Sibilla Maria di Sassonia-Merseburg

Sibilla Maria di Sassonia-Merseburg
Duchessa di Württemberg-Bernstadt
Nascita Merseburg, 28 ottobre 1667
Morte Bernstadt, 9 ottobre 1693
Padre Cristiano I, Duca di Sassonia-Merseburg
Madre Cristiana di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Consorte Cristiano Ulrico I, Duca di Württemberg-Oels

Sibilla Maria di Sassonia-Merseburg (Merseburg, 28 ottobre 1667Bernstadt, 9 ottobre 1693) fu una principessa tedesca originaria della Sassonia-Merseburg e poi duchessa consorte di Württemberg-Bernstadt.

BiografiaModifica

Era figlia del duca Cristiano I di Sassonia-Merseburg e della moglie Cristiana di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg.

Come le sorelle venne destinata dalla politica matrimoniale intrapresa dal padre a unirsi in matrimonio con un principe tedesco. Venne quindi data in sposa al duca Cristiano Ulrico I di Württemberg-Oels divenendone la seconda moglie. Il matrimonio venne celebrato a Doberlug il 27 ottobre 1683[1].

Sibilla diede al marito, già padre di sette figli avuti dal primo matrimonio, altri eredi[2]:

  • Cristina Maria (Bernstad, 17 agosto 1685 - Bernstad, 24 marzo 1696)
  • Cristiano Ermanno (Merseburg, 24 luglio 1686 a - Merseburg, 8 luglio 1689)
  • Eleonora Edvige (Bernstad, 11 luglio 1687 - Bernstad, 25 ottobre 1688)
  • Ulrica Erdmute (Breslau, 5 febbraio 1689 - Bernstad, 5 settembre 1690)
  • Carlo Federico (Merseburg, 7 febbraio 1690 - Oels, 14 dicembre 1761), Duca di Württemberg-Oels-Juliusburg, sposò Sibilla Carlotta Giuliana di Württemberg-Weiltingen
  • Cristiano Ulrico (Oels, 27 gennaio 1691 - Stoccarda, 11 febbraio 1734), Duca di Württemberg-Wilhelminenort, sposò Filippina Carlotta di Redern zu Krappitz
  • Elisabetta Sibilla (Delitzsch, 19 marzo 1693 - Delitzsch, 21 febbraio 1694 ivi).

Morì qualche mese dopo aver dato alla luce l'ultima figlia. Suo marito si risposò con Sofia Guglielmina della Frisia orientale.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN174891715 · GND (DE1015148433 · CERL cnp01410926 · WorldCat Identities (ENviaf-174891715