Stazione di Napoli Gianturco

stazione ferroviaria in Italia
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la stazione della Circumvesuviana, vedi Stazione di Via Gianturco.
Napoli Gianturco
stazione ferroviaria
NA M2 Gianturco.jpg
La banchina con il binario 1
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàNapoli
Coordinate40°51′13.32″N 14°17′16.08″E / 40.8537°N 14.2878°E40.8537; 14.2878
Lineeferrovia Villa Literno-Napoli Gianturco
Caratteristiche
TipoStazione su viadotto, passante, di diramazione
Stato attualeIn uso
GestoreRete Ferroviaria Italiana
Attivazione1927
Binari4
InterscambiAutobus urbani
Dintorni- Centro direzionale
 
Mappa di localizzazione: Napoli
Napoli Gianturco
Napoli Gianturco

La stazione di Napoli Gianturco è una stazione ferroviaria di Napoli. Prende il nome da Via Gianturco, della zona industriale della città.

Da qui i treni transitanti sul passante ferroviario (ormai solo metropolitani della linea 2) potrebbero raggiungere le linee per Cassino e per Salerno. I pochi treni metropolitani in servizio regionale giornalieri (3 ogni giorno) per Caserta usano la linea per Cassino, mentre quelli per Salerno utilizzano la linea per l'omonimo comune.

StoriaModifica

La stazione venne attivata il 12 maggio 1927, come semplice fermata, ed era denominata "Via Gianturco"[1]; in origine, avrebbe dovuto essere battezzata "Pasconcello"[2].

La stazione dispone di 4 binari passanti. Altri binari tronchi visibili sono quelli di Napoli Centrale e del suo deposito locomotori.

MovimentoModifica

I binari 2 e 3 della stazione sono riservati alla linea metropolitana 2. I binari 1 e 4 sono aperti ad altro tipo di traffico (treni metropolitani in servizio regionale per Caserta e Salerno). Prima del 2010 era il capolinea meridionale della linea 2, poi prolungata fino a San Giovanni-Barra.

NoteModifica

  1. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 63, 1927
  2. ^ Le Strade Ferrate, Stazione di Gianturco, su lestradeferrate.it.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica