Apri il menu principale

Stazione di Napoli Piazza Amedeo

fermata ferroviaria italiana

StoriaModifica

La fermata entrò in servizio il 20 settembre 1925, con l'attivazione della tratta ferroviaria da Pozzuoli Solfatara a Napoli (la cosiddetta "metropolitana")[1].

Strutture e impiantiModifica

La fermata ha un padiglione in calcestruzzo armato dal quale si accede e attraversando una lunga galleria si arriva ai tornelli e alle banchine. La stazione è situata nel Rione Amedeo, nel cuore della Napoli benestante, dal quale è possibile raggiungere innumerevoli locali notturni; inoltre è vicina a Via dei Mille, a Piazza dei Martiri e a Via Calabritto, dove si trovano le boutique delle grandi firme. La stazione è anche ben collegata con il Vomero tramite la Funicolare di Chiaia, che dista a poche decine di metri.

MovimentoModifica

La fermata è servita dai treni metropolitani che percorrono la linea, classificati come "linea 2", compresi quelli per Caserta, Castellammare di Stabia e Salerno.

ServiziModifica

La fermata dispone di:

  •   Fermata autobus di passaggio (128 - 627)
  •   Sovrapassaggio
  •   Bar

InterscambiModifica

Nei pressi della stazione è situato il terminal di valle Parco Margherita della Funicolare di Chiaia.

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Rete Ferroviaria Italiana, Fascicolo Linea 129 (Villa Literno - Napoli Gianturco).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica