Sirtori

comune italiano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il patriota italiano, vedi Giuseppe Sirtori.
Sirtori
comune
Sirtori – Stemma Sirtori – Bandiera
Sirtori – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Lecco-Stemma.png Lecco
Amministrazione
SindacoDavide Maggioni (lista civica) dal 30-5-2006
Territorio
Coordinate45°44′14″N 9°20′15″E / 45.737222°N 9.3375°E45.737222; 9.3375 (Sirtori)Coordinate: 45°44′14″N 9°20′15″E / 45.737222°N 9.3375°E45.737222; 9.3375 (Sirtori)
Altitudine457 m s.l.m.
Superficie4,29 km²
Abitanti2 813[2] (31-12-2019)
Densità655,71 ab./km²
FrazioniBevera[1], Ceregeallo, Crippa, Travecchia, Villa
Comuni confinantiBarzago, Barzanò, Castello di Brianza, La Valletta Brianza, Missaglia, Viganò
Altre informazioni
Cod. postale23896
Prefisso039
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT097076
Cod. catastaleI761
TargaLC
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[3]
Nome abitantisirtoresi
PatronoNabore e Felice
Giorno festivo12 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Sirtori
Sirtori
Sirtori – Mappa
Posizione del comune di Sirtori nella provincia di Lecco
[www.comune.sirtori.lc.it Sito istituzionale]

Sìrtori (Sìrtur in dialetto brianzolo) è un comune italiano di 2 813 abitanti della provincia di Lecco in Lombardia, che sorge sulle colline del Meratese.

StoriaModifica

Centro abitato di antica origine, Sirtori venne aggregato al comune di Barzanò nel 1928[4], recuperando l'autonomia nel 1953.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[6]

Etnie e minoranze straniereModifica

Gli stranieri residenti nel comune sono 257, ovvero l'8,7% della popolazione. Di seguito sono riportati i gruppi più consistenti[7]:

  1. Marocco, 110
  2. Romania, 28
  3. Albania, 26

AmministrazioneModifica

NoteModifica

  1. ^ Comune di Sirtori - Statuto
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2019.
  3. ^ Classificazione sismica (XLS), su protezionecivile.gov.it.
  4. ^ Regio Decreto 27 settembre 1928, n. 2313 s:R.D. 27 settembre 1928, n. 2313 - Riunione dei comuni di Barzanò, Cremella, Sirtori e Viganò in un unico Comune con denominazione e capoluogo «Barzanò»
  5. ^ Unione durata fino al 1953.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Bilancio Demografico e popolazione residente straniera al 31 dicembre 2010 per sesso e cittadinanza, ISTAT. URL consultato il 7 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 22 giugno 2013).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia