Stazione di Pozzuoli Solfatara

stazione ferroviaria italiana
Pozzuoli Solfatara
stazione ferroviaria
Stazione di Pozzuoli Solfatara 2.JPG
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàPozzuoli
Coordinate40°49′40.8″N 14°07′33.24″E / 40.828°N 14.1259°E40.828; 14.1259Coordinate: 40°49′40.8″N 14°07′33.24″E / 40.828°N 14.1259°E40.828; 14.1259
Lineeferrovia Villa Literno-Napoli Gianturco
Caratteristiche
Tipostazione in superficie, passante
Stato attualein uso
GestoreRete Ferroviaria Italiana
Attivazione1925
Binari5

La stazione di Pozzuoli Solfatara è una stazione ferroviaria posta sul passante ferroviario di Napoli, sita nel territorio comunale di Pozzuoli.

StoriaModifica

La stazione di Pozzuoli Solfatara entrò in servizio il 20 settembre 1925, con l'attivazione della tratta ferroviaria per Napoli (la cosiddetta "metropolitana")[1].

Strutture e impiantiModifica

La stazione dispone di 5 binari passanti per il traffico passeggeri, di cui 2 vengono utilizzati per i treni in transito o che effettuano solo fermata, mentre gli altri 3 vengono utilizzati per il capolinea dei treni di tipo metropolitano. Vi sono 3 banchine collegate con sottopassaggio. L'impianto è classificato da RFI nella categoria "Silver",[2] attualmente in fase di restauro nell'ambito del progetto Pegasus [1]. La stazione ha anche uno scalo merci non più utilizzato in quanto il servizio non viene effettuato.

MovimentoModifica

Il movimento passeggeri è molto buono in tutte le ore del giorno. Da qui partono treni metropolitani per Napoli San Giovanni-Barra e vi fermano treni regionali per Napoli Campi Flegrei e Villa Literno.

ServiziModifica

La stazione dispone di:

  •   Servizi igienici
  • Biglietteria automatica
  • Bar
  • Edicola
  • Sottopassaggio
  • Annuncio sonoro arrivo e partenza treni

InterscambiModifica

  •   Fermata autobus

NoteModifica

  1. ^ Prospetto cronologico dei tratti di ferrovia aperti all'esercizio dal 1839 al 31 dicembre 1926
  2. ^ www.rfi.it, Stazioni della Campania, su rfi.it. URL consultato il 5 agosto 2009 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2012).

BibliografiaModifica

  • Rete Ferroviaria Italiana, Fascicolo Linea 129 (Villa Literno - Napoli Gianturco).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica