Stefano Sbarra

cestista e dirigente sportivo italiano
Stefano Sbarra
Stefano Sbarra - Wuber Napoli.jpg
Sbarra durante un tiro libero con la maglia della Wuber Napoli
Nazionalità Italia Italia
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Guardia
Ritirato 2002
Carriera
Squadre di club
1979-1981Lazio48
1981-1987Virtus Roma196
1987-1994Napoli Basket239
Nazionale
1986 Italia Italia 4
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Stefano Sbarra (Roma, 3 marzo 1961) è un ex cestista e dirigente sportivo italiano.

Romano di Monteverde, inizia la sua avventura cestistica nel suo quartiere, che in seguito si rivelerà culla di diversi giocatori della serie A romana: De Angelis, Vitali, Cistulli, Sensolini, Menichetti.

CarrieraModifica

Dopo aver giocato nelle giovanili del Basket Roma, con un secondo posto in Italia cadetti, un terzo posto juniores un titolo Italiano juniores ed un 5º posto agli Europei con la Nazionale juniores, esordisce in serie A con la Lazio Roma (nota anche come Eldorado Lazio) nel 1979-80. Mostra subito buone qualità ed infatti dopo due anni di A1 e A2 viene acquistato dall'allora Virtus Banco di Roma. Nel primo anno gioca titolare nella squadra allenata da Giancarlo Asteo con ottimi risultati, ma l'anno successivo, complice lo sbarco a Roma del "folletto nero" Larry Wright, si limiterà a fare il sesto uomo di lusso. Ma ben presto, complice un infortunio a Wright, per Sbarra si spalancano le porte del quintetto base.

Inizia un periodo d'oro con le grandi vittorie della Virtus Roma, coronato nel 1986 con la chiamata in Nazionale, che però per sfortuna non culminerà con la convocazione per i Mondiali di Spagna a causa di una sublussazione della spalla provocata in allenamento proprio dal suo compagno di squadra Fulvio Polesello. L'anno successivo, ritenuto dall'allenatore di allora Giuseppe Guerrieri, non più utile alle sorti del Banco Roma, a soli 26 anni, decide di cambiare aria. Arriva quindi, la cessione definitiva a Napoli con grande soddisfazione del Presidente Nicola De Piano. Sbarra rimarrà a Napoli per ben sette anni. Anni caratterizzati da grande stima da parte di tutto l'ambiente, senza vittorie importanti, ma con il coronamento del raggiungimento del primo quarto di finale play-off nella storia della Napoli cestistica. Chiuderà la carriera a 41 anni dopo un anno a Cassino in B2, cinque anni a Viterbo B1, con una finale per la promozione, e tre anni al Basket Roma in B2 con altre due finali promozione.

È attualmente il GM della Stella Azzurra Roma e allenatore della società La Salle di Roma, con cui, il 13 luglio 2014, vince il titolo di Campione d'Italia nella categoria Under 21.

NazionaleModifica

Solamente 4 presenze e nessun punto, ma molta sfortuna e rammarico per un infortunio patito in allenamento che gli ha precluso ogni possibilità di convocazione per competizioni di prestigio.

StatisticheModifica

Cronologia presenze e punti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e dei punti in Nazionale -   Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Punti Note
14/06/1986 Pesaro Italia   93 - 78   Grecia Amichevole 0
18/06/1986 Atene Italia   90 - 63   Paesi Bassi Torneo Acropolis 1986 0
19/06/1986 Atene Italia   93 - 91   Grecia Torneo Acropolis 1986 0
20/06/1986 Atene Italia   80 - 92   Jugoslavia Torneo Acropolis 1986 0
Totale Presenze 4 Punti 0


PalmarèsModifica

Virtus Roma: 1983-1984
Virtus Roma: 1985-86
Virtus Roma: 1982-1983
Virtus Roma: 1984

Collegamenti esterniModifica