costruito con i suoi lasciti ereditari. L'edificio conserva ancora la facciata ottocentesca.
  • Palazzo del Comune, ristrutturato in stile neo-rinascimentale alla fine del 1800.
  • La Loggia, situata nella Piazza centrale Giacomo Matteotti, eretta nel 1784 dal Granduca Pietro Leopoldo I per viandanti e mercanti.
  • Palazzo Bucelli, affaccia sulla piazza c.le posto frontalmente alla Loggia ed accanto alla biblioteca comunale. È stato proprietà di un'importante famiglia di Spignana
  • Piccolo palazzo, anticamente detto "di mezzalancia" in via Roma, ove Francesco Ferrucci tenne l'ultimo consiglio di guerra il 3 agosto 1530.
  • Fontana in pietra serena risalente al XVI secolo con proporzioni monumentali. È ubicata in piazzetta Port'Arsa, inizio via Roma.
  • Palazzo del museo ferrucciano a Gavinana. Fu inaugurato nel 1931 in un edificio settecentesco ubicato nella piazza centrale.
  • Palazzo cinquecentesco di proprietà della famiglia Dazzi ricostruito da Cosimo Cini nel secolo XIX.
  • Ponte di Castruccio Castracani (1281 - 1328), condottiero ghibellino e Duca di Lucca. Il ponte fu costruito in località "Lolle" sul fiume Lima con una volta a tutto sesto.
  • Teatro Mascagni di Popiglio, costruito alla fine del 1800 è stato ricavato in un anticio fabbricato della famiglia Benedetti, posto nel centro del paese.

Architetture MilitariModifica

Aree naturali e ParchiModifica

  • Parco Farina Cini: Grande parco, in parte giardino all'inglese e in parte all'italiana. Fu utilizzato per tanti anni dalla popolazione, grazie alla famiglia proprietaria Farina Cini. Adesso è in stato di degrado.
  • Parco Lodolo: parco comprendente la Chiesa di San Rocco, confinante in parte con la strada regionale n.66 e in parte con la zona di "S.Chiesuri" (attualmente chiuso).
  • Giardino pubblico Severmino, intitolato nel 2015 al grande direttore di orchestra Francesco Molinari Pradelli, un tempo frequentatore estivo del paese di San Marcello. Il giardino confina con la suddetta strada regionale n. 66 e con il campo sportivo.
  • Grotta di Macereti posta sulla strada provinciale Lizzanese nel tratto San Marcello-Spignana. Nel romanzo del 1841 di Massimo d'Azeglio "Niccolò dè Lapi", ambientato all'epoca dei Medici del XVI secolo, si narra che la figlia di Niccolò, Lisa dè Lapi, trovò rifugio nella grotta di Macereti, ove poi morì e fu sepolta dalla pietà popolare nel camposanto di San Marcello. Prima dell'ultima guerra una targa, messa dal fascismo e posta sopra l'ingresso della grotta, ricordava il fatto.
  • Foresta del Teso a Maresca. È costituita da faggi, castagni ed abeti. Vi è pure una felce rarissima citata alcuni anni fa dal quotidiano americano New York Times.
  • Macchia Antonini
  • Sorgenti del Reno a Prunetta

CulturaModifica

LinguaModifica

La cadenza di questi luoghi fa sì che la pronuncia porti come iniziale la lettera Z, nelle parole "sale" e "sole"

CucinaModifica

SocietàModifica

Tradizioni e folcloreModifica

Geografia antropicaModifica

FrazioniModifica

Altre località del territorioModifica

Tra le numerose località e borgate del territorio comunale si ricordano: Campo Magno, Capanne di Sopra, Capanne di Sotto, Casa di Monte, Cecafumo, Il Poggetto, La Colonna, L'Aiale, Affrico, La Valle, La Macava, Migliorini, Oppio, Pian del Meo, Piantaglio, Pratale, San Vito, Tafoni, Ponte Firenzuola.

Relazioni esterneModifica

GemellaggiModifica

Patti di amiciziaModifica

AmministrazioneModifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1º gennaio 2017 12 giugno 2017 Giuseppina Cassone commissario prefettizio [3]
12 giugno 2017 in carica Luca Marmo Lista Civica Sindaco [3]

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Toscana